MERCOLEDI della XXIV sett. del T.O S. GIUSEPPE DA COPERTINO, sacerdote I O. – MEMORIA (bianco)
mercoledì, 18 settembre 2019
Festa del voto 2017 23 Giu 2017

Gesù perno e centro della nostra vita

Dal 1644 la Festa del voto è un appuntamento molto sentito dai cittadini di Assisi. Nata per fare memoria delle due liberazioni di cui la città ha beneficiato per la preghiera di intercessione di santa Chiara, ogni anno è l’occasione – come ci ricorda il libro delle Riformanze della Città d’Assisi nel quale si chiede di instaurare una festa apposita – per fare memoria delle liberazioni ricevute per la preghiera di intercessione di Chiara, ma anche per tutti i benefici ottenuti da Dio nel presente.

Proprio questo è stato il centro del discorso di S.E. Domenico Sorrentino. Un grazie a Gesù, ripetuto più volte davanti al Santissimo Sacramento, per tutti i suoi benefici nella nostra vita personale e per la benedizione alla città e l’auspicio che lo stesso Gesù possa essere il perno e il centro attorno al quale la città possa costruire una nuova fraternità. Seppur – ha ricordato il Vescovo – nella diversità di pensiero e di progetti, ma una nuova fraternità è possibile e auspicabile.

Davanti ad una numerosa folla di fedeli e alle autorità comunali, con a capo il sindaco Stefania Proietti, il Vescovo ha parlato di un tempo nuovo che si apre per la comunità ecclesiale, ma anche per quella civile, l’una e l’altra chiamate a costruire e rinnovare un senso di fraternità ampio, dato dall’essere tutti figli dello stesso Dio, che è Padre.

Dopo i saluti del Vicario del Convento di San Damiano, p. Pietro Gasparri, che ha portato i saluti del guardiano impegnato nel Capitolo Provinciale, la numerosa folla ha potuto gustare la tradizionale limonata, anche questa occasione di fraternità e condivisione fraterna del tempo.



Assedio Assisi Festa del Voto Fraternità Santa Chiara Saraceni

Articoli correlati

13 Ago 2019

Santa Chiara e i social network

Spazio ristretto e tempo dilatato
12 Ago 2019

Chiara, tralcio di vite feconda che porta molto frutto

Celebrazioni della Solennità di santa Chiara
11 Ago 2019

Contemplare l'eucarestia è guardarsi allo specchio

Veglia di s.Chiara al Santuario francescano del Sacro Speco di Narni
11 Ago 2019

Siate sempre amanti di Dio e delle vostre anime

Veglia di preghiera a s. Damiano
10 Ago 2019

Figlie di santa Chiara in Rwanda

Fra Marco racconta i frutti della missione in Africa
10 Ago 2019

San Damiano: semplice, austero e bellissimo

Luogo di intensa e fiduciosa preghiera
28 Ago 2019

Guatemala, anno Domini 1981

Padre Tullio Maruzzo – al secolo Marcello – sacerdote professo dell’Ordine dei Frati Minori e Luis Obdulio Arroyo Navarro, il suo giovane catechista, dell’Ordine francescano secolare, uccisi insieme “in odium fidei” il primo luglio 1981 mentre tornavano in parrocchia dopo un incontro di catechesi.