II DOMENICA DI QUARESIMA (viola)
domenica, 25 febbraio 2018
Tra frate Francesco, il cardinal Martini e Papa Francesco 05 Set

Omelie sobrie ma efficaci

Francesco d’Assisi nella Regola approvata da papa Onorio III nel 1223 afferma: «Ammonisco inoltre ed esorto gli stessi frati che, nella predicazione che fanno, le loro parole siano esaminate e caste a utilità e a edificazione del popolo, annunciando ai fedeli i vizi e le virtù, la pena e la gloria con brevità di discorso, poiché brevi discorsi fece il Signore sulla terra» (FF 99).

Un’applicazione pratica di tale esortazione dell’Assisiate è indicata dal cardinal Carlo Maria Martini che in una meditazione affermò: «Invito tutti i preti a fare nelle messe feriali spiegazioni di due minuti della Scrittura. È difficile stare in due minuti, è una pagina sola, ma è sufficiente a dire l’essenziale sui testi di ogni giorno. Deve essere fatto perché la Bibbia non deve essere letta saltuariamente, ma idealmente in una lettura continua e totale».

Di recente anche Papa Francesco ha richiamato sulla brevità dell’omelia che dev’essere orientata alla trasformazione della vita nella comunione con Cristo: “Il predicatore può essere capace di tenere vivo l’interesse della gente per un’ora, ma così la sua parola diventa più importante della celebrazione della fede. Se l’omelia si prolunga troppo, danneggia due caratteristiche della celebrazione liturgica: l’armonia tra le sue parti e il suo ritmo. Quando la predicazione si realizza nel contesto della liturgia, viene incorporata come parte dell’offerta che si consegna al Padre e come mediazione della grazia che Cristo effonde nella celebrazione. Questo stesso contesto esige che la predicazione orienti l’assemblea, ed anche il predicatore, verso una comunione con Cristo nell’Eucaristia che trasformi la vita. Ciò richiede che la parola del predicatore non occupi uno spazio eccessivo, in modo che il Signore brilli più del ministro” (EG 138).

Non si esaurisce certo in questi due punti l’insegnamento della Chiesa Cattolica in questo ambito. Per completezza suggeriamo di consultare il Direttorio omiletico, della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, pubblicato on line sul sito del Vaticano ed edito dalla Libreria Editrice Vaticana.



Carlo Maria Martini Omelia Papa Francesco San Francesco

Articoli correlati

21 Feb 2018

Umili per grazia come il Signore lo è per natura

Francesco Spinelli e il Santo d’Assisi
17 Feb 2018

Miracoli di San Francesco sul modello evangelico

L’acqua cambiata in vino allo Speco di Narni
14 Feb 2018

Al servizio del Vangelo e della comunione

Online il nuovo sito dei Frati di Assisi
10 Feb 2018

La conversione di Simon Pietro e le “24 ore per il Signore”

In programma alla Porziuncola per la Quaresima 2018
30 Gen 2018

Teologi non di professione, ma per missione

Papa Francesco e Raimondo Lullo
25 Gen 2018

La Vocazione è un Dono

XXII Giornata Mondiale della Vita Consacrata
19 Feb 2018

Se questa è la vocazione io l’ho

Nato a Milano, dopo essersi laureato in medicina all’Università di Pavia, l’anticlericale e positivista Edoardo Gemelli ebbe modo di conoscere alcuni francescani iniziando un cammino di conversione. Su consiglio dell’amico Ludovico Necchi il neo medico venticinquenne cominciò a frequentare il giovane sacerdote Giandomenico Pini confidandogli quanto stava accadendo nella...



  • 23 Dic 2017

    Ero cras

    Il Settenario di Natale alla Porziuncola