ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Ad Assisi il presepe dei detenuti di Sulmona 22 Dic 2022

Dov’è perdono nasce la pace

Dovunque e in qualsiasi forma, il presepe racconta l’amore di Dio, il Dio che si è fatto bambino per dirci quanto è vicino ad ogni essere umano, in qualunque condizione si trovi”. (AS 10)

In questo Natale la Caritas Diocesana di Sulmona-Valva ha potuto essere “strumento”, per creare un “ponte” tra i detenuti della casa circondariale di Sulmona e la fraternità dei Frati minori della Porziuncola in Santa Maria degli Angeli- Assisi, attraverso il dono di un presepe.

Realizzato da mani operose di fratelli che vivono la condizione di reclusione, porta in sé una ricchezza di significato che rende visibile agli occhi del mondo che “In Gesù, il Padre ci ha dato un fratello che viene a cercarci quando siamo disorientati e perdiamo la direzione; un amico fedele che ci sta sempre vicino; ci ha dato il suo Figlio che ci perdona e ci risolleva dal peccato” (AS3).

Nel suo ruolo pedagogico ed educativo, la Caritas cerca di offrire sostegno anche a persone detenute, ex detenute o in esecuzione penale esterna. Da anni la diocesi di Sulmona lavora in collaborazione con il carcere di via Lamaccio ed offre supporto, umano e spirituale, ai detenuti attraverso la presenza del cappellano padre Lorenzo e di suor Maria Pia, della Famiglia delle suore Francescane missionarie di Gesù Bambino.

Grazie a questo prezioso servizio è nata l’idea, sostenuta dal vescovo mons. Michele Fusco, di un presepe nella città di quel santo, Francesco, che sperimentò sulla sua pelle le umiliazioni e le sofferenze della prigionia, facendone un strumento di perdono e di pace. La consegna del presepe ad Assisi è avvenuta l’8 dicembre scorso nella solennità dell’Immacolata Concezione e sarà presente, fino al 2 febbraio, presso il Chiostro dei frati della Porziuncola.

“Nella piccolezza e nell’essenzialità anche questo presepe”- condivide suor Maria Pia – “ diviene simbolo e “annuncio” della Buona Novella che raggiunge tutti e forse proprio attraverso coloro che la società “reputa” scartati e ultimi ha la possibilità di raggiungere migliaia di persone. E con gioia sarà proprio così! Saranno infatti migliaia le persone che dall’8 Dicembre 2022 al 2 Febbraio 2023 avranno modo di ammirare e contemplare la “Mostra dei presepi” presso il Chiostro dei frati… tra essi c’è anche il “nostro” a testimoniare che il Bambino nasce nel cuore di tutti e nell’accoglierlo si può esserne testimoni. Nel cuore abbiamo il desiderio che, come avvenne a Greccio nel lontano 1223, ciascuno possa tornare a casa con una indicibile gioia: quella che manifesta che “dove è perdono nasce la Pace”. Allora in ognuno sarà una rinnovata Betlemme”.

 

Fonte: Diocesi di Sulmona-Valva



Carità Massimo Travascio Natale Porziuncola Presepe

Articoli correlati

20 Mag 2024

Tra fede e bellezza, torna la Notte dei Santuari

Un'iniziativa promossa dal Collegamento nazionale dei Santuari italiani insieme all’Ufficio nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei
17 Mag 2024

In cammino verso il Ben-Essere

A Umbertide, la seconda edizione della manifestazione: Sto coi frati e zappo l’orto. In cammino verso il Ben-Essere
10 Mag 2024

Un Giubileo tutto sulla Speranza

Papa Francesco emana la Bolla di indizione del Giubileo del 2025 Spes non confundit, la speranza non confonde
07 Mag 2024

OFS d’Italia: eletto il nuovo Consiglio nazionale. Luca Piras riconfermato presidente

Ad Assisi, il 4 Maggio, l’Ordine Francescano Secolare d’Italia ha eletto il suo nuovo Consiglio nazionale: a guidare la fraternità dei laici francescani saranno Luca Piras
03 Mag 2024

L’esperienza del Francescout

Sulle orme del Poverello di Assisi, alla sequela di Cristo, cercando di conoscere il segreto della sua gioia
01 Mag 2024

Un tuffo nella bellezza…INSIEME!

Alcuni frati del Convento Porziuncola, si sono recati alla Galleria Nazionale dell’Umbria per ammirare la mostra “L’Enigma del Maestro di San Francesco. Lo stil novo del Duecento Umbro”.
20 Mag 2024

Tra fede e bellezza, torna la Notte dei Santuari

la notte dei santuari. Un'iniziativa promossa dal Collegamento nazionale dei Santuari italiani insieme all’Ufficio nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei