A San Damiano: Veglia nel Transito di Santa Chiara 11 Ago 2017

Donna di speranza certa

Nella suggestiva cornice notturna del Santuario di San Damiano, luogo in cui Chiara – come recitava una delle antifone proclamate nella Veglia – “per 42 anni ruppe l’alabastro del suo corpo, affinché la chiesa si riempisse della fragranza dei suoi aromi”, la fraternità e i numerosissimi fedeli, hanno sostato in preghiera facendo memoria del suo Transito.

Qui Chiara, l’11 agosto del 1253, dopo una lunga malattia, e dopo una lunga battaglia per l’approvazione della Regola, rende l’anima al Dio che riconosce come Creatore e Custode.

Prendendo spunto proprio dall’iter di approvazione della Regola, p. Gianpaolo Masotti, Guardiano di San Damiano che ha presieduto la veglia, ha parlato della speranza che ha spinto Chiara a lottare per difendere quella sua intuizione di avere come unico privilegio, quello di non possedere nulla se non la povertà.

“Chiara – ha detto p. Gianpaolo – è una donna di speranza, di quella virtù cristiana che ci insegna ad avere pazienza nelle cose che non comprendiamo, certi che c’è una benedizione di Dio che si manifesterà al tempo opportuno.

Questa speranza Chiara l’ha imparata dalla contemplazione di Gesù, Colui che, certo che dare la vita non è perderla, l’ha donata fino alla fine.

Dal giorno del nostro battesimo, è lo Spirito Santo a infondere nei nostri cuori questa speranza ed è per questo – ha concluso – che vogliamo chiedere per tutti noi una nuova effusione dello Spirito Santo”.

La Veglia si è conclusa con un gesto significativo: la folla di fedeli si è recata processionalmente nel dormitorio di S. Chiara e, passando per il punto in cui è morta, ha raggiunto il chiostro dove ha ricevuto la solenne benedizione con una reliquia della vergine d’Assisi.



Gianpaolo Masotti Preghiera San Damiano Santa Chiara Speranza Transito di San Francesco Veglia

Articoli correlati

20 Gen 2022

Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani

Dal 18 al 25 gennaio
17 Gen 2022

“Un’esperienza che cambia la vita e dona libertà”

Alberto racconta i giorni del Capodanno 2022 trascorsi con i frati del SOG
17 Gen 2022

Il vino nuovo della gioia

Inizio del cammino di postulato con i Frati minori per sei giovani
14 Gen 2022

La gioia cosa molto seria

Perché la mia gioia sia in voi
07 Gen 2022

Giornata Mondiale del Malato: tenere insieme misericordia e medicina

Intervista a fr. Andrea Dovio sul Messaggio di Papa Francesco per la XXX Giornata Mondiale del Malato
03 Gen 2022

Con la forza dello Spirito Santo

Capodanno 2022 alla Porziuncola
17 Gen 2022

Il vino nuovo della gioia

Inizio del cammino di postulato con i Frati minori per sei giovani