VENERDI della XXIV sett. del T.O. SS. ANDREA KIM TAE-GŎN e compagni, martiri – MEMORIA (rosso)
venerdì, 20 settembre 2019
Accoglienza dell’urna e solenne celebrazione eucaristica 10 Set 2015

Il beato Leopoldo alla Porziuncola

Nel tardo pomeriggio di un assolato e ventoso 9 settembre, la comunità dei frati della Porziuncola ha accolto l’urna del beato Leopoldo da Gaiche sulla piazza antistante la Basilica. Colui che fu definito “l’apostolo dell’Umbria”, anche se già in Paradiso, continua il suo pellegrinaggio sul territorio e tra la gente umbra. Così come prima percorreva instancabile le vie della sua cara regione annunciando che la salvezza viene da Gesù Cristo crocifisso e risorto, ora le sue sante spoglie percorrono quelle stesse strade ricordandoci il suo esempio di vita sulle orme di S. Francesco e provocandoci ad una vita santa e bella.

I resti mortali del beato Leopoldo solitamente riposano nel convento di Monteluco di Spoleto, casa di postulato dei Frati Minori dell’Umbria, per loro quindi la figura del predicatore umbro è in qualche modo familiare, cosa che invece non è accaduta per la maggior parte dei fedeli presenti in Basilica all’atto dell’accoglienza da parte di p. Rosario Gugliotta, Custode della Porziuncola. Molti hanno infatti domandato chi fosse il santo adagiato nella teca e con attenzione e curiosità hanno ascoltato la sua storia spiegata brevemente dai frati lì presenti.

Storia che ha ripreso padre Claudio Durighetto, Ministro provinciale della Provincia Serafica, durante l’omelia della messa solenne da lui presieduta alle 18.00 all’altare maggiore. La vita del beato Leopoldo pare ricalcare mirabilmente l’invito della lettera ai Colossesi 3,1-11, prima lettura liturgica del giorno: “Fratelli, se siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove si trova Cristo assiso alla destra di Dio; pensate alle cose di lassù, non a quelle della terra. Voi infatti siete morti e la vostra vita è ormai nascosta con Cristo in Dio!”.

Fra Leopoldo infatti è stato prima di tutto un uomo di preghiera, intimità con Dio che viveva restando nel convento di Monteluco da lui adibito a vero e proprio eremo. Nel Signore trovava quella forza e quell’entusiasmo che lo spingevano poi ad incontrare la gente nelle sue famose “missioni al popolo” grazie alle potenti predicazioni, alle novene, ai tridui e alle quaresime. Con lui portava sempre un crocifisso e strumenti di penitenza che non potevano lasciare indifferenti nemmeno i più duri di cuore e, se proprio le orecchie non volevano ascoltare, ecco che l’immagine della Vergine Maria Mater Misericordiae, aveva la capacità di far vibrare anche le corde più molli.

Il Beato ha vissuto nella sua vita, fatta anche di tribolazioni e sofferenze durante il periodo delle soppressioni napoleoniche, proprio il Vangelo del giorno, Luca 6,20-26: “Beati voi quando gli uomini vi odieranno e quando vi metteranno al bando e v’insulteranno e respingeranno il vostro nome come scellerato, a causa del Figlio dell’uomo. Rallegratevi in quel giorno ed esultate, perché, ecco, la vostra ricompensa è grande nei cieli”.

La teca con le spoglie del Beato è stata esposta alla venerazione dei fedeli presso l’altare di S. Pietro in vincoli nel transetto destro della Basilica e lì vi rimarrà fino a lunedì 14 quando poi riprenderà la strada di casa.

Ancora però non è tempo di tornare al tuo caro Monteluco! Beato Leopoldo, resta con noi, sostienici nel cammino, aiutaci a guardare a Gesù con lo stesso amore e zelo che tu avevi nei suoi confronti, donaci il coraggio di annunciare nella nostra vita quotidiana che solo il Cristo ci salva.

Beato Leopoldo prega per noi!



Anniversario Basilica di Santa Maria degli Angeli Claudio Durighetto Leopoldo da Gaiche Rosario Gugliotta Traslazione

Articoli correlati

19 Set 2019

Celebrazione nazionale di San Francesco, patrono d'Italia

Dal 24 settembre al 4 ottobre ad Assisi
14 Set 2019

Non scandalizzatevi della croce del Signore, abbracciatela con amore

Professione solenne di sei frati minori in Porziuncola
08 Set 2019

Fermarsi per formare mente e cuore alla logica evangelica

Rito della Vestizione per tre giovani presso il Santuario di San Damiano
02 Set 2019

Umiltà e gratuità siano lo stile del vostro “si”

Prima professione dei voti di tre novizi a San Damiano
02 Set 2019

A chiunque ha, verrà dato e sarà nell'abbondanza

Rinnovo della professione religiosa di 4 giovani frati
01 Set 2019

Una parola di Dio nascosta nella croce della sofferenza

Video degli interventi alla Giornata in ricordo di p. Bernardino de Vita
19 Set 2019

Celebrazione nazionale di San Francesco, patrono d'Italia

PROGRAMMA DELLE CELEBRAZIONI IN PORZIUNCOLA E SAN FRANSCESCO