VI DOMENICA DI PASQUA (bianco)
domenica, 26 maggio 2019
Programma delle celebrazioni all’Eremo 17 Mar 2016

Il Triduo pasquale al Santuario delle Carceri

Giovedì, Venerdì e Sabato Santo,
la preghiera del mattino
sarà preceduta
da una breve presentazione
liturgico-teologica
sul senso della giornata

 

24 MARZO GIOVEDÌ SANTO

ore 7:30 Ufficio delle Letture e Lodi

ore 9:15 Meditazione biblico-francescana

ore 17:00 S. Messa «nella Cena del Signore»

A seguire:
Adorazione del
Santissimo Sacramento
21:00 - 22:00

 

25 MARZO VENERDÌ SANTO

ore 7:30 Ufficio delle Letture e Lodi

ore 9:15 Meditazione biblico-francescana

ore 16:30 Azione liturgica della Passione del Signore

 

26 MARZO SABATO SANTO

ore 7:30 Ufficio delle Letture e Lodi

ore 9:15 Meditazione biblico-francescana

ore 22:00 Solenne celebrazione della Veglia Pasquale

 

27 MARZO DOMENICA - Pasqua di Resurrezione del Signore

ore 8:00 S. Messa

ore 11:00 S. Messa Solenne

ore 18:00 Secondi Vespri solenni

 

La fraternità francescana dell’Eremo augura una Santa Pasqua 2016

Il Signore ti dia Pace!



Celebrazioni Eremo delle Carceri Pasqua Triduo pasquale

Articoli correlati

22 Apr 2019

Questo è il giorno che ha fatto il Signore, rallegriamoci ed esultiamo!

La grazia della Risurrezione nelle Celebrazioni in Porziuncola
21 Apr 2019

La Pasqua è per chi ama la vita!

Veglia di Pasqua in Porziuncola
20 Apr 2019

Restate uniti alla croce, su di essa poggia il fondamento della Chiesa

Celebrazioni del Venerdì santo in Porziuncola
19 Apr 2019

Eucarestia: siate quel che vedete, ricevete ciò che siete

Lo “stile eucaristico” nelle Celebrazioni del Giovedì Santo in Porziuncola
12 Apr 2019

Pasqua a San Damiano e nei Santuari francescani dell'Umbria

Programma delle celebrazioni 2019
11 Apr 2019

Pasqua 2019 allo Speco di Narni

Lunedì in albis la Messa della Pace
21 Mag 2019

Il cammino dei patriarchi

Gli esercizi ignaziani sono un’esperienza spirituale in cui la preghiera si intreccia con la propria esistenza. Questa proposta non vuole tanto trasmettere nozioni, ma aiutare a sentire in profondità ciò che si medita, per passare dal sapere, al sapore e al gusto della Parola di Dio. Sant’Ignazio, infatti, dice chiaramente...