Dove Siamo > Sant’Antonio - TERNI > I Protomartiri Francescani

Ora riposano sul suolo umbro


Si chiamano Berardo, Pietro, Ottone, Accursio e Adiuto e sono tra i primi giovani provenienti da Calvi, San Gemini, Stroncone e forse da Narni, che vollero unirsi a Francesco d'Assisi. Da questi ottennero di poter andare a predicare il Vangelo in Marocco dove subirono il martirio.

Lo stesso Francesco quando ne apprese la notizia poté esclamare che da quel momento poteva veramente dire di avere cinque Frati Minori.

Queste primizie di testimonianza dell’Ordine minoritico conquistarono al francescanesimo il giovane agostiniano portoghese, noto poi come Antonio da Padova.

Recentemente il vescovo dalla Diocesi di Coimbra (dove i frati erano stati sepolti nel 1220) ha permesso che le reliquie dei cinque Protomartiri Francescani tornassero a riposare sul suolo umbro. Attualmente le stesse sono custodite e venerate nella chiesa di Sant'Antonio da Padova.

Scarica la più antica testimonianza della Passio. Per ulteriori info proponiamo altri due link utili:







Articoli correlati


02/12/2016  10:07
Il locus di Pantanelli
Alla scoperta di un piccolo e antico convento dell’orvietano

01/12/2016  
Agape: questo matrimonio s'ha da fare?
Corso per coppie di fidanzati orientati al matrimonio

29/11/2016  09:05
Attratti da una santità eroica
I frati di Assisi celebrano insieme i santi francescani

27/11/2016  11:34
Leonardo da Vinci e la terra ternana
Il genio rinascimentale sulle orme di san Francesco

27/11/2016  
Meditava continuamente le parole del Signore
Esercizi spirituali semi-guidati e personalmente guidati

18/11/2016  09:26
Giubilei dei fratelli della Custodia
Basilica di San Francesco in festa per alcuni anniversari