ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
V serata del Settenario in preparazione alla solennità del Natale 22 Dic 2022

Arrendersi al desiderio di Dio per noi

La quinta sera del Settenario di Natale alla Porziuncola (I - II - III - IV sera) è stata caratterizzata, nel giorno più breve dell’anno, dall’Antifona Maggiore “O Oriens”:

O Astro che sorgi,
splendore di luce eterna
e sole di giustizia:
vieni, illumina 
chi giace nelle tenebre
e nell’ombra della morte   

Fr. Andrea Dall’Amico nella sua meditazione ha osservato che le antifone sono la contemplazione del Signore Gesù. Attraverso la liturgia scopriamo chi stiamo attendendo e a chi stiamo dicendo: “Vieni!”. In particolare, l’antifona “O Oriens” ci mostra che Dio viene ad illuminare ogni tipo di tenebra nella quale l’uomo si può trovare: le tenebre materiali, quelle interiori o quelle morali.

“Cosa implica stasera dire: ‘O Astro che sorgi, vieni’?” ha chiesto fr. Andrea. Significa ripartire dal desiderio di Dio per noi. Significa arrendersi al suo illogico e folle amore. “In che modo è possibile arrendersi al suo amore?” ha continuato fr. Andrea. Nell’offrire se stessi nell’incontro con lui abbiamo la possibilità di partecipare alla sua offerta. Nel nostro immergerci nella sua passione, morte, risurrezione e ascensione ci viene data la possibilità, in forza della presenza e dell’azione dello Spirito, di morire e risorgere in Cristo. 

Come afferma Papa Francesco nella lettera apostolica “Desiderio desideravi”: “Se la Risurrezione fosse per noi un concetto, un’idea, un pensiero; se il Risorto fosse per noi il ricordo del ricordo di altri, per quanto autorevoli come gli Apostoli, se non venisse data anche a noi la possibilità di un incontro vero con Lui, sarebbe come dichiarare esaurita la novità del Verbo fatto carne. Invece, l’incarnazione oltre ad essere l’unico evento nuovo che la storia conosca, è anche il metodo che la Santissima Trinità ha scelto per aprire a noi la via della comunione. La fede cristiana o è incontro con Lui vivo o non è.” 

“Vieni Signore! – ha concluso fr. Andrea – Vieni con tutta la forza della nostra povera fede, Tu che sei lo splendore della luce eterna. Tu che sei il sole della giustizia. Vieni e illumina chi giace nelle tenebre e nell’ombra di morte.”



Andrea Dall’Amico Antifone maggiori Avvento Natale O Oriens Porziuncola Settenario

Articoli correlati

22 Giu 2024

«Difatti porto le stimmate di Gesù»

È arrivata la Reliquia Maggiore di San Francesco presso la Basilica di Santa Maria degli Angeli
22 Giu 2024

Chiara: chiaro segno di risurrezione

Nella Basilica romana di San Giovanni in Laterano la Chiusura dell'Inchiesta diocesana sulla Serva di Dio Chiara Corbella Petrillo
21 Giu 2024

Custodi di bellezza accendiamo la speranza

La Sicilia ad Assisi per offrire l’olio sulla tomba di san Francesco
18 Giu 2024

Ci siete davvero mancate

Terminata la loro esposizione alla Nazionale di Perugia sono rientrati i gioielli di famiglia
16 Giu 2024

Chiara, grandissima gioia!

Celebrato ad Assisi il 12° anniverasario della morte di Chiara Corbella Petrillo
13 Giu 2024

Cantemus Domino

Ritorna a luglio il consueto Corso di Canto gregoriano alla Porziuncola
24 Mag 2024

Solennità del Corpus Domini alla Porziuncola

Il Programma 2024 delle Celebrazioni liturgiche in Basilica