News > Auguri di Natale 2012

22/12/2012 22:22
Testimonianza di Enrico Petrillo, marito di Chiara Corbella e papà di Francesco


Quest’oggi, come da tradizione, i frati della Provincia Umbra si sono ritrovati attorno alla Porziuncola per scambiarsi gli auguri di Natale.

La mattinata ha avuto inizio alle 10.30 con un incontro nel “Refettorietto” del Santuario. “Quella degli auguri”, ha detto il Ministro Provinciale p. Bruno Ottavi salutando i tanti frati accorsi, “è occasione speciale per noi anche per crescere nella fede, particolarmente in quest’anno di grazia con cui il Santo Padre Benedetto XVI ci invita ad approfondire la nostra adesione a Cristo. Abbiamo quindi voluto invitare a parlare a noi frati un testimone della fede, un giovane, laico, sposato e, da poco, anche vedovo”: si tratta di Enrico Petrillo, marito di Chiara Corbella che nel giugno di quest’anno è tornata alla casa del Padre a soli 28 anni.

Enrico ha catturato l’assemblea con la sua testimonianza e per più di un’ora ha consegnato a cuore aperto la sua storia di marito e padre di tre figli; soprattutto, però, ha testimoniato come il passaggio del Signore abbia infiammato di amore la sua vita, trasformandola in maniera impensabile.

Cominciando dall’arrivo ad Assisi di lui e Chiara fidanzati un po’ complicati, Enrico ha preso per mano i frati in un viaggio che li ha condotti attraverso quella che p. Daniele Gianre, introducendo l’intervento di Enrico, ha definito “una storia cristiana, né più né meno”.

Prima il cammino verso il matrimonio, poi l’esperienza di dover accompagnare due figli tra le braccia di Dio dopo meno di mezz’ora dal parto perché venuti alla luce con malformazioni gravi che li rendevano “non compatibili con la vita qui per come la intendiamo noi”; successivamente, la scelta di Chiara di non curare quello che pareva essere un tumore maligno per non mettere in pericolo la vita del piccolo che portava in grembo; infine, la struggente vita quotidiana degli ultimi mesi della vita terrena di Chiara, condotta alla morte un anno dopo la nascita del piccolo Francesco, vivo grazie al dono della vita di sua madre.

Al termine di questo straordinario incontro, chiusosi con la lettura della lettera scritta da Chiara al figlio pochi giorni prima di morire, tutti i frati si sono recati in Basilica per pregare l’Ora Media, affidando al Signore attraverso la lode e il ringraziamento l’anno trascorso e invocando l’intercessione di san Francesco e della beata Vergine Maria per l’anno nuovo che il Natale porta con sé.

Il saluto conclusivo è stato affidato ad un pranzo fraterno nel refettorio del Convento Porziuncola, prima di rientrare ognuno ai propri conventi, dove attendere l’evento meraviglioso del Dio che si fa uomo!

Ascolta la testimonianza

che Chiara Corbella ed Enrico Petrillo

tennero, su invito dei Frati di Assisi,
a Santa Maria degli Angeli

durante i festeggiamenti
dell'ultimo dell'anno del 2009







Articoli correlati


23/10/2014  14:52
Giovanni XXIII: una vita segnata da san Francesco 2/3
La testimonianza diretta del Santo Padre

22/10/2014  18:42
Conviviale di Solidarietà della Caritas
e Auguri al Nuovo Custode della Porziuncola

12/10/2014  17:24
Istituzione di 5 nuovi accoliti
Omelia del Ministro Provinciale

04/10/2014  22:25
Resta con noi per sempre Francesco!
Vespri di San Francesco in Cappella papale

04/10/2014  09:45
Solennità del nostro Serafico Padre San Francesco
Omelia del Ministro Generale, Michael A. Perry

04/10/2014  
SAN FRANCESCO D'ASSISI
alto e Glorioso Dio, illumina le tenebre del cuore mio