News > Rivestitevi di Cristo

09/09/2016 11:33
Vestizioni e inizio del Noviziato a San Damiano


«Rendiamo grazie a Dio. Congratulandoci con voi, vi accogliamo nella nostra fraternità, perché possiate fare esperienza della vita dei Frati Minori».

Con queste parole p. Claudio Durighetto, Ministro Provinciale dei Frati minori dell’Umbria, si è rivolto ieri pomeriggio a Giuseppe, Nicola e Rosario, che concluso l’anno di Postulato a Monteluco hanno chiesto di vestire l’abito francescano ed iniziare il Noviziato a San Damiano. Condividerà con loro questo anno di formazione fr. Andrea, della Provincia delle Marche, che ha vestito l’abito sabato scorso, il 3 settembre.

Il sobrio rito della Vestizione si è celebrato ieri, tra le 16 e le 17, nella chiesetta di San Damiano, in forma riservata, alla presenza dei familiari e di numerosi frati della Provincia Serafica. Dopo un breve saluto, l’interrogazione del Ministro e la risposta dei postulanti, si è svolta la liturgia della Parola. Conclusa l’omelia, il Ministro ha asperso i panni della prova e i cingoli e li ha consegnati ai candidati, che sono stati affidati al Maestro, p. Pietro Gasparri. L’ingresso nella comunità è stato suggellato dall’abbraccio di pace e dal bacio del Crocifisso. Insieme abbiamo pregato il Padre per i novizi e, a conclusione della celebrazione, abbiamo ricevuto la solenne benedizione.

«Rendiamo grazie a Dio. Congratulandoci con voi, vi accogliamo nella nostra fraternità, perché possiate fare esperienza della vita dei Frati Minori». In queste parole si riassume il senso della vestizione.

Rendiamo grazie Dio: perché ogni vocazione è un dono di Dio, un dono tanto per la persona chiamata, quanto per la Chiesa e per il mondo. Un dono che non possiamo mai dare per scontato, che sempre dobbiamo invocare, secondo il comando di Gesù stesso: «pregate il padrone della messe, perché mandi operai nella sua messe».

Congratulandoci con voi…: nella consacrazione è dono non solo la chiamata, ma anche la risposta: mai l’uomo è più profondamente se stesso, più radicalmente libero di quando, «deposto tutto ciò che è di peso e il peccato che ci intralcia», decide di rispondere: «ecco io vengo, per fare, o Dio, la tua volontà», come Gesù, come Maria, come Francesco a San Damiano.

Vi accogliamo nella nostra fraternità: vestire l’abito francescano non è un fatto individuale, perché la vocazione ci raggiunge nella Chiesa, e in una ben concreta comunità di fratelli; e sempre nella Chiesa e in questa fraternità si realizza la risposta.

…perché possiate fare esperienza della vita dei Frati Minori: è questo lo scopo dell’anno di Noviziato, fare esperienza di una vita, di un modo di pensare, di sentire, di scegliere, di agire. Recita l’incipit della Regola bollata: «La regola e vita dei frati minori è questa, cioè osservare il santo Vangelo del Signore nostro Gesù Cristo, vivendo in obbedienza, senza nulla di proprio e in castità». Il segno di questa vita è il saio, l’abito francescano. Vestirlo esprime il desiderio di rivestirsi di Cristo, dei suoi sentimenti di tenerezza, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di magnanimità; soprattutto rivestirsi della sua carità, come ci ha ricordato la lettura di Col 3, 8-17. Rivestirsi di Cristo significa rimanere in lui, nel suo amore, innestati nella comunione d’amore della Santissima Trinità, e poi andare e portare frutto: così ci insegna Gesù nel Vangelo (Gv 15, 9-17).

Il saio ha quindi forma di croce, perché è nella croce che il chicco di frumento caduto in terra muore per portare frutto; è nella croce che Gesù ci ha amati «fino alla fine»; è nella croce che Gesù «mi ha amato e ha dato se stesso per me»; perché è il ricordo della Passione del Signore che a San Damiano fu impresso a tratti profondi nel cuore di Francesco; e la sua anima cominciò a struggersi per le parole del Diletto (cfr Trattato dei miracoli 2, FF 826).

Nella festa della Natività della B.V. Maria affidiamo a Lei, madre e modello della vita consacrata, il cammino di questi fratelli.







Articoli correlati


26/07/2017  11:56
Per quelli che perdonano per lo tuo amore
Il Cantico delle Creature e la strofa sul perdono

20/06/2017  11:10
Festa del Voto 2017
Programma arricchito dallo Spirito di Assisi

15/06/2017  19:01
Sempre più al servizio dei pellegrini
Pubblicato il nuovo sito del Santuario di San Damiano

14/06/2017  08:01
A San Damiano: le tradizioni sulle Indulgenze, e su altre notiziole
Santa Chiara e la storicità del Perdono

03/05/2017  
MERCOLEDÌ della III sett. di Pasqua
Ss. FILIPPO e GIACOMO, apostoli – FESTA (rosso)

20/04/2017  11:51
Incontro con il Crocifisso di San Damiano
Riflessioni teologico liturgiche