II DOMENICA DI QUARESIMA (viola)
domenica, 25 febbraio 2018
Prima professione dei Voti per fr. Alessandro Antonio 13 Set

A lode e gloria della santissima Trinità

«A lode e gloria della santissima Trinità...»: queste parole ancora una volta risuonano nei luoghi che hanno visto il giovane Francesco consacrarsi alla sequela di Gesù povero e crocifisso, e la vergine Chiara consumare la sua vita in un amore ardente per lo Sposo celeste; risuonano sulla bocca di fr. Alessandro Antonio Di Mare, che oggi ha emesso la sua prima professione dei voti religiosi nelle mani del Ministro Provinciale dei Frati Minori dell’Umbria, p. Claudio Durighetto.

La professione giunge al termine di un cammino formativo, iniziato con due anni di Postulato, presso il nostro convento di Monteluco di Spoleto, e proseguito con un anno di Noviziato, qui a San Damiano. Il Noviziato è «un periodo di più intensa formazione, ed è regolato in modo che i novizi conoscano e sperimentino la forma di vita di san Francesco, e informino più profondamente mente e cuore del suo spirito e, meglio valutata la loro chiamata da parte di Dio, ne siano comprovati il loro proposito e l’idoneità» (Costituzioni Generali dell’Ordine dei Frati Minori, art. 152).

Fr. Alessandro è stato accompagnato in questo percorso di discernimento e formazione dal Maestro, p. Pietro Gasparri, dal vice-Maestro, p. Luca Allaria, e da tutta la comunità formativa di San Damiano.

Il rito della professione temporanea è inserito nella celebrazione eucaristica, e consta di due parti. Dopo la proclamazione del Vangelo è l’appello, in cui il Maestro dei Novizi chiama il candidato per nome, e questi risponde: “Eccomi!”: l’appello è la sintesi della chiamata che il Signore gli ha rivolto loro sin dal grembo materno; l’ “Eccomi” è la risposta che contiene tutti gli eventi e gli incontri della sua vita, che oggi acquistano per grazia un nuovo significato.

Dopo l’omelia è il rito della Professione vera e propria, articolato in tre momenti: in primo luogo, l’interrogazione, in cui il Presidente domanda al candidato se è disposto ad amare Dio con tutto il cuore nella via inaugurata da Gesù casto, povero e obbediente, sull’esempio di san Francesco. Poi, il Presidente pronunzia una preghiera con la quale, a nome della Chiesa, offre a Dio il novizio, invocando su di lui lo Spirito Santo affinché lo consacri. Infine, il candidato emette nelle mani del Ministro Provinciale la sia professione temporanea.

Al neo-professo vengono poi consegnati due segni esplicativi di quanto è accaduto nella loro vita:

  • La Regola dei Frati Minori, segno della sua appartenenza alla fraternità dei Frati Minori dell’Umbria, dove vivrà la sua chiamata sulle orme di san Francesco;
  • Il cingolo con i tre nodi che, segno esterno della scelta evangelica di vivere in obbedienza, povertà e castità, è indice di quello stretto legame che per mezzo della vita consacrata si è instaurato tra il religioso e il Signore Gesù.

La celebrazione è proseguita con la liturgia eucaristica, fonte e culmine della vita e della missione della Chiesa, fonte e culmine di ogni vocazione: a Cristo che si dona totalmente ci è dato di rispondere con totale adesione, unendoci sacramentalmente al sacrificio di Cristo per poi offrire esistenzialmente la nostra vita come «sacrificio vivente, santo e gradito Dio».

Ora fr. Alessandro raggiungerà presso il convento della Ss. Pietà del Farneto i confratelli fr. Daniele, fr. Gabriele e fr. Riccardo, che hanno emesso la loro professione temporanea domenica 31.8.2015.

Il loro percorso formativo continuerà sotto la guida del Maestro di Chiericato, p. Paolo Zampollini, e del vice-Maestro, p. Damiano Romagnolo. Ringraziamo il Signore e continuiamo ad accompagnare questi fratelli colla preghiera!

A lode e gloria della santissima Trinità!



Alessandro Di Mare Claudio Durighetto Frati Omelia Professione San Damiano

Articoli correlati

24 Feb 2018

O santi o falliti

Festa della Provincia e degli Anniversari
23 Feb 2018

Come i discepoli del Battista, seguite Gesù!

Accoglienza di cinque nuovi postulanti
30 Gen 2018

Assisi celebra la giornata della Vita Consacrata

Venerdì 2 febbraio nella cattedrale di San Rufino
29 Dic 2017

Pasqua e funerale di fra Francesco Bravi

Ex Vicario generale dell’Ordine
25 Dic 2017

Celebriamo la nostra nascita a figli di Dio

Natale con il Card. Vallini alla Porziuncola
08 Dic 2017

Cantate al Signore un canto nuovo

Omelia del Ministro provinciale nel giorno dell’Immacolata
24 Feb 2018

O santi o falliti

Il 24 febbraio – come ha ricordato stamane il Ministro Provinciale, p. Claudio Durighetto – è stato da qualche anno scelto come giorno di festa della Provincia Serafica di San Francesco d’Assisi e come giorno per festeggiare gli anniversari di Sacerdozio e di Professione Religiosa dei nostri confratelli. Secondo la tradizione,...