SABATO della XIX sett. del T.O. Feria (verde)
sabato, 17 agosto 2019
Tre parole: Sinodo, Parrocchia viva e Periferie 04 Ott 2013

Mons. Sorrentino a San Rufino

Benvenuto, Papa Francesco!

Benvenuto in questa Cattedrale di San Rufino che conserva il fonte battesimale dove Francesco e Chiara sono nati nelle acque della fede.

Qui, come Chiesa di Assisi – Nocera Umbra e Gualdo Tadino, nella quale confluiscono storie diverse ormai composte in unità, stiamo cercando il passo giusto di un unico cammino.

Tre parole possono sintetizzare il nostro impegno,

La prima è “SINODO”. Lo celebreremo il prossimo anno. In questi mesi ci stiamo avviando a una entusiasmante fase di consultazione di base. Partiamo dalla grazia di una intensa “Visita pastorale”, dei cui Atti ti facciamo dono.

Benedici, Santo Padre, il nostro cammino sinodale.

La seconda parola è “PARROCCHIA VIVA”.

Ci impressiona, Papa Francesco, la semplicità con cui riesci a creare e riscaldare relazioni. Da alcuni mesi questo tuo tratto ci sta facendo risentire con forza nuova la nostalgia di quella pagina degli Atti degli Apostoli, in cui si dice che i primi cristiani avevano “un cuor solo e un’anima” sola (At 4,32).

Stiamo provando a dare questo tono alle nostre comunità. Lo facciamo mettendo la Parola di Dio al centro. Stiamo al quarto anno delle nostre “Scuole della Parola”.

Desideriamo poi dare nuova vitalità alle Parrocchie, costruendo, a partire dalla Parola di Dio, tante piccole comunità, che siano autentiche “famiglie del Vangelo.

Papa Francesco, insegnaci il segreto del tuo contagiare il sorriso di Gesù, facendoci sentire la sua famiglia.

La terza parola la prendiamo dal tuo vocabolario preferito: PERIFERIE. L’abbiamo fatto subito nostra, al punto da porla in capo al nostro programma pastorale di quest’anno.

Sì, siamo proprio d’accordo quando ci dici che, restando chiusi, moriamo, se andiamo verso gli altri, rinasciamo. “Andate”. È il mandato di Gesù.

Abbiamo fatto già, negli anni scorsi, incoraggiati anche da papa Benedetto nella sua Visita del 2007, una grande missione, che resta legata alla memoria alla “Tenda del Risorto”, un momento di evangelizzazione di piazza che destò grande coinvolgimento.

Ora, con la forza della Parola di Dio, ci sentiamo spinti sulle strade, nelle case degli uomini.

Soprattutto verso i più poveri. Ci sono anche tra di noi. La crisi economica si fa sentire fortemente. In ogni caso c’è tutto il mondo a cui guardare.

Grazie fin d’ora per quanto ci dirai, e in particolare per la tua benedizione al nostro cammino sinodale.

Grazie, papa Francesco!



Domenico Sorrentino Papa Francesco

Articoli correlati

06 Ago 2019

Solennità di s. Chiara 2019

Programma delle celebrazioni
03 Ago 2019

Questo luogo è santo

Migliaia di persone alla Porziuncola per vivere il Perdono
02 Ago 2019

La Porziuncola ci parla di misericordia, parla di noi!

Cronaca della lunga giornata di apertura del Perdono di Assisi
15 Lug 2019

Proselitismo no, ma missione sì!

L’essenza della missione nelle parole di San Francesco e di Papa Francesco
01 Lug 2019

Un tocco speciale, come quello di un vasaio, di conformazione al Signore Gesù

Ordinazione sacerdotale e diaconale di 5 frati francescani in Porziuncola
28 Giu 2019

Ascolto, Amicizia, Apertura: le parole “chiave” sui giovani di Papa Francesco

Brevi considerazioni sull’Esortazione Apostolica Christus Vivit
Leggi altre notizie dallo speciale

08 Ago 2019

Bomboniere missionarie…e Pietro si è illuminato!

Testimonianza di chi ha scelto di sostenere le Missioni dei Frati Minori di Assisi