GIOVEDÌ della IV sett. di Pasqua FERIA (bianco)
giovedì, 26 aprile 2018
Testimonianza di Enrico Petrillo, marito di Chiara Corbella e papà di Francesco 22 Dic 2012

Auguri di Natale 2012

Quest’oggi, come da tradizione, i frati della Provincia Umbra si sono ritrovati attorno alla Porziuncola per scambiarsi gli auguri di Natale.

La mattinata ha avuto inizio alle 10.30 con un incontro nel “Refettorietto” del Santuario. “Quella degli auguri”, ha detto il Ministro Provinciale p. Bruno Ottavi salutando i tanti frati accorsi, “è occasione speciale per noi anche per crescere nella fede, particolarmente in quest’anno di grazia con cui il Santo Padre Benedetto XVI ci invita ad approfondire la nostra adesione a Cristo. Abbiamo quindi voluto invitare a parlare a noi frati un testimone della fede, un giovane, laico, sposato e, da poco, anche vedovo”: si tratta di Enrico Petrillo, marito di Chiara Corbella che nel giugno di quest’anno è tornata alla casa del Padre a soli 28 anni.

Enrico ha catturato l’assemblea con la sua testimonianza e per più di un’ora ha consegnato a cuore aperto la sua storia di marito e padre di tre figli; soprattutto, però, ha testimoniato come il passaggio del Signore abbia infiammato di amore la sua vita, trasformandola in maniera impensabile.

Cominciando dall’arrivo ad Assisi di lui e Chiara fidanzati un po’ complicati, Enrico ha preso per mano i frati in un viaggio che li ha condotti attraverso quella che p. Daniele Gianre, introducendo l’intervento di Enrico, ha definito “una storia cristiana, né più né meno”.

Prima il cammino verso il matrimonio, poi l’esperienza di dover accompagnare due figli tra le braccia di Dio dopo meno di mezz’ora dal parto perché venuti alla luce con malformazioni gravi che li rendevano “non compatibili con la vita qui per come la intendiamo noi”; successivamente, la scelta di Chiara di non curare quello che pareva essere un tumore maligno per non mettere in pericolo la vita del piccolo che portava in grembo; infine, la struggente vita quotidiana degli ultimi mesi della vita terrena di Chiara, condotta alla morte un anno dopo la nascita del piccolo Francesco, vivo grazie al dono della vita di sua madre.

Al termine di questo straordinario incontro, chiusosi con la lettura della lettera scritta da Chiara al figlio pochi giorni prima di morire, tutti i frati si sono recati in Basilica per pregare l’Ora Media, affidando al Signore attraverso la lode e il ringraziamento l’anno trascorso e invocando l’intercessione di san Francesco e della beata Vergine Maria per l’anno nuovo che il Natale porta con sé.

Il saluto conclusivo è stato affidato ad un pranzo fraterno nel refettorio del Convento Porziuncola, prima di rientrare ognuno ai propri conventi, dove attendere l’evento meraviglioso del Dio che si fa uomo!

Ascolta la testimonianza

che Chiara Corbella ed Enrico Petrillo

tennero, su invito dei Frati di Assisi,
a Santa Maria degli Angeli

durante i festeggiamenti
dell'ultimo dell'anno del 2009



Auguri Bruno Ottavi Chiara Corbella Enrico Petrillo Frati Natale Omelia Testimonianza

Articoli correlati

26 Apr 2018

Dal Tabor all’urgenza di scendere

La testimonianza di Ilaria in cammino verso l’Ordo Virginum
24 Apr 2018

L’itinerario in Terra Santa di Mariano da Siena (1431)

Il più antico testimone della processione al Santo Sepolcro
23 Apr 2018

Condividere la gioia di essere fratelli e figli della bella Famiglia Francescana

Incontro dei formandi della Provincia sul tema delle Missioni all’estero
19 Apr 2018

Testimoniare la vocazione francescana con creatività, fedeltà ed entusiasmo

Assemblea COMPI con il Ministro e Definitorio Generale
18 Apr 2018

Incontro tra i frati Under Ten della Custodia residenti in Italia

di fr. Giovanni Loche, Segretario per la FeS della CTS
06 Apr 2018

La mia Pasqua: un cammino per scegliere ancora Dio

Testimonianza di Samuela al Triduo Pasquale vissuto al Sacro Speco di San Francesco
24 Apr 2018

San Damiano e i suoi Crocifissi

Il Santuario di San Damiano è ovviamente noto per tutta la vicenda che ruota attorno all’omonimo Crocifisso che parlò al giovane Francesco d’Assisi. Ma forse non tutti sanno dell’esistenza di un altro prezioso Crocifisso, realizzato da frate Innocenzo da Palermo e dal 1555 ospitato nella Cappella di...



  • 04 Apr 2018

    Rimanete in me

    Corso di esercizi liturgico-spirituali sui Misteri della Luce