Dove Siamo > San Francesco - MONTELUCO > Beato Leopoldo da Gaiche

Un frate che fece di Monteluco l'eremo da cui partire per l'evangelizzazione


Nella storia più recente, la gloria di Monteluco fu soprattutto il beato Leopoldo da Gaiche che scelse quel romitorio come sua dimora preferita. Il primo novembre 1788 il beato riuscì ad ottenere da Roma il decreto di erezione del ritiro, a cui dette un regolamento particolare, sull’esempio di san Leonardo da Porto Maurizio.

Egli ne fu il primo superiore e vi abitò dal 1788 al 1815. Ad esso pensava durante tutte le sue peregrinazioni; e volle osservare le rigorose regole che aveva dato per il ritiro, anche quando si trovava fuori per motivi di apostolato. Il convento era chiamato dal beato “quartiere del riposo”.

Di lui restano a Monteluco, oltre al corpo conservato nella sua cappella, la rozza tonaca, i sandali, il breviario, le catene di ferro che si poneva al collo durante le Missioni, il crocifisso di missionario e la famosa Mater Misericordiae: una bella tela raffigurante la Madonna che presenta al peccatore pentito il suo Figlio divino: quadro che il beato portava con sè durante le sue peregrinazioni apostoliche.

Vedi una breve scheda biografica del beato Leopoldo da Gaiche.

SPECIALE BICENTENARIO DEL BEATO LEOPOLDO (1815-2015)

Bisogna dar gloria a Dio
Lettera del pronipote del beato Leopoldo

Mi chiamo Leopoldo Croci, nato a Panicale il 21 novembre 1939. Sono stato chiamato così dai miei genitori a seguito della scoperta da parte loro di un vincolo di parentela con Leopoldo Croci “Il beato di Monteluco”. Da sempre ho portato con gioia, ma anche con responsabilità questo nome, mettendo a fondamento della mia famiglia la ...


Leopoldo Predicatore del Monte
Orante, penitente e straordinario zelo apostolico

Duecento anni fa, il 2 aprile 1815, moriva a Spoleto Padre Leopoldo da Gaiche, Frate Minore, proclamato poi beato da Leone XIII il 12 marzo 1893.
Gaiche è un piccolo paese, oggi spopolato, adagiato su una delle colline che si rincorrono quasi ininterrottamente nella verde Umbria, tra Perugia e Città della Pieve.
In un casolare nei dintorni del paese, il 30 ottobre 1732, nacque un bambino a cui i genitori, Giuseppe Croci e Maria Antonia Giorgi, misero nome Giovanni. È il futuro beato Leopoldo ...


Gesù ci salva sulla croce
L'esaltazione della croce e il beato Leopoldo

Oggi, 14 settembre, si festeggia l’esaltazione della santa croce che riassume e richiama alcuni eventi storici legati al santo Legno, principalmente la scoperta della Vera Croce. Una tradizione formatasi abbastanza presto riferisce che sant’Elena, madre dell’imperatore Costantino, aveva ritrovato a Gerusalemme, presso il Golgota, le tre croci usate per Gesù Cristo e i due ladroni; una guarigione miracolosa, avvenuta al contatto con una d’esse, permise il riconoscimento della croce del Salvatore e di mostrarla alla venerazione del popolo. Ben sappiamo poi anche la grande venerazione del Poverello d’Assisi alla croce del Signore, chiese così insistentemente di sentire anche solo un poco di quel dolore che il Signore Gesù aveva provato sulla croce che ...


Il beato Leopoldo alla Porziuncola
Accoglienza dell’urna e solenne celebrazione eucaristica

Nel tardo pomeriggio di un assolato e ventoso 9 settembre, la comunità dei frati della Porziuncola ha accolto l’urna del beato Leopoldo da Gaiche sulla piazza antistante la Basilica. Colui che fu definito “l’apostolo dell’Umbria”, anche se già in Paradiso, continua il suo pellegrinaggio sul territorio e tra la gente umbra. Così come prima percorreva instancabile le vie della sua cara regione annunciando che la salvezza viene da Gesù Cristo crocifisso e risorto, ora le sue sante spoglie percorrono quelle stesse strade ricordandoci il suo esempio di vita sulle orme di S. Francesco e provocandoci ad una vita ...


Dopo due secoli il beato Leopoldo ritorna a San Damiano
Sabato 5 settembre 2015

Arrivano a San Damiano le reliquie del beato Leopoldo da Gaiche (1732-1815), insigne figlio del Poverello d’Assisi appartenne alla Provincia Serafica di San Francesco dei frati Minori della stretta osservanza - detti anche Riformati. Nella sua lunga e intensa vita, il beato affrontò anche gli anni difficili della dominazione napoleonica, che nel 1810 impose la soppressione degli ordini religiosi: con la chiusura di molti conventi i frati furono dispersi. Leopoldo peregrinò da un luogo all’altro della regione: prima nella villaggio di Terraia, poi ad Assisi, sia in abitazioni private, sia nei conventi di San Damiano, Chiesa Nuova e Santa Maria degli Angeli ...


Accoglienza dell’urna con le reliquie del beato Leopoldo da Gaiche presso il Santuario di San Damiano dal 5 al 9 settembre e al Santuario della Porziuncola a Santa Maria degli Angeli dal 9 al 14 settembre.


