ASSUNZIONE DELLA B. V. MARIA SOLENNITÀ (bianco)
sabato, 15 agosto 2020
Liturgicamente parlando 23 Set 2016

Il direttore del coro

Il direttore di un coro, piccolo o grande che sia, di una parrocchia come di una cattedrale, deve avere alcuni importanti requisiti culturali ed umani. Quali? Ce li indica, in base ai suoi studi e alla sua esperienza, P. Matteo Ferraldeschi.

«Il magistero della Chiesa ha riaffermato, anche in tempi recenti, l'importanza del coro; non soltanto nelle grandi Basiliche, nelle Cattedrali, nelle chiese più importanti, ma anche nelle realtà più piccole e nelle chiese minori. Laddove esiste o si costituisce un coro è importante la figura del suo direttore, il cui compito è scegliere, insegnare, dirigere, interpretare, i brani del repertorio da eseguire durante la Messa, durante le azioni sacre, durante l'Anno Liturgico.

Per far questo, dovrà avere – o dovrà acquisire – alcune competenze musicali e liturgiche ed essere in grado di leggere una partitura musicale e di insegnarla ai cantori. È bene che prima di tutto il Direttore stesso sia...»

Guarda il video di p. Matteo Ferraldeschi:

Matteo Ferraldeschi è nato a Marsciano (PG) nel 1971. Frate Minore dal 1999 e Sacerdote dal 2006, ha studiato Canto Gregoriano presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra in Roma, ove è stato allievo dei Maestri: Alberto Turco, Daniel Saulnier, Nino Albarosa e Franz Karl Praßl per il Canto Gregoriano; e dei Maestri Walter Marzilli e Valentino Miserachs Grau per la Musica Corale e la polifonia romana.

Nel 2013 ha conseguito il Diploma of avanced studies in Paleografia e Semiologia Gregoriana presso la Scuola Universitaria di Musica di Lugano, ove ha studiato con i Maestri: Giovanni Conti, Fulvio Rampi, Giacomo Baroffio, Angelo Rusconi, Alexander Schweitzer e Johannes Berchmans Göschl. Ha frequentato inoltre il quinquennio di Canto Gregoriano dell'Associazione Internazionale Studi di Canto Gregoriano (AISCGre) – sezione Italiana – con sede in Cremona, e il seminario estivo triennale per direttori di Coro, dell'Associazione Italiana Santa Cecilia, tenuto dal Maestro Walter Marzilli.

Già Direttore del Coro-Guida Mater Ecclesiae delle Celebrazioni Liturgiche presiedute dal Sommo Pontefice, e cantore della Cappella Musicale Giulia della Basilica Vaticana, è fondatore e docente dei Corsi estivi di Canto Gregoriano ad Assisi e all'Abbazia Imperiale di Farfa in Sabina. Alla morte dell'amato confratello e Maestro, P. Antonio Giannoni, avvenuta nell'ottobre 2013, gli è succeduto alla direzione del Coro Laudesi Umbri di Spoleto.

Fonte: www.paoline.it



Intervista Liturgia Matteo Ferraldeschi Musica Musica sacra

Articoli correlati

25 Nov 2019

Solennità Immacolata: Beata Colei che ha creduto alla Parola del Signore

Programma delle Celebrazioni in Porziuncola tra spiritualità, arte e musica
23 Nov 2019

“A Te grido, Signore, mia roccia”

Evento musicale al teatro Lyrick di Assisi, domenica 24 novembre
24 Ott 2019

Un canto che entra nel cuore come una preghiera, un palpito d’amore verso Dio

Omelia di p. Claudio Durighetto in occasione della Rassegna Internazionale di Musica Sacra Francescana “Assisi Pax Mundi”
05 Ott 2019

Beati quelli ke 'l sosterranno in pace

Secondi Vespri e conclusione della Solennità di San Francesco
08 Lug 2019

I sacramenti via privilegiata per incontrare Dio

Esercizi spirituali sulla Liturgia al Concento della Spineta, dal 2-8 settembre
15 Ago 2020

Maria, Arca che custodisce l'Alleanza

La Veglia di preghiera in occasione della Solennità dell’Assunzione della B.V Maria in cielo è stata anche l’occasione per affidare a Dio tutte le intenzioni di preghiera che i pellegrini, durante l’anno, hanno lasciato in Porziuncola. Proprio ai piedi del Cero pasquale, durante il Preconio mariano, il presidente, p. Giuseppe Renda,...