ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Lettera del Custode della Porziuncola in vista della visita di Papa Francesco in Porziuncola 16 Ott 2021

«Il Signore consola il suo popolo e ha misericordia dei suoi poveri»

«Il Signore consola il suo popolo e ha misericordia dei suoi poveri» (ls.49,13)

Parole vere e belle che esprimono la gioia dei Frati Minori della Porziuncola dopo l'annuncio della visita di Papa Francesco alla Basilica di Santa Maria degli Angeli e che giungono come una carezza. La piccola e raccolta cappella è il “luogo minore" scelto dal Pontefice per abbracciare una rappresentanza dei poveri che giungeranno da varie parti d'Europa il giorno 12 novembre prossimo, in occasione della quinta “Giornata mondiale dei Poveri”.

«Ah, come vorrei una Chiesa povera e per i poveri!» è la notissima esclamazione del 16 marzo 2013, mentre il Papa rievocava pubblicamente le motivazioni che l’avevano indotto alla scelta del nome: «Francesco d’Assisi è per me l’uomo della povertà, l’uomo della pace, l’uomo che ama e custodisce il creato». «Qui ad Assisi, qui vicino alla Porziuncola», disse il 04 ottobre 2013 «mi sembra di sentire la voce di san Francesco che ci ripete: “Vangelo, Vangelo!”». Oggi e sempre, affermò nell’Esortazione Evangelii Gaudium, «sono i poveri i destinatari privilegiati del Vangelo, e l’evangelizzazione rivolta gratuitamente ad essi è segno del Regno che Gesù è venuto a portare ...esiste un vincolo inseparabile tra la nostra fede e i poveri. Non lasciamoli mai soli».

Ancora una volta la Porziuncola, il luogo della prima fraternità e dell’invio missionario, ricorda a tutta la Chiesa che ogni battezzato, con la Parola e la testimonianza di vita, partecipa all’unica missione evangelizzatrice. Una Chiesa che si mette in ascolto di tutti è veramente evangelica e in continuo rinnovamento. «È necessario che tutti ci lasciamo evangelizzare dai poveri. Siamo chiamati a scoprire Cristo in loro, a prestare ad essi la nostra voce nelle loro cause, ma anche ad essere loro amici, ad ascoltarli, a comprenderli e ad accogliere la misteriosa sapienza che Dio vuole comunicarci attraverso di loro».

All'inizio del cammino sinodale, l'abbraccio dei poveri alla Porziuncola, è segno di una Chiesa che partendo dall’ascolto degli ultimi desidera raggiungere tutti. Il mio augurio è che da questo luogo santo possa compiersