ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
I giorni del Perdono di Assisi alla Porziuncola 03 Ago 2023

Il Perdono che rigenera

Sono stati giorni intensi quelli trascorsi qui, a Santa Maria degli Angeli, durante la Festa del Perdono di Assisi 2023.
Tutto è cominciato nell’anno 1216, quando san Francesco, immerso nella preghiera alla Porziuncola, chiese a Dio il dono che chiunque entri in questa piccola chiesa, potesse ricevere da Dio il Perdono completo di tutti i peccati, o in poche parole, il dono dell’Indulgenza. Dopo che il Santo di Assisi chiese il permesso al Papa, da allora la Porziuncola divenne meta di tantissimi pellegrini assetati di un amore capace di guarire.
Quest’anno, questo straordinario dono dell’Indulgenza è stato introdotto grazie ad un Triduo di preparazione tenuto da Sua Beatitudine Mons. Pierbattista Pizzaballa, Patriarca Latino di Gerusalemme. In questo Triduo, le sue meditazioni hanno permesso di percepire la tenerezza e la misericordia di Dio attraverso le figure dei primi patriarchi d’Israele (Abramo, Isacco, Giacobbe) con dei riferimenti sia ai punti cruciali della vita di san Francesco, sia alla storia della Terra Santa (I serata, II serata, III serata).
Inoltre, per introdurci all’esame di coscienza p. Stefano Nava ha tenuto la catechesi Penitenziale, sabato 29 luglio.  

Il 1 agosto, alle prime luci dell’alba, i cittadini di Assisi si sono messi in cammino per giungere a santa Maria degli Angeli, dove il Vescovo di Assisi – Nocera U. – Gualdo T. e Foligno, S.E. Mons. Domenico Sorrentino li ha accolti e ha celebrato la Santa Messa alle ore 7.
Successivamente, alle 11, il Rev.mo P. Massimo Fusarelli, Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori, ha presieduto la Solenne Celebrazione Eucaristica nella quale c’è stata la processione di “apertura del Perdono” e l'inizio delle 36 ore dove l'indulgenza della Porziuncola è estesa a tutte le chiese francescane e parrocchiali del mondo intero. Nella sua omelia, il Generale, ha invitato tutti a fidarsi che, oltre la porta del Perdono c’è sempre un Padre con le braccia spalancate che vuole accoglierci.  
Al termine della giornata del 1 Agosto, i fedeli hanno potuto vivere due significativi eventi: i Primi Vespri della Solennità e la Veglia di Preghiera. La preghiera del Vespro è stata presieduta S.E. Mons. Domenico Sorrentino dove il Sindaco di Assisi, dott.ssa Stefania Proietti, ha offerto, in nome di tutta la città, l’incenso al Padre Custode della Porziuncola, P. Massimo Travascio. In questa occasione il Vescovo ha sottolineato come la sovrabbondanza di grazia del Perdono ci consente, se accettata, di percorrere più agevolmente il cammino di conversione. Il M.R.P. Sergio Lorenzini OFM Capp, Ministro Provinciale dei Frati Minori Cappuccini della Provincia Picena ha presieduto la Veglia di Preghiera serale. Il Ministro, qui ci ha evidenziato come il perdono vissuto da Francesco nei confronti dei suoi fratelli sgorga, in primo luogo, dal suo sentirsi Perdonato da Dio.

Nella giornata del 2 Agosto, culmine della festa è stata la Solenne Celebrazione Eucaristica, presieduta da S.B. Mons. Pierbattista Pizzaballa, nella quale il Patriarca di Gerusalemme ci ha invitati a scorgere sempre la salvezza di Dio nella quotidianità. 
Il pomeriggio è stato segnato dall’arrivo della 41° Marcia Francescana. Si tratta di diversi giovani provenienti da tutta Italia (ma non solo), che si sono messi fisicamente in cammino per diversi giorni per incontrare il volto di un Padre che accoglie e Perdona. E’ possibile vivere questo momento guardando il video della diretta dell’arrivo dei marciatori.

A conclusione della giornata del 2 Agosto, il M.R.P. Francesco Piloni, Ministro Provinciale dei Frati Minori di Umbria e Sardegna, ha presieduto i secondi Vespri della Solennità. Qui, il Ministro ha ricordato che, mentre l’accusatore continua a tenerci sotto scacco mettendoci davanti solo i nostri fallimenti, Dio con il suo perdono ci vuole rialzare e rimettere in cammino. Solo con questo slancio, appassionato è possibile accogliere colui che è l’Emmanuele, il Dio-con-noi.

Per tutta la giornata del 1 e 2 Agosto, infine, la Basilica è stata aperta dalle 6 di mattina alle 23 di sera e migliaia di pellegrini hanno avuto la possibilità non solo di pregare alla Porziuncola e di ascoltare Parole per la loro vita, ma anche di accostarsi al sacramento della Riconciliazione che segna l’incontro con un Dio che vuole solo il Perdono!

Buona Festa del Perdono a tutti!



Basilica di Santa Maria degli Angeli Domenico Sorrentino Francesco Piloni Massimo Fusarelli Ministro generale Ministro provinciale Perdono Perdono di Assisi Pierbattista Pizzaballa Porziuncola Stefano Nava Terra Santa

Articoli correlati

24 Giu 2024

“Tu sei sacerdote per sempre”

Alla Porziuncola l’ordinazione presbiterale di fra Nicola Taddeo Ciccone
22 Giu 2024

«Difatti porto le stimmate di Gesù»

È arrivata la Reliquia Maggiore di San Francesco presso la Basilica di Santa Maria degli Angeli
22 Giu 2024

Chiara: chiaro segno di risurrezione

Nella Basilica romana di San Giovanni in Laterano la Chiusura dell'Inchiesta diocesana sulla Serva di Dio Chiara Corbella Petrillo
21 Giu 2024

Custodi di bellezza accendiamo la speranza

La Sicilia ad Assisi per offrire l’olio sulla tomba di san Francesco
19 Giu 2024

Festa del Voto 2024

Programma delle celebrazioni e degli eventi ad Assisi
18 Giu 2024

Ci siete davvero mancate

Terminata la loro esposizione alla Nazionale di Perugia sono rientrati i gioielli di famiglia
07 Giu 2024

Fra Nicola Taddeo Ciccone sarà sacerdote per sempre

Ordinazione Presbiterale di fra Nicola Taddeo Ciccone



  • 03 Giu 2024

    Bentornata a casa!

    Dopo alcuni mesi di assenza la Pala trecentesca di Prete Ilario ritrova la sua collocazione: più bella e più sicura


  • 30 Mag 2024

    Sant'Antonio: difensore amatissimo

    A Terni 80 anni fa, lo stesso anno, la città fu liberata e l'omonima parrocchia posava la prima pietra: programma degli eventi


  • 25 Apr 2024

    Benedetti... benediciamo!

    Siamo andati a conoscere l’Angolo delle Benedizioni: si tratta di un servizio attivato da qualche anno nel cuore del Santuario di S. Maria degli Angeli