ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Esposizione internazionale di presepi al convento di Cimiez 31 Dic 2019

Crèches du monde a Cimiez

Quel che in Italia è chiamato presepe qui in Francia è conosciuto come “la crèche” (la greppia). E da alcuni anni è diventata una meraviglia fare una gita tra i chiostri e le chiese addobbati per la venuta dell’Enfant Jesus.

Ad essere precisi, contandoli tutti, sono 110! Nel Chiostro del ‘400, all’interno del Grand cloître, nella chiesa e in convento è tutta una pioggia di presepi dal mondo. Mutuando l’idea della mostra che da diversi anni si tiene nel santuario e chiostro della Porziuncola, dal 2013 i frati, con la preziosissima collaborazione di un buon numero di parrocchiani e amici del convento, hanno cominciato ad allestire presepi ovunque dando un tocco di spiritualità sanfrancescana agli ambienti e un’occasione di incontro con tante persone che passano per visitarli. A partire dalla festa dell’Immacolata fino al 2 febbraio infatti, i volontari, ma anche i frati, trascorrono del tempo nei luoghi apparecchiati dai presepi per accogliere e salutare la gente e i tanti bambini che si affacciano.

Tenendo conto che la Francia (e da oltre due secoli …) sottolinea volentieri la sua laicità,  mostra evidenti segni di secolarismo e non fa mistero di voler relegare nella sola sfera individuale, privata e intima ogni manifestazione del sacro, tutto ciò è, per certi versi, una sorpresa. Alcuni comuni (Lucéram, piccolo borgo nell’entroterra nizzardo, è uno di questi) già da molti propongono circuiti, esposizioni e mostre di presepi di ogni grandezza, materiale e ambientazione; nella bella Nizza il Municipio offre alla Parrocchia di Sainte Jeanne d’Arc la proiezione sulla facciata della chiesa di una grandissima e stupefacente Natività con coreografie mobili e geometrie e disegni floreali. Piccoli segni che se non possono dirsi evangelizzazione vera e propria dicono, per lo meno, l’affermazione dell’identità cristiana.

Vi aspettiamo dunque a Cimiez e, come ha suggerito Papa Francesco, nella sua breve e graziosissima lettera da Greccio del 1° dicembre 2019, invitiamo tutti a diffondere, sostenere e trasmettere l’allestimento del  presepe in ogni ambiente (abitazione, chiesa, ospedale, scuola prigione o piazza che sia). A chi può fare paura un bambino che gli viene incontro tendendoci le braccia! Les frères franciscains de Cimiez souhaitent a toutes et a tous un très joyeaux et saint Noël et bonne fetes de fin d’année.



Mostra Nizza Presepe

Articoli correlati

11 Mar 2024

Verrà risolto l'enigma?

Diamo conto del trasferimento e dell'allestimento di due preziosissime opere del Museo Porziuncola migrate per una mostra a Perugia
04 Mar 2024

Cimabue ritorna

Parliamo del famoso San Francesco d’Assisi dipinto su tavola del Cimabue.
06 Feb 2024

San Francesco e il suo… Maestro

Un press tour ha visitato il Museo Porziuncola a la Basilica per conoscere le opere ospitate da un'imminente mostra a Perugia
08 Gen 2024

Gesù è la luce che è venuta per tutti

Mons.Vito Piccinonna vescovo di Rieti, ha chiuso il centenario degli 800 anni del presepio di Greccio
30 Dic 2023

Un mondo di presepi

Facciamo un giro alla mostra dei presepi alla Porziuncola
27 Dic 2023

Nonostante tutto... oggi Cristo è nato!

Piccola cronaca della notte e del giorno di Natale alla Porziuncola
20 Mag 2024

Tra fede e bellezza, torna la Notte dei Santuari

la notte dei santuari. Un'iniziativa promossa dal Collegamento nazionale dei Santuari italiani insieme all’Ufficio nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei