ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Mons.Vito Piccinonna vescovo di Rieti, ha chiuso il centenario degli 800 anni del presepio di Greccio 08 Gen 2024

Gesù è la luce che è venuta per tutti

Gesù è la luce che è venuta per tutti

Mons.Vito Piccinonna vescovo di Rieti, ha chiuso il centenario degli 800 anni del presepio di Greccio

Nel giorno della Solennità dell’Epifania, a conclusione del centenario degli 800 anni del presepio di Greccio, ha presieduto la celebrazione S.Ecc. Mons. Vito Piccinonna, vescovo di Rieti.

Il vescovo ha sottolineato nell’omelia come il giorno dell’Epifania ci proietta già verso la Pasqua, centro e fulcro di tutto l’anno liturgico, ha inoltre spiegato come il Vangelo ci pone sempre dinanzi a un bivio in quanto c’è una luce che più che cercata, ci cerca e davanti a questa luce noi dobbiamo scegliere se difenderci, oppure se lasciarci invadere e guidare da essa cercandola ancora sempre più in profondità.

“Se ti difendi da questa luce, che ha il volto e il nome di una persona, Gesù - ha detto Mons. Piccinonna - resti al buio come è capitato ad Erode e alla sua coorte. C’erano promesse profetiche ben conosciute, profezie che anche noi abbiamo riascoltato nella prima lettura della solennità dell’Epifania: “alzati, rivestiti di luce”, queste parole avrebbero dovuto avere altri effetti nel cuore e nella vita delle persone di Gerusalemme e di Erode, dei custodi del tempio, eppure tutti loro restano seduti, immobili, conoscono anche le Scritture, le fanno studiare ai loro discepoli, apprendono i loro significati più reconditi, eppure tutto ciò non li smuove nemmeno di un millimetro dalla loro posizione”.

Il Vescovo ha poi parlato della gioia che viene dall’incontro con il Salvatore: “la tua vita risplende di una gioia così intima che niente e nessuno ti potrà togliere; i Magi, dice don Tonino Bello, sono i santi più nostri, perché sono i più vicini a noi, perché vengono da lontano, non sono quelli di casa, non sono i primi della classe, proprio come noi, sono degli abusivi.

Che bello pensare che il Signore si concede a questi pastori e a questi Magi, persone lontane, persone che non c’entrano nulla con ciò che lì, in quel posto e in quel momento, si sta compiendo; i Magi sono degli uomini sapienti, eppure sono capaci di fidarsi di una stella che seguono anche quando per alcuni attimi scompare dalla loro vista, ecco perché è molto bello pensare a questa festa dell’Epifania con questo carattere missionario, cattolico, non c’è parzialità che tenga, non c’è nessuno che possa dire: “questo Bimbo è mio, è solo nostro, è della nostra nicchia”, no invece è di tutti, è venuto per tutti”.



800 anni Assisi Centenario Porziuncola Presepe

Articoli correlati

22 Giu 2024

«Difatti porto le stimmate di Gesù»

È arrivata la Reliquia Maggiore di San Francesco presso la Basilica di Santa Maria degli Angeli
22 Giu 2024

Chiara: chiaro segno di risurrezione

Nella Basilica romana di San Giovanni in Laterano la Chiusura dell'Inchiesta diocesana sulla Serva di Dio Chiara Corbella Petrillo
21 Giu 2024

Custodi di bellezza accendiamo la speranza

La Sicilia ad Assisi per offrire l’olio sulla tomba di san Francesco
19 Giu 2024

Festa del Voto 2024

Programma delle celebrazioni e degli eventi ad Assisi
18 Giu 2024

Ci siete davvero mancate

Terminata la loro esposizione alla Nazionale di Perugia sono rientrati i gioielli di famiglia
16 Giu 2024

Chiara, grandissima gioia!

Celebrato ad Assisi il 12° anniverasario della morte di Chiara Corbella Petrillo
23 Mar 2024

La Domenica delle Palme di Santa Chiara di Assisi

Abbracciare per amore di Cristo l’Altissima Povertà Santa Chiara Monastero Clarisse