II DOMENICA DI QUARESIMA (viola)
domenica, 25 febbraio 2018
Conservata nel Convento di San Damiano 05 Dic

La più antica testimonianza dell’Ave Maria

La più antica formulazione scritta dell’Ave Maria è in lingua latina e si trova nel codice da bisaccia che ebbe in uso il beato Antonio da Stroncone (1391-1461). Quando questi morì nel Convento di San Damiano presso Assisi fu sepolto nella medesima chiesa e il suo libretto di preghiere fu conservato come una reliquia dai frati. Quando nel 1809 il corpo di frate Antonio - beatificato dal papa beato Innocenzo XI nel 1687 - fu portato da Assisi a Stroncone il suo libretto di preghiere rimase nel convento assisano dove è tuttora conservato (cfr. G. Boccali, Il Libricto del beato Antonio conservato a San Damiano: studio e edizione integrale, in Il beato Antonio da Stroncone, I, Assisi 1993, pp. 87-161). Successivamente l’Ave Maria fu tradotta nelle varie lingue e oggi assieme al Padre nostro è diffusa in tutto il mondo.

L’Ave Maria in latino è costituita da 31 parole; 16 nella prima parte di derivazione biblica (Ave Maria, gratia plena, Dominus tecum, benedicta tu in mulieribus, et benedictus fructus ventris tui, Iesus) e 15 nella seconda parte; (Sancta Maria, mater Dei, ora pro nobis peccatoribus, nunc et in hora mortis nostrae. Amen).

Di conseguenza il temine Iesus è centrale avendo 15 parole che lo precedono e 15 che lo seguono. Tale centralità non è casuale se si considera che furono proprio i frati Minori dell’osservanza francescana - soprattutto san Bernardino da Siena - a diffondere la devozione al nome di Gesù quale sintesi della fede.

Considerando tutto ciò si può a ragione definire la cappella del convento francescano di Stroncone come Chiesa dell’Ave Maria.



Ave Maria Beato Antonio da Stroncone Giovanni Boccali San Damiano

Articoli correlati

30 Gen 2018

Assisi celebra la giornata della Vita Consacrata

Venerdì 2 febbraio nella cattedrale di San Rufino
29 Nov 2017

Ave Maria

Novena dell’Immacolata Concezione di Maria - I
25 Nov 2017

L’Ave Maria con San Francesco

Solennità dell’Immacolata alla Porziuncola
02 Nov 2017

Il punto di contatto con l’Eterno

Nella carità vivremo per sempre
12 Ott 2017

Il geniale pressing di Chiara

Per la canonizzazione di Francesco d’Assisi
25 Set 2017

Il Cantico della creazione e della redenzione

Festa del Cantico 2017 a San Damiano
21 Feb 2018

Umili per grazia come il Signore lo è per natura

Il beato Francesco Spinelli (1853-1913) ha vissuto la sua vita quale affezione a Gesù che manifesta la sua umiltà nell'Eucaristia. Monsignor Paolo Martinelli commentando le Conversazioni Eucaristiche del sacerdote lombardo ha evidenziato come tale aspetto denoti una assonanza con la spiritualità francescana. Come può colui che è nel tempo imitare...