MERCOLEDÌ della XV sett. del T.O. UFFICIO GENERALE PER I NOSTRI DEFUNTI FRATI, SUORE, PARENTI E BENEFATTORI (viola)
mercoledì, 17 luglio 2019
Assemblea provinciale dei Frati Minori dell’Umbria 01 Mag 2019

Ascoltare per ripartire nutriti nella mente e nel cuore, nella fede e nella speranza

La fraternità dei Frati Minori dell’Umbria si è riunita ieri presso la Domus Pacis di Assisi per la consueta Assemblea Provinciale. Per gli oltre cento frati provenienti da tutte le realtà provinciali, si è trattata di una pausa dalle attività per ritrovarsi, come ha ricordato il Ministro provinciale, p. Claudio Durighetto “per un momento di formazione permanente vissuto in uno stile fraterno e conviviale”. Lo scopo di questi momenti – ha continuato – è quello di “ascoltare per ripartire nutriti nella mente e nel cuore, nella fede e nella speranza”.

Il Tema che accompagna le riflessioni di questi anni è quello della Paternità, in particolare, quest’anno, nell’aspetto della sua mediazione, ovvero il rapporto tra Autorità e Paternità. È stato il Vescovo di Mantova, S.E. Mons. Marco Busca a proporre una ricchissima riflessione sul tema, muovendosi sul doppio binario, teologico e francescano.

Primo aspetto trattato è stato quello dell’obbedienza di Gesù al Padre all’interno delle relazioni Trinitarie. Il Figlio è il “mandato” dal Padre e questo stabilisce una relazione di intimità e comunione in cui la volontà del Padre diventa per Gesù “cibo”, ovvero qualcosa che nutre la vita.

Mons. Busca ha poi sviluppato le due dimensioni della mediazione Cristologica, l’esemplarità di Cristo, obbediente per eccellenza e l’altra, di Gesù come Colui a cui si deve. Proprio a questo livello si innestano le mediazioni umane e l’obbedienza che è – ha affermato – “la docilità allo Spirito che agisce attraverso i fatti e le persone”.

Nella seconda parte della sua riflessione, Mons. Busca ha riletto il tema alla luce degli Scritti e dell’esperienza di Francesco d’Assisi per il quale “la fraternità – ha detto – è il luogo dell’obbedienza”. Per Francesco fede e obbedienza sono strettamente connesse al punto che “un atto di fede è un atto di comunione fraterna”.

La giornata ha poi visto i frati lavorare in gruppi per riflettere e condividere sugli spunti offerti. Il pomeriggio è stato il momento della restituzione e della Riflessione conclusiva del relatore.

Una giornata ricca e intensa al termine della quale i frati hanno mostrato la loro gratitudine a Mons. Busca per la ricchezza e profondità della Riflessione. 



Assemblea Autorevolezza Autorità Domus Pacis Obbedienza San Francesco

Articoli correlati

16 Lug 2019

“Fate quello che vi dirà”

Concluso ad Assisi il Seminario finale di “Fa.Miglia in cammino”
15 Lug 2019

Li sentiamo parlare nella nostra lingua nativa

Alla Domus Pacis di Assisi, Corso di formazione sulla catechesi biblica rivolta alle persone con disabilità
15 Lug 2019

Proselitismo no, ma missione sì!

L’essenza della missione nelle parole di San Francesco e di Papa Francesco
12 Lug 2019

Vigili nello Spirito, per uno straordinario quotidiano

Incontro nazionale dell’Ordo virginum ad Assisi, dal 21-25 agosto
04 Lug 2019

Le Chiese di fronte alla ricchezza, alla povertà e ai beni della terra. Una ricerca ecumenica

Dal 21-27 luglio ad Assisi: 56a Sessione ecumenica
21 Giu 2019

Come santo Francesco fece una quaresima in un’isola del lago di Perugia

Alla scuola dei Fioretti di San Francesco
01 Lug 2019

Un tocco speciale, come quello di un vasaio, di conformazione al Signore Gesù

“La vostra unione fa la gioia del cuore della Madre”, così il Vescovo di Assisi-Nocera U.-Gualdo T. S.E. Mons. Domenico Sorrentino ha commentato la decisone di una Ordinazione sacerdotale e diaconale inter-famigliare tra frati Minori e Conventuali. Raccolti alla Porziuncola dallo Spirito, come in un nuovo Cenacolo, i quattro frati minori...