GIOVEDÌ della XXV sett. del T.O. Feria (verde)
giovedì, 24 settembre 2020
Piccoli che hanno creduto e testimoniato il Vangelo 17 Gen 2014

Festa dei protomartiri francescani nel Santuario Antoniano in Terni

Per questo diciamo queste cose principalmente a te, per condurre te e i tuoi sulla via della verità, nella quale finalmente possiate essere salvi”. A tali parole il re pieno d’ira ordinò di troncare loro la testa. I frati allora con la gioia sul volto, mentre venivano allontanati dalla sua presenza si dicevano l’un l’altro: “Orsù fratelli! Abbiamo trovato quello che cercavamo: siamo costanti e non temiamo di morire per Cristo!”.
(dalla Passio Sanctorum Martyrum fratrum Berardi, Petri, Adiuti, Accursii, Othonis in Marochio martyrizatorum)

I Protomartiri Francescani, conosciuti anche come i Primi Martiri Francescani sono cinque frati che, nel 1219, furono mandati da San Francesco in missione in Africa Settentrionale perché potessero evangelizzare gli infedeli.

I loro nomi sono Berardo, Pietro, Adiuto, Accursio e Ottone.

Ma cos’è che rende speciali questi frati? Il loro desiderio, come lo è stato anche per Francesco d’Assisi, di dare la propria testimonianza di fede ad un popolo che non aveva conosciuto il Vangelo. Una testimonianza che a loro ha richiesto la stessa vita.

Ma ciò che li rende grandi è proprio la loro semplicità e quotidianità, infatti provengono da piccoli paesi intorno alla Valle Ternana (San Gemini, Narni, Stroncone,…) e costituiscono una piccola Chiesa, dal momento che abbiamo un suddiacono, due sacerdoti e due laici.

In essi ci ritroviamo anche noi oggi, anche se non siamo tutti dei consacrati. Anche noi proveniamo dai nostri nuclei familiari, anche noi, come loro abbiamo il desiderio di incontrare Cristo e farlo conoscere nelle realtà in cui ci troviamo, ma scopriamo che ci è richiesto un grande sforzo per testimoniare questa Bellezza.

Ecco perché San Francesco, quando seppe del loro martirio, poté affermare: “Ora posso dire con sicurezza di avere cinque Frati minori”. Lo stesso sant’Antonio da Padova prese la ferma decisione di entrare tra i Farti Minori dopo che ebbe visto i loro corpi venerati e portati vittoriosamente a Coimbra, in Portogallo. Santa Chiara d’Assisi, come testimonia una suora di San Damiano, “avendo inteso che nel Marocco erano stati martirizzati certi frati, […] diceva che ce voleva andare”.

Insomma, piccoli frati che hanno creduto al Vangelo e lo hanno testimoniato con il poco che avevano, ma proprio quei cinque pani e due pesci che hanno offerto al Signore nel nascondimento, hanno generato vita attorno a loro, come abbiamo visto in Francesco, Antonio e Chiara.

Qualche anno fa, il precedente vescovo della Diocesi di Terni – Narni – Amelia, ha desiderato che una parte delle reliquie dei Protomartiri Francescani, presenti nel Santuario di Coimbra, potesse tornare nel loro paese d’origine. Oggi è possibile venerarli nel Santuario Antoniano dei Protomartiri Francescani in Terni, dove le loro reliquie si trovano esposte di fronte a quelle di Sant’Antonio da Padova. Finalmente, anche dopo la loro morte, i loro corpi si sono rincontrati proprio qui a Terni.

Nell’odierna Solennità dei Protomartiri Francescani, la fraternità dei Frati Minori di Terni ha voluto festeggiarli con un prolungato momento di Adorazione Eucaristica dalle 16:00 alle 18:00, come ogni giovedì, riflettendo e meditando sulla Passio dei Protomartiri, la Scrittura e alcuni passi delle Fonti Francescane.

Alle 18:30, invece, c’è stata la Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da p. Alessandro Cardello con altri Ministri concelebranti. Al termine della Celebrazione l’Assemblea si è recata processionalmente verso le reliquie dei martiri per venerarle, incensandole e pregando insieme con canti e preghiere. I santi Berardo, Pietro, Adiuto, Accursio e Ottone sono stati invocati affinché, intercedendo presso il Padre, ottenessero ai presenti lo Spirito per testimoniarLo nel quotidiano proprio come hanno fatto loro, i Protomartiri Francescani.



Alessandro Cardello Celebrazioni Protomartiri francescani Terni

Articoli correlati

18 Set 2020

Solennità di San Francesco, patrono d'Italia

Dal 30 settembre al 4 ottobre in Porziuncola
13 Ago 2020

Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio

Programma della Solennità dell'Assunzione della B.V. Maria in Porziuncola
05 Ago 2020

S. Chiara, discepola del Signore

Programma Solennità di S. Chiara
03 Ago 2020

Con il cuore colmo di gratitudine

La giornata del Perdono in Porziuncola
06 Lug 2020

Itinerari francescani

Nella Diocesi di Terni-Narni-Amelia
08 Giu 2020

La sapienza dei Protomartiri francescani illustrata da Paolo VI

Martirio vuol dire testimonianza e, al tempo stesso, dimostrazione assoluta di amore
31 Ago 2020

Segno luminoso di speranza

Prima professione dei voti religiosi di fra Luis Hernandez e fra Oscar Danilo Valle Perez