MERCOLEDÌ della IV sett. di Pasqua S. MARCO, evangelista – FESTA (rosso)
mercoledì, 25 aprile 2018
Vestizioni e inizio del Noviziato a San Damiano 09 Set 2016

Rivestitevi di Cristo

«Rendiamo grazie a Dio. Congratulandoci con voi, vi accogliamo nella nostra fraternità, perché possiate fare esperienza della vita dei Frati Minori».

Con queste parole p. Claudio Durighetto, Ministro Provinciale dei Frati minori dell’Umbria, si è rivolto ieri pomeriggio a Giuseppe, Nicola e Rosario, che concluso l’anno di Postulato a Monteluco hanno chiesto di vestire l’abito francescano ed iniziare il Noviziato a San Damiano. Condividerà con loro questo anno di formazione fr. Andrea, della Provincia delle Marche, che ha vestito l’abito sabato scorso, il 3 settembre.

Il sobrio rito della Vestizione si è celebrato ieri, tra le 16 e le 17, nella chiesetta di San Damiano, in forma riservata, alla presenza dei familiari e di numerosi frati della Provincia Serafica. Dopo un breve saluto, l’interrogazione del Ministro e la risposta dei postulanti, si è svolta la liturgia della Parola. Conclusa l’omelia, il Ministro ha asperso i panni della prova e i cingoli e li ha consegnati ai candidati, che sono stati affidati al Maestro, p. Pietro Gasparri. L’ingresso nella comunità è stato suggellato dall’abbraccio di pace e dal bacio del Crocifisso. Insieme abbiamo pregato il Padre per i novizi e, a conclusione della celebrazione, abbiamo ricevuto la solenne benedizione.

«Rendiamo grazie a Dio. Congratulandoci con voi, vi accogliamo nella nostra fraternità, perché possiate fare esperienza della vita dei Frati Minori». In queste parole si riassume il senso della vestizione.

Rendiamo grazie Dio: perché ogni vocazione è un dono di Dio, un dono tanto per la persona chiamata, quanto per la Chiesa e per il mondo. Un dono che non possiamo mai dare per scontato, che sempre dobbiamo invocare, secondo il comando di Gesù stesso: «pregate il padrone della messe, perché mandi operai nella sua messe».

Congratulandoci con voi…: nella consacrazione è dono non solo la chiamata, ma anche la risposta: mai l’uomo è più profondamente se stesso, più radicalmente libero di quando, «deposto tutto ciò che è di peso e il peccato che ci intralcia», decide di rispondere: «ecco io vengo, per fare, o Dio, la tua volontà», come Gesù, come Maria, come Francesco a San Damiano.

Vi accogliamo nella nostra fraternità: vestire l’abito francescano non è un fatto individuale, perché la vocazione ci raggiunge nella Chiesa, e in una ben concreta comunità di fratelli; e sempre nella Chiesa e in questa fraternità si realizza la risposta.

…perché possiate fare esperienza della vita dei Frati Minori: è questo lo scopo dell’anno di Noviziato, fare esperienza di una vita, di un modo di pensare, di sentire, di scegliere, di agire. Recita l’incipit della Regola bollata: «La regola e vita dei frati minori è questa, cioè osservare il santo Vangelo del Signore nostro Gesù Cristo, vivendo in obbedienza, senza nulla di proprio e in castità». Il segno di questa vita è il saio, l’abito francescano. Vestirlo esprime il desiderio di rivestirsi di Cristo, dei suoi sentimenti di tenerezza, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di magnanimità; soprattutto rivestirsi della sua carità, come ci ha ricordato la lettura di Col 3, 8-17. Rivestirsi di Cristo significa rimanere in lui, nel suo amore, innestati nella comunione d’amore della Santissima Trinità, e poi andare e portare frutto: così ci insegna Gesù nel Vangelo (Gv 15, 9-17).

Il saio ha quindi forma di croce, perché è nella croce che il chicco di frumento caduto in terra muore per portare frutto; è nella croce che Gesù ci ha amati «fino alla fine»; è nella croce che Gesù «mi ha amato e ha dato se stesso per me»; perché è il ricordo della Passione del Signore che a San Damiano fu impresso a tratti profondi nel cuore di Francesco; e la sua anima cominciò a struggersi per le parole del Diletto (cfr Trattato dei miracoli 2, FF 826).

Nella festa della Natività della B.V. Maria affidiamo a Lei, madre e modello della vita consacrata, il cammino di questi fratelli.



anno della prova inizio noviziato Rivestitevi di Cristo san damiano vestizioni

Articoli correlati

15 Giu 2017

Sempre più al servizio dei pellegrini

Pubblicato il nuovo sito del Santuario di San Damiano
14 Giu 2017

A San Damiano: le tradizioni sulle Indulgenze, e su altre notiziole

Santa Chiara e la storicità del Perdono
20 Apr 2017

Incontro con il Crocifisso di San Damiano

Riflessioni teologico liturgiche
01 Ott 2016

Celebrazioni al Santuario di San Damiano

In onore di San Francesco
27 Set 2016

L’autorità al servizio dell’umanità

Incontro del Min. gen. con i Definitori, Guardiani e Formatori della Provincia umbra
11 Ago 2016

Le nozze regali di Chiara

Veglia di preghiera a San Damiano