LUNEDÌ della IV sett. di Pasqua BEATO EGIDIO DI ASSISI, RELIGIOSO I O. – MEMORIA (bianco)
lunedì, 23 aprile 2018
1500 giovani al Capodanno ad Assisi 01 Gen 2018

Vivi con gioia… nella tua Terra!

1500 giovani da tutta Italia, gruppi parrocchiali, amici e tanti ragazzi alla loro prima esperienza ad Assisi ad un “Capodanno alternativo” fatto di ascolto della Parola, musica, preghiera e testimonianze.

Anche questo 2017 è stato salutato benedicendo Dio per tutto quello che ci ha donato e con la fiducia in quello che vuole realizzare nella nostra vita, “nella tua terra”! È stato proprio questo il tema di quest’anno, un viaggio per scoprire il desiderio di Dio su ciascuno: ricondurci nella nostra terra, quella della nostra felicità, della promessa di Dio.

La serata si è articolata in tre momenti: Il primo, in Porziuncola, è stato un momento di ascolto della Parola del “giovane ricco”. “Il Signore vuole ricondurvi nella vostra terra”, con queste parole p. Antonello Medda ha invitato i giovani a ripartire da questo desiderio di Dio su ciascuno, “desiderio – ha continuato – che si estende ad essere ciascuno voi, persone che conducono altri nella loro terra”. Sono stati consegnati ai giovani quattro verbi: Ama, Sogna, Credi Spera come quattro strumenti per vivere felici nella propria storia, che è lo spazio in cui questa promessa si realizza.

Il secondo momento, al Palasport, è stato il momento della festa, dei balli e della musica, ma anche – attraverso alcuni video – di riflettere sull’essere un dono prezioso, creta plasmata da Dio in modo unico e meraviglioso e chiamata ad essere nel mondo “speranza viva”. È stata la testimonianza di vita di fr. Aldo Festa a mostrare ai giovani come Dio davvero riconduce ciascuno nella “propria terra” e come questa – questo il messaggio lanciato da fr. Aldo – può essere trasformata da terra di desolazione a terra fiorita e feconda di frutti sempre nuovi.

L’ultimo momento – culmine e sintesi – la Celebrazione Eucaristica in Basilica presieduta da p. Graziano Malgeri. “La Vergine Maria è la terra che Dio ha scelto per incarnarsi”, così p. Graziano – riprendendo un sermone di S. Agostino – ha spiegato ai giovani come la Verità, Dio fatto carne, ha scelto la “terra” che è la Vergine Maria, che è la storia, che è il Presepe che altro non è che la nostra povera storia che Dio, in Gesù Eucarestia, abita ogni volta che lo mangiamo”.

Il mandato ai giovani è stato infine quello di un “discepolato adulto” perché – ha concluso – “Madre di Dio non è semplicemente un ‘titolo’dato alla Vergine ad Efeso nel 431 ma la condizione che ciascuno di voi giovani può e deve vivere portando Gesù nel grembo della vostra vita e alle persone che vi incontreranno fuori da questa chiesa e che vi chiederanno ragione della vostra gioia”.



Aldo Festa Antonello Medda Capodanno Giovani Graziano Malgeri SOG

Articoli correlati

21 Apr 2018

Giornata regionale della Vita Consacrata

Il 26 maggio a Collevalenza
11 Apr 2018

Quello che i genitori non dicono

Dieci istruzioni (dalla Bibbia) per i giovani
09 Apr 2018

Il Discepolo amato scrive ai giovani

Un contributo biblico al prossimo Sinodo dei Vescovi
17 Mar 2018

Accompagnare la fede dei giovani oggi

Giornata di studio in vista del Sinodo sui giovani
16 Mar 2018

C'è altro...vieni e vedi!

Continua la missione a Villafranca Padovana
13 Mar 2018

Lieti nella speranza

Esperienza di servizio in Albania
23 Apr 2018

Condividere la gioia di essere fratelli e figli della bella Famiglia Francescana

Sabato mattina, 21 aprile alle 8.30, le Case di Formazione della Provincia si sono ritrovate a San Damiano per iniziare una delle giornate vissute insieme nell’arco dell’anno. In particolare erano presenti i postulanti da Monteluco, i novizi da San Damiano, i post-novizi di Farneto e gli studenti...



  • 04 Apr 2018

    Rimanete in me

    Corso di esercizi liturgico-spirituali sui Misteri della Luce