VENERDI della XXIV sett. del T.O. SS. ANDREA KIM TAE-GŎN e compagni, martiri – MEMORIA (rosso)
venerdì, 20 settembre 2019
Reginella santa 25 Gen 2014

Beatificata a Napoli Maria Cristina di Savoia

È stata proclamata Beata oggi a Napoli la regina delle due Sicilie, Maria Cristina di Savoia, moglie del re Ferdinando II di Borbone. Il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, ha presieduto stamani la Messa di beatificazione nella Basilica di Santa Chiara dei Frati Minori, definendo la nuova Beata “autentica regina della carità”.

Reginella santa. Era questo il modo in cui i napoletani, nei primi anni Trenta dell’800, chiamavano Maria Cristina di Savoia morta a soli 24 anni dopo aver partorito Francesco II, ultimo re di Napoli. Bellezza, cultura, una solida formazione cristiana la rendevano una sposa ambita e quando si unì in matrimonio con Ferdinando II di Borbone si capì che il destino di quel regno sarebbe cambiato di lì a poco. Decise infatti, d’accordo con il re, di destinare parte del denaro per i festeggiamenti delle nozze per dare una dote a 240 spose.

Il cardinale Angelo Amato: "La sua intercessione presso il sovrano ottenne a molti condannati la commutazione della pena di morte. Incentivò l'arte del corallo a Torre del Greco e diede impulso alla riattivazione delle seterie di San Leucio di Caserta a bene dei coloni del posto, le cui famiglie ricevettero casa, lavoro, una chiesa e la scuola obbligatoria".

Una giovane donna che aveva capito come la ricchezza vera sia quella del cuore. Un messaggio che arrivò chiaramente ai poveri, agli ultimi, e che le aprì la strada verso la santità: "La beatificazione della regina Maria Cristina di Savoia mostra che la porta stretta della santità può essere varcata da tutti, grandi e piccoli, ricchi e poveri, uomini e donne, sacerdoti e laici, perché l'essenziale della santità consiste nell'amare Dio e il prossimo con tutte le proprie forze".

Una testimonianza cristiana più che mai attuale. La sua vita è una risposta alla tendenza di rendere i vizi virtù e di lasciarsi andare al torpore della mediocrità e del male. “Sono i santi come la Beata Maria Cristina di Savoia – afferma il cardinale Amato – a risvegliare il mondo”: "I Santi rimettono le cose a posto, mostrando come la povertà, la mitezza, la purezza, la giustizia, la pace, la condivisione siano beatitudini, che edificano la società rendendola più sana e più umana. I Santi bonificano la società dall'inquinamento dei vizi, restituendo valore alla virtù e dignità alla vita".

Fonte: sito NEWS.VA



Angelo Amato Beatificazione Maria Cristina di Savoia Napoli

Articoli correlati

30 Gen 2018

Teologi non di professione, ma per missione

Papa Francesco e Raimondo Lullo
21 Gen 2018

Coniugare il buono con il bello

Nella sapienza dei santi come la beata Maria Cristina di Savoia
29 Nov 2017

Da Ludovico d’Angiò a San Ludovico di Tolosa

I testi e le immagini
27 Nov 2017

Beato Francesco Solano Casey OFM Capp

Omelia del card. Amato
28 Feb 2017

Franciscus Liturgicus

Testi e immagini
28 Ago 2019

Guatemala, anno Domini 1981

Padre Tullio Maruzzo – al secolo Marcello – sacerdote professo dell’Ordine dei Frati Minori e Luis Obdulio Arroyo Navarro, il suo giovane catechista, dell’Ordine francescano secolare, uccisi insieme “in odium fidei” il primo luglio 1981 mentre tornavano in parrocchia dopo un incontro di catechesi.