SABATO della XIX sett. del T.O. FERIA (verde)
sabato, 18 agosto 2018
Conservata nel Convento di San Damiano 05 Dic 2017

La più antica testimonianza dell’Ave Maria

La più antica formulazione scritta dell’Ave Maria è in lingua latina e si trova nel codice da bisaccia che ebbe in uso il beato Antonio da Stroncone (1391-1461). Quando questi morì nel Convento di San Damiano presso Assisi fu sepolto nella medesima chiesa e il suo libretto di preghiere fu conservato come una reliquia dai frati. Quando nel 1809 il corpo di frate Antonio - beatificato dal papa beato Innocenzo XI nel 1687 - fu portato da Assisi a Stroncone il suo libretto di preghiere rimase nel convento assisano dove è tuttora conservato (cfr. G. Boccali, Il Libricto del beato Antonio conservato a San Damiano: studio e edizione integrale, in Il beato Antonio da Stroncone, I, Assisi 1993, pp. 87-161). Successivamente l’Ave Maria fu tradotta nelle varie lingue e oggi assieme al Padre nostro è diffusa in tutto il mondo.

L’Ave Maria in latino è costituita da 31 parole; 16 nella prima parte di derivazione biblica (Ave Maria, gratia plena, Dominus tecum, benedicta tu in mulieribus, et benedictus fructus ventris tui, Iesus) e 15 nella seconda parte; (Sancta Maria, mater Dei, ora pro nobis peccatoribus, nunc et in hora mortis nostrae. Amen).

Di conseguenza il temine Iesus è centrale avendo 15 parole che lo precedono e 15 che lo seguono. Tale centralità non è casuale se si considera che furono proprio i frati Minori dell’osservanza francescana - soprattutto san Bernardino da Siena - a diffondere la devozione al nome di Gesù quale sintesi della fede.

Considerando tutto ciò si può a ragione definire la cappella del convento francescano di Stroncone come Chiesa dell’Ave Maria.



Ave Maria Beato Antonio da Stroncone Giovanni Boccali San Damiano

Articoli correlati

17 Ago 2018

Festa del Beato Antonio Vici 2018

A Stroncone, dal 18 al 21 agosto
11 Ago 2018

Sposa dell’Altissimo e madre della Chiesa

Veglia di preghiera a San Damiano nel transito di santa Chiara
09 Ago 2018

Chiara a San Damiano: storie di santità

Libera di servire anche con sorella infermità
08 Ago 2018

San Damiano: semplice, austero e bellissimo

Luogo di intensa e fiduciosa preghiera
07 Ago 2018

Chiara a San Damiano: il luogo della povertà

Le povere Dame nel “loghicciuolo” delle origini
06 Ago 2018

Il Santuario di San Damiano

Luogo di preghiera, di rivelazione e di vocazione
14 Ago 2018

Il canonico pentito che infiammò l’Italia

Sant’Agata Feltria, nel cuore del Montefeltro, fra Marche e Romagna, primi di novembre 1868. Un giovane canonico della locale collegiata (non ha ancora trent’anni), già noto nella regione come valente ed efficace predicatore, fugge con una parrocchiana, con la quale intrattiene una relazione da alcuni mesi. Si rifugiano prima a...