VENERDÌ della V sett. di Pasqua DEDICAZIONE DELLA BASILICA PAPALE DI S. FRANCESCO IN ASSISI – FESTA (bianco)
venerdì, 24 maggio 2019
Anticipazione dai Media cattolici umbri 25 Set 2013

«Voglio spiegare come la Chiesa si deve spogliare»

A partire da giovedì 26 settembre nel “primo piano” di «chiesainumbria.it» saranno pubblicati articoli con interviste e fotogallery e trasmessi da «Umbria Radio» degli speciali sui luoghi che Papa Francesco visiterà. Di seguito, in sintesi, un’anticipazione di uno di questi servizi, dedicato all’incontro nella Sala della “Spoliazione di San Francesco” del Vescovado.

PER LA PRIMA VOLTA UN PAPA NELLA SALA DELLA “SPOLIAZIONE”: «VOGLIO SPIEGARE COME LA CHIESA SI DEVE SPOGLIARE, CIOE’ COME DEVE RISCOPRIRE IL MESSAGGIO DI FRANCESCO»

Il luogo dove Francesco d’Assisi si è donato totalmente a Dio e alla sua Chiesa, spogliandosi di tutti i suoi averi per darli a coloro che ne erano privi, un gesto così radicale ed unico nella storia della Chiesa, sarà una delle mete dell’imminente visita di Papa Francesco ad Assisi. Si tratta della sala della “Spoliazione di San Francesco”, nel Vescovado di Assisi, adiacente alla basilica di Santa Maria Maggiore, l’antica cattedrale della città serafica. In questa sala, il 4 ottobre, Papa Francesco incontrerà diverse persone che vivono difficili situazioni di bisogno materiale ed interiore, accolte dalle Caritas diocesane dell’Umbria, e sarà anche il primo pontefice nella storia ad entrare nella sala della “Spoliazione”. Come ha già anticipato il Papa all’arcivescovo mons. Domenico Sorrentino, che l’ha invitato a visitare questo luogo, verrà a «spiegare come la Chiesa si deve spogliare, cioè deve riscoprire il messaggio di Francesco».

Per comprendere a fondo il significato della spoliazione di Francesco, mons. Sorrentino, nel suo libro dal titolo Complici dello Spirito. Il giovane Francesco e il vescovo Guido (edizioni Frate Indovino, Perugia 2009), ci offre un’interessante “meditazione” su ciò «che si consumò al vescovado», e scrive, tra le varie considerazione, di «una conquista di libertà. Sconfitto il dio-denaro, è finita una prigionia dorata. Tutto diventa dono. Tutto è motivo di lode. Tutto si veste di fraternità: frate sole, sorella luna… E dalla singolare protesta “anti-economica” del figlio di un commerciante, nascerà una nuova economia, incardinata su “madonna povertà”, principio di una sobrietà solidale, che metterà i figli di Francesco, nei secoli, a fianco dei poveri, persino con istituzioni di tipo bancario come quelle dei Monti di pietà. Il giudizio in casa del vescovo è lo spartiacque definitivo nella vita di Francesco. Non è soltanto deciso il rapporto con il padre. E’ insieme definito il rapporto con la Chiesa. Pullulavano allora evangelismi ereticali - si pensi ai catari -, che in nome della coerenza evangelica e della povertà mettevano sotto accusa non solo la vita dei pastori indegni, ma la stessa loro autorità. Francesco fa una scelta di campo, che è innanzitutto una scelta di fede».

Dalle parole di Giorgio Pallucco, direttore della Caritas diocesana di Spoleto-Norcia e delegato regionale Caritas, raccolte ai microfoni di «Umbria Radio», si coglie la «grande trepidazione» delle stesse Caritas dell’Umbria per l’attesa dell’incontro con il Santo Padre. «Credo che Papa Francesco – commenta Pallucco –, nella sua continua e incessante attenzione alle povertà, non solo economiche, che scandiscono il nostro tempo, voglia lanciarci tre messaggi importanti: la grazia e il privilegio di incontrare Gesù nel volto dei poveri, che ogni giorno incrociano le nostre strade; l’ammonimento che i poveri, come Gesù, raccontato dall’evangelista Giovanni, ci insegna “li avrete sempre con voi”; la carità, attraverso il servizio ai poveri, edifica la Chiesa: non è la Chiesa che fa la Carità, ma è la Carità che fa la Chiesa».



Chiesa Papa Francesco Spogliazione

Articoli correlati

11 Mag 2019

“Economy of Francesco”. Patto comune per una nuova economia

Papa Francesco ad Assisi dal 26-28 marzo 2020 per ri-animare l'economia a partire dai giovani
20 Apr 2019

Restate uniti alla croce, su di essa poggia il fondamento della Chiesa

Celebrazioni del Venerdì santo in Porziuncola
08 Apr 2019

Cari ragazzi, la Chiesa ha bisogno di voi per affrontare la Nuova Evangelizzazione

Santa messa del presidente della Cei per la traslazione del venerabile Acutis
01 Apr 2019

Il Papa in Marocco per mantenere viva la speranza

Intervista a fra Pietro Messa, preside della Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani
30 Mar 2019

I primi francescani in Marocco

Una pagina storica controversa
08 Mar 2019

Per un'ecologia integrale

In difesa della casa comune
Leggi altre notizie dallo speciale

23 Mag 2019

Il mio amico Odis

«Queste pagine raccontano una storia vera, dura, difficile, ma ho avvertito la necessità di divulgarla perché – paradossalmente – ha arricchito la mia vita di uomo e di sacerdote. La storia di un incontro che mai avrei ritenuto possibile e che mi ha fatto entrare in contatto diretto con la...