ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Seconda serata del Triduo alla Porziuncola 01 Ott 2015

Dall’incoerenza alla Passione

In questa seconda serata del Triduo in preparazione al Transito e alla Solennità di San Francesco ci siamo soffermati su un secondo vizio che il Serafico Padre ha dovuto superare: quello dell’incoerenza.

Lo stesso vizio con cui anche Pietro ha dovuto fare i conti, quando pubblicamente ha rinnegato prima Gesù, poi il gruppo dei discepoli e infine le sue origini (cf. Mc 14, 66-72). Ma proprio in quel momento di grande debolezza, Pietro si ricorda la Parola del Signore e quella fragilità diventa per lui occasione per essere più profondamente discepolo.

Anche Francesco, sebbene ci sembri difficile pensarlo, ha vissuto un periodo di incoerenza (1220-1224 d.C.) che in ultima analisi rivelava un desiderio di possesso. Con grande abilità p. Giampaolo Possenti ci ha illustrato questo aspetto del beato Padre quasi mai trattato, al punto da risultare strano poterlo attribuire al santo Patrono d’Italia conosciuto e amato in tutto il mondo, anche dai non cristiani.

Francesco infatti nella lettera ad un Ministro invitava il confratello a non lasciare il suo incarico e ad avere tanta misericordia con i suoi frati; ma lo stesso Serafico Padre, in alcune lettere di quegli stessi anni, utilizzò espressioni molto dure e rigide nei confronti dei fratelli che non recitavano l’Ufficio e sebbene avesse da poco dato le dimissioni come Ministro Generale – altra incoerenza –, continuava ancora a comandare e a esortare fermamente.

Solo dopo che il Signore gli fece capire che stava agendo da padrone e non da servo e che questa tentazione poteva svanire, allora Francesco superò questa prova e fu pronto a vivere un cammino di identificazione con la Passione del Signore fino alle stimmate sul monte de La Verna.

Al termine, p. Giampaolo ha invitato l’assemblea a rimanere per qualche minuto in silenzio affinché ciascuno potesse individuare una tentazione cercando di identificarsi con la Passione di Cristo. Questo infatti è il solo percorso che ci è dato per esserne liberati.

 

Le altre meditazioni del Triduo: IIII

Torna al Programma della Celebrazione nazionale di SAN FRANCESCO, Patrono d’Italia



Porziuncola San Francesco Triduo

Articoli correlati

13 Giu 2024

Cantemus Domino

Ritorna a luglio il consueto Corso di Canto gregoriano alla Porziuncola
09 Giu 2024

Un convergente passo in avanti

Terminato alla Porziuncola il Capitolo delle Stuoie 2024 delle quattro provincia del Centro Italia
07 Giu 2024

Rinnovare. Camminare. Abbracciare.

Si celebra in questi giorni alla Porziuncola il Capitolo delle Stuoie di quattro provincie di Frati minori del Centro Italia
07 Giu 2024

Fra Nicola Taddeo Ciccone sarà sacerdote per sempre

Ordinazione Presbiterale di fra Nicola Taddeo Ciccone
05 Giu 2024

Peregrinatio della Reliquia Maggiore di san Francesco dal 20 al 23 giugno 2024

A Santa Maria degli Angeli arriva la Reliquia delle Stimmate di San francesco: una perpetua testimonianza di quell’”amore che rese l’amante configurato all’Amato”.
03 Giu 2024

Bentornata a casa!

Dopo alcuni mesi di assenza la Pala trecentesca di Prete Ilario ritrova la sua collocazione: più bella e più sicura
07 Giu 2024

Fra Nicola Taddeo Ciccone sarà sacerdote per sempre

Ordinazione Presbiterale di fra Nicola Taddeo Ciccone



  • 03 Giu 2024

    Bentornata a casa!

    Dopo alcuni mesi di assenza la Pala trecentesca di Prete Ilario ritrova la sua collocazione: più bella e più sicura


  • 30 Mag 2024

    Sant'Antonio: difensore amatissimo

    A Terni 80 anni fa, lo stesso anno, la città fu liberata e l'omonima parrocchia posava la prima pietra: programma degli eventi


  • 25 Apr 2024

    Benedetti... benediciamo!

    Siamo andati a conoscere l’Angolo delle Benedizioni: si tratta di un servizio attivato da qualche anno nel cuore del Santuario di S. Maria degli Angeli