XV DOMENICA DEL T.O. (verde)
domenica, 15 luglio 2018
Un nuovo sito per l’Eremo delle Carceri 14 Lug 2016

Cuore verde del francescanesimo

Sulla montagna appena sopra Assisi, nella gola chiamata anticamente Maloloco , si colloca uno dei più splendidi luoghi francescani, l’Eremo delle Carceri.

Il Santuario custodisce la Grotta scelta dal Poverello come luogo di preghiera e di ritiro. Il nome stesso “Carceri” è indicativo del modo di dire di quel tempo dove il “se carcerare” era sinonimo di volontaria segregazione dal mondo per permettere a Dio, nel silenzio e nella preghiera, di trovare uno spazio libero nel cuore dell’uomo. Francesco vi arriva per la prima volta dopo la prigionia e il sogno di Spoleto: egli “portava con sé un amico in posti adatti al raccoglimento dello spirito, rivelandogli di aver scoperto un tesoro grande e prezioso”.

Il Regno di Dio, simile ad un tesoro nascosto in un campo (Mt 13, 44) è qui ricercato da Francesco continuamente, anche dopo la sua conversione e l’Eremo rimarrà luogo di grazia e di consolazione, ma anche di lotta e di prova, perché lo spirito diventi sempre più pronto ad accogliere l’amore di Dio e donarlo nella predicazione della Parola e nella carità fattiva.

Attualmente il Santuario delle Carceri, è custodito da cinque Frati Minori per l’accoglienza dei numerosi pellegrini che salgono a pregare e a visitare il luogo o a celebrare con i loro sacerdoti; l’Animazione liturgica, scandisce i vari momenti della giornata offrendo la possibilità ai fedeli di pregare insieme alla comunità religiosa.

Da oggi, la Fraternità dell’Eremo si è dotata di un ulteriore prezioso strumento: un sito internet completamente rinnovato nella grafica e nei contenuti. Un modo per svolgere sempre meglio, nella semplicità, il servizio dell’annuncio e dell’intercessione, consapevoli dell’insostituibilità dell’incontro che ci fa scoprire fratelli, figli dell’unico Padre. L’indirizzo del sito è www.eremodellecarceri.it.

Nelle attività del Santuario i frati sono coadiuvati dalle Clarisse Missionarie del Santissimo Sacramento presenti fin dal 1980 con una fraternità di tre suore. L’Eremo delle Carceri rimane un luogo di semplicità e di silenzio, di contatto con se stessi e con il Creato, per favorire l’unica cosa necessaria: l’ascolto della parola di Dio, il contatto vivo con Lui, perché ogni uomo e donna possa arrivare a dire, nello stupore dello scoprirsi amati gratuitamente: Ti adoriamo, Signore Gesù Cristo, qui e in tutte le tue chiese che sono nel mondo intero e ti benediciamo perché con la tua santa croce hai redento il mondo (San Francesco, Testamento).



Creato Eremo delle Carceri Preghiera Silenzio

Articoli correlati

09 Lug 2018

Padre nostro: Piccola guida per capire cosa stai chiedendo

p.Matteo Munari ofm e un libro per una preghiera “efficace”
04 Lug 2018

Coltivare l’alleanza con la terra

Messaggio per la 13^ Giornata Nazionale per la Custodia del Creato
15 Giu 2018

Vicinanza alla famiglia di Stefano e al Vescovo di Tortona, p. Vittorio Viola

Messaggio del Ministro provinciale ai frati, alle clarisse e ai terziari OFS e GiFra
19 Mag 2018

Preghiera e digiuno per la pace e la giustizia in Terra Santa

Richiesta dal Custode di Terra Santa ed estesa dal Ministro generale a tutti i Frati
09 Mag 2018

Famiglia e Creato in cammino insieme

Festa della Famiglia con p.Giulio Michelini e fra Alessandro Brustenghi
14 Lug 2018

Casa Papa Francesco, una casa per i poveri

Dal mese di settembre del 2014, una piccola comunità di Frati Minori vive prestando servizio in una struttura di Santa Maria degli Angeli: andiamo a conoscerla. Attualmente ne fanno parte fr. Stefano Tondelli, fr. Danilo Cruciani e fr. Nazareno Romito. Come nasce questa comunità? E come mai tre giovani frati vivono...