Dove Siamo > Sant’Antonio - TERNI > I Protomartiri Francescani

Ora riposano sul suolo umbro


Si chiamano Berardo, Pietro, Ottone, Accursio e Adiuto e sono tra i primi giovani provenienti da Calvi, San Gemini, Stroncone e forse da Narni, che vollero unirsi a Francesco d'Assisi. Da questi ottennero di poter andare a predicare il Vangelo in Marocco dove subirono il martirio.

Lo stesso Francesco quando ne apprese la notizia poté esclamare che da quel momento poteva veramente dire di avere cinque Frati Minori.

Queste primizie di testimonianza dell’Ordine minoritico conquistarono al francescanesimo il giovane agostiniano portoghese, noto poi come Antonio da Padova.

Recentemente il vescovo dalla Diocesi di Coimbra (dove i frati erano stati sepolti nel 1220) ha permesso che le reliquie dei cinque Protomartiri Francescani tornassero a riposare sul suolo umbro. Attualmente le stesse sono custodite e venerate nella chiesa di Sant'Antonio da Padova.

Scarica la più antica testimonianza della Passio. Per ulteriori info: www.camminoprotomartiri.it.







Articoli correlati


13/04/2017  16:31
Un simbolo di speranza per il futuro
Presentazione della Guida ai Musei ecclesiastici umbri

13/04/2017  
Pasqua in Convento
Triduo Pasquale per Adulti e Famiglie

12/04/2017  
Pasqua con San Francesco alla Spineta
Triduo pasquale

12/04/2017  
Al centro, per fare centro
Triduo Pasquale

10/04/2017  23:50
Il Papa incontra i 4 Ministri generali francescani
Gli argomenti: Superiori laici, Famiglie e università francescane, Siria e viaggio in Egitto

09/04/2017  08:36
Guida ai musei ecclesiastici dell’Umbria
Il Museo della Porziuncola fra le tredici realtà della rete MEU