ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Ultima serata della Novena dell’Immacolata Concezione alla Porziuncola 07 Dic 2022

Accogliere Maria nella vita quotidiana, primo passo verso la santità

P. Carlos Salto Solà ha concluso ieri nella Basilica di Santa Maria degli Angeli il percorso della Novena (I – II – III – IV – V – VI – VII serata) con cui ci ha guidato nella preparazione alla solennità dell’Immacolata Concezione della beata Vergine Maria. Questa sera, dopo i primi Vespri della solennità, alle 21.15 vivremo la preghiera dell’”Akathistos”, un antico inno che loda la Vergine Maria per averci donato il Salvatore. A presiedere la celebrazione sarà S.E. mons. Domenico Sorretino, Vescovo-Arcivescovo di Assisi, che presiederà anche la celebrazione solenne delle ore 11.30 domani 8 dicembre.

Nell’ultima meditazione, p. Carlos ha preso spunto dall’antifona “Tota pulchra es Maria et macula originalis non est in te”. Maria, la “Tutta Santa”, la “Tutta Bella”, ci ricorda che tutti noi siamo chiamati alla santità, cioè, a rispecchiare, ciascuno a suo modo, come i prismi del cristallo, la bellezza originaria dell’amore di Dio, non solo una bellezza esteriore e superficiale, ma una bellezza interiore che si delinea sotto l’azione dello Spirito Santo. Perciò dobbiamo testimoniarla al mondo come ha fatto san Francesco, che si è lasciato trasformare da Dio: “L’amore aveva trasformato l’amante, Francesco, nella immagine stessa dell’Amato, Gesù Cristo” (FF 1228).

La santità significa abitare la quotidianità, soprattutto quando essa assume i toni dell’oscurità, fondando la nostra fede nel Risorto. In questo cammino non siamo da soli. Ci è stata donata una Madre che ci accompagna, che intercede per noi, che si prende cura di noi.

Non siamo da soli. Come Elisabetta, anche noi siamo invitati ad accogliere Maria nella nostra vita quotidiana.

Non siamo da soli. Maria Immacolata ci riporta a Dio per la via dell’amore e della fiducia, recuperando quella relazione con Dio che si era interrotta con il peccato originale.

Non siamo da soli. Maria ci accompagna nel nostro cammino di fede insegnandoci a non avere paura della volontà di Dio, aiutandoci a dire sì ai disegni divini con molta fiducia.

Non siamo da soli, perché Maria, nostra Madre, non abbandona i suoi figli, ma li raccoglie con sé, prega con loro, intercede per loro.

“Care sorelle, cari fratelli, – ha concluso p. Carlos – che i nostri cuori possano essere sempre aperti ed accoglienti, come il cuore di Dio nostro Padre e come il cuore di Maria nostra Madre. Che i nostri cuori possano essere sempre aperti ed accoglienti, come la Porziuncola, che è il cuore di questa Basilica.”



Akathistos Immacolata Concezione Madonna Porziuncola Vergine Maria

Articoli correlati

24 Mag 2024

Solennità del Corpus Domini alla Porziuncola

Il Programma 2024 delle Celebrazioni liturgiche in Basilica
20 Mag 2024

Tra fede e bellezza, torna la Notte dei Santuari

Un'iniziativa promossa dal Collegamento nazionale dei Santuari italiani insieme all’Ufficio nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei
17 Mag 2024

In cammino verso il Ben-Essere

A Umbertide, la seconda edizione della manifestazione: Sto coi frati e zappo l’orto. In cammino verso il Ben-Essere
10 Mag 2024

Un Giubileo tutto sulla Speranza

Papa Francesco emana la Bolla di indizione del Giubileo del 2025 Spes non confundit, la speranza non confonde
07 Mag 2024

OFS d’Italia: eletto il nuovo Consiglio nazionale. Luca Piras riconfermato presidente

Ad Assisi, il 4 Maggio, l’Ordine Francescano Secolare d’Italia ha eletto il suo nuovo Consiglio nazionale: a guidare la fraternità dei laici francescani saranno Luca Piras
03 Mag 2024

L’esperienza del Francescout

Sulle orme del Poverello di Assisi, alla sequela di Cristo, cercando di conoscere il segreto della sua gioia
24 Mag 2024

Solennità del Corpus Domini alla Porziuncola

Il Programma 2024 delle Celebrazioni liturgiche in Basilica