Maria, Mater Misericordiae, invita alla confessione
Verso il giubileo con il beato Leopoldo da Gaiche

Il 2 aprile 2015, per una felice coincidenza, è stato sia il decimo anniversario della morte di san Giovanni Paolo II (1920-2005) – il Papa della misericodia – sia il secondo centenario del transito presso Monteluco di Spoleto del beato Leopoldo da Gaiche (1732-1815), un’instancabile apostolo dell’amore misericordioso.

Quest’ultimo, al termine di ogni predicazione, sollecitava a confessare i propri peccati, ma in alcuni casi ci volle proprio un miracolo, o meglio l’intervento della Vergine Maria da lui invocata quale “Madre di misericordia”. Infatti mostrava a tutti un quadro in cui la Madonna con la destra presenta Gesù e con la sinistra incoraggia un giovane a confidare nella misericordia raffigurata dalla piccola croce che il Bambino gli presenta ...


Tre giorni di eventi a Gaiche per il bicentenario del beato Leopoldo
Riapre la Chiesa di San Lorenzo e arriva l’urna dal Convento di Monteluco

Dall’8 al 10 agosto a Gaiche, nella Parrocchia di Santa Maria Assunta in Pietrafitta di Piegaro, si terranno degli eventi di carattere religioso e culturale dedicati al bicentenario della morte del beato Leopoldo da Gaiche (1815-2015): vedi programma completo. Per l’occasione sarà riaperta al culto la Chiesa di San Lorenzo, gioiello architettonico e pittorico del patrimonio storico-artistico umbro, che ospiterà la gran parte di questi eventi patrocinati dall’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve e dall'Amministrazione comunale di Piegaro, promossi dalla Parrocchia con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e in collaborazione con la Proloco Fontana di Gaiche.

Inoltre giungerà a Gaiche l’urna del Beato Leopoldo, l’8 agosto (ore 18), conservata presso il Convento di Monteluco di Spoleto. Ad accoglierla ci saranno l’arcivescovo emerito mons. Giuseppe Chiaretti ...


Ricordatevi dei vostri capi
I due giorni a Monteluco per celebrare il bicentenario del beato Leopoldo

Nel 1815 compiva il suo transito da questo mondo al Padre, Signore della vita e della storia, il nostro confratello il beato Leopoldo da Gaiche, grande predicatore in Umbria tanto da meritarsi il titolo di “apostolo dell’Umbria e degli Stati Pontifici”. Il papa Leone XIII lo proclamò beato qualche decennio più tardi.

Nei giorni scorsi, il 25 ed il 26 luglio, in occasione del bicentenario dalla sua “pasqua”, i Frati Minori del Convento San Francesco di Monteluco di Spoleto hanno voluto ...


Il beato Leopoldo e Terni
Luogo dell’ordinazione dell’apostolo dell’Umbria

Il 2 aprile 1815 moriva nel Convento di Monteluco, presso Spoleto, il beato francescano padre Leopoldo da Gaiche, definito “apostolo dell’Umbria” in quanto predicò instancabilmente in tante città, ma soprattutto nei paesi e nei villaggi del territorio che per primo, in Italia e nel mondo, ha beneficiato del nascente Ordine Serafico.

Da studente e pastore, volle vestire l’abito di Francesco d’Assisi. Continuò a studiare fino a quando, dopo l’ordinazione sacerdotale, fu destinato all’insegnamento della teologia e della filosofia ...


Il b. Gabriele Maria Allegra come il b. Leopoldo da Gaiche
Il carisma francescano nell'unione di contemplazione e apostolato

Ma quale è il carisma intrinseco alla vocazione francescana? P. Allegra lo ha detto esplicitamente più volte: è il rapporto tra la radice contemplativa e la sua concretizzazione nell’apostolato; la contemplazione, intesa come ricerca della volontà di Dio e l’apostolato come concretizzazione del mandato ricevuto […]

«Lo spirito, il carisma dell’Ordine è espresso con dolcezza e con forza nell’orazione del beato Leopoldo da Gaiche: in solitudine Deum quaerere, et in medio populi tui salutem operari…». Il riferimento al beato Leopoldo da Gaiche ...


Beato Leopoldo da Gaiche
Bicentenario della morte

Nella prospettiva del bicentenario della morte del B. Leopoldo da Gaiche (1815-2015)

Il Museo del Vetro di Piegaro, sabato 11 giugno, alle ore 17.00, ospiterà una tavola rotonda dal titolo “Il Santo - dai campi di Gaiche agli onori degli altari”.

È un incontro su Giovanni Croci, più noto come Beato Leopoldo da Gaiche. Condurrà padre Pietro Messa, preside della Scuola di studi francescani della Pontificia accademia Antonianum di Roma.

Il Beato Leopoldo – Giovanni Croci – nacque a Gaiche, piccolo borgo medievale nel comune di Piegaro ...







Articoli correlati


19/03/2017  09:25
La carità di Benedetto e l’umiltà di Francesco
Scambio di doni tra Benedettini e Frati Minori della Porziuncola

18/03/2017  10:12
Quaresima su un’isola
L’esodo di Francesco verso l’intimità col suo Signore

12/03/2017  09:01
Bellezza e fragilità della famiglia oggi
Convegno regionale della Pastorale Familiare sull’Amoris Laetitia

11/03/2017  15:56
Venite e vedete
Ingresso dei nuovi postulanti a Monteluco

28/02/2017  09:30
Mons. Sorrentino da Papa Francesco per il Santuario della Spogliazione
Per presentare il Santuario della Spogliazione

23/02/2017  
5 Pani e 2 Pesci
Scuola di Preghiera