MARTEDÌ della XI sett. del T.O. FERIA (verde)
martedì, 19 giugno 2018
Devozione mariana e grande festa a Umbertide 06 Set 2017

8 settembre, Nascita della Vergine

Riportiamo un articolo, scritto da Fabrizio Ciocchetti per La Voce, relativo alla devozione mariana nella terra alto tiberina, ed in particolare alle celebrazioni per la Natività di Maria, festa patronale per la città di Umbertide, a cui prenderà parte la rinnovata Comunità dei Frati Minori del Convento di S. Maria della Pietà: il nuovo parroco p. Gianluca Iacomino, p. Gianpaolo Fabaro, vice parroco e cappellano presso l’attiguo ospedale, e p. Alberto Spiccalunto, operatore pastorale.

La devozione mariana nella città altotiberina ha radici lontane e ben radicate. Si può far risalire addirittura alla metà del ‘500, allorché la figlia di Orlandino Vibi, nobile perugino, storpia e incapace di camminare, ebbe una apparizione della Vergine davanti all’immagine ora venerata della “Madonna della Reggia”, la quale come segno prodigioso operò la strepitosa guarigione della fanciulla, tanto che all’improvviso essa “si trovò libera e sana e camminò francamente”.

Altri numerosi miracoli avvennero nel periodo e la città di Umbertide vista la vicinanza dell’avvenimento – 14 settembre 1556 – con la data della Natività di Maria, continuò a perpetrare tale memoria in occasione  di questa festa liturgica. Questo miracolo attribuito alla Madonna della Reggia, provocò anche due grandi fati storici : il cambio del patrono cittadino (da Sant’Erasmo alla Madonna della Reggia) e l’edificazione di un grande edificio sacro in suo onore.

La devozione mariana è talmente radicata nella città che, perfino nello stemma civico, il motto araldico è “Fracta Oppidum Virginis”, cioè “Fratta città della Vergine”.

Quest’anno don Pietro Vispi, parroco della Collegiata e vero e proprio “deus ex machina” degli eventi religiosi che si sono svolti in Collegiata per la ricorrenza, ha dato vita ad un programma diverso dal solito, comprendente una tre giorni (4-5-6 settembre) di catechesi mariane sulla “Devozione e l’arte dagli apocrifi”; il 7 settembre la Processione per le vie della città, i Vespri della Madonna e l’8 il programma consueto con le messe alle 9 e alle 11.30 (quest’ultima presieduta dal Vescovo Mario Ceccobelli). Un invito ai frattegiani a solennizzare la Patrona cittadina.



Alberto Spiccalunto Devozione Gianluca Iacomino Gianpaolo Fabaro Mario Ceccobelli Natività Santa Maria Umbertide

Articoli correlati

09 Mar 2018

Vita da sante

XVI Convegno di Greccio su “storia, arte e devozione fra Lazio e Abruzzo nei secoli X-XVI”
22 Feb 2018

La festa della lingua di Sant’Antonio

Storia di un evento prodigioso e della sua devozione
22 Nov 2017

Sovvenire, un aiuto concreto alla Chiesa

Convegno il 24 novembre per saperne di più
01 Ott 2017

Seminare la Parola di Dio fra la gente

Intervista a fra Gianluca Iacomino, di Fabrizio Ciocchetti
30 Set 2017

Mons. Luciano Paolucci Bedini è il nuovo vescovo di Gubbio

Succede a mons. Mario Ceccobelli
29 Set 2017

San Francesco, pellegrino sul Gargano

La devozione del Poverello per il principe San Michele
17 Giu 2018

20° anniversario della morte del venerabile Vittorio Trancanelli

Il noto medico chirurgo Vittorio Trancanelli, ora venerabile, morto il 24 giugno 1998, giorno in cui la Chiesa celebra la festa liturgica di san Giovanni Battista, il (1944-1998), mise in pratica il Vangelo del buon samaritano in sala operatoria e nella vita, fondando l’associazione “Alle Querce di Mamre” per madri...