Dove Siamo > Sant’Antonio - TERNI > I Protomartiri Francescani

Ora riposano sul suolo umbro


Si chiamano Berardo, Pietro, Ottone, Accursio e Adiuto e sono tra i primi giovani provenienti da Calvi, San Gemini, Stroncone e forse da Narni, che vollero unirsi a Francesco d'Assisi. Da questi ottennero di poter andare a predicare il Vangelo in Marocco dove subirono il martirio.

Lo stesso Francesco quando ne apprese la notizia poté esclamare che da quel momento poteva veramente dire di avere cinque Frati Minori.

Queste primizie di testimonianza dell’Ordine minoritico conquistarono al francescanesimo il giovane agostiniano portoghese, noto poi come Antonio da Padova.

Recentemente il vescovo dalla Diocesi di Coimbra (dove i frati erano stati sepolti nel 1220) ha permesso che le reliquie dei cinque Protomartiri Francescani tornassero a riposare sul suolo umbro. Attualmente le stesse sono custodite e venerate nella chiesa di Sant'Antonio da Padova.

Scarica la più antica testimonianza della Passio. Per ulteriori info: www.camminoprotomartiri.it.







Articoli correlati


24/05/2017  18:24
Il cardinal Gualtiero Bassetti e i politici francescani
Sull’esempio di Giorgio La Pira

24/05/2017  18:08
Nomina del card. Gualtiero Bassetti, francescano di animo
Le prime parole del nuovo Presidente CEI e gli auguri dei frati di Assisi

22/05/2017  09:07
Un santuario che impegna tutti
Richiama il gesto profetico e attuale del santo d’Assisi

18/05/2017  12:42
Ancorare la propria vita a Gesù
Incontro del Ministro generale con i Presidenti di Conferenza

06/05/2017  11:49
Conosciamo Franciscans International
La voce francescana alle Nazioni Unite

03/05/2017  08:21
Presto una nuova presenza francescana in Terra Santa
Frati Minori e Conventuali insieme a Emmaus