LUNEDÌ della XXIX sett. del T.O. FERIA (verde)
lunedì, 22 ottobre 2018

San Francesco - MONTELUCO

Image

Con Maria, Mater Misericordiae


Il beato Leopoldo, al termine di ogni predicazione, sollecitava a confessare i propri peccati, ma in alcuni casi ci volle proprio un miracolo, o meglio l’intervento della Vergine Maria da lui invocata quale “Madre di misericordia”. Infatti mostrava a tutti un quadro in cui la Madonna con la destra presenta Gesù e con la sinistra incoraggia un giovane a confidare nella misericordia raffigurata dalla piccola croce che il Bambino gli presenta.

Ecco quanto attesta in proposito egli stesso nel Diario delle missioni:

“Un giovane, che da molto tempo taceva peccati nefandi in Confessione, risolvé di fare la confessione generale; la Domenica immediate seguente, che feci la predica della Madonna propose di nuovo, ma poi si pentì, e prima d’andare a dormire risolve di non farla, ma bensì di fare un altro sacrilegio nella santa comunione generale. Appena addormentato fece questo sogno, che certamente dagl’effetti dovette essere una visione.

Gli parve di camminare per una strada tutta fangosa, ed assai lorda, e nel mezzo d’essa incontrò un brutto serpente con quattro piedi, che lo atterrì, e fermò in maniera, che non poteva più muoversi né avanti né indietro. Intanto cominciò ad’invocare il Nome Santissimo di Maria, e gli pareva di vomitare dalla bocca serpenti, che colle mani buttava via, e finalmente gli comparve un bellissimo giovane, che con un altro serpente in cima a una canna faceva prova di cacciarglielo nella gola, ed egli più, che mai spaventato seguitò ad invocare Maria, ed ecco, che gli apparisce una gran Signora in mezzo ad uno splendore, e qui tutta disparendo la visione, si risvegliò assai spaventato, e la mattina seguente venne a fare la confessione generale con molta contrizione.”

Il Trasimeno: un lago per amico

Tanti avvenimenti della vita di San Francesco e dei frati che hanno seguito il Signore sulle sue orme

Francesco il misericordioso

La sfida della fraternità

La Chiesa, comunità di perdonati, accoglie e perdona

3^ meditazione del Triduo in preparazione alla Solennità del Perdono di Assisi

Lasciatevi riconciliare con Dio

2^ meditazione del Triduo in preparazione alla Solennità del Perdono di Assisi

Santi perché perdonati

1^ meditazione del Triduo in preparazione alla Solennità del Perdono di Assisi

Sempre si amino reciprocamente

Riflessioni su temi di vita francescana: La fraternità

Come Raggiungerci



Indicazioni stradali

In auto: Superstrada Flaminia (SS 3) fino a Spoleto all’incrocio per Monteluco; svoltare a destra (se provenite da Terni) o a sinistra (provenendo da Foligno); proseguite per 7 km fino a Monteluco.

In treno: FS Roma-Ancona fermata Spoleto; uscendo a sinistra partenza dei bus dal piazzale della stazione FS.

Orari della Comunità


Giorni feriali
Lodi 6.45
Giovedì: Adorazione 7.15
Ufficio delle Letture e Ora Media 12.30
Vespri 18.00
S. Messa 18.15 (dal lunedì al venerdì)

Sabato
S. Messa 7.15
Vespri e Adorazione 18.00

Domenica
Lodi 7.30
Messa 10.30
Ora Media 12.45
Vespri e Adorazione 18.00

Agosto - Domenica:
Messa 19.00


Orari di Apertura del Santuario
Mattina 9.00-12.00
Pomeriggio 15.00 - 18.00

Accoglienza & Contatti


Convento S. Francesco di Monteluco
06049 SPOLETO (PG)
Tel. e Fax 0743.40711
conventomonteluco@gmail.com

Tel. Postulato: 0743.40735

La comunità accoglie in prevalenza gruppi per Esercizi Spirituali organizzati.

Inoltre, concordando preventivamente con il padre Guardiano, è possibile (per frati, sacerdoti e giovani) trascorrere giornate di ritiro, preghiera e silenzio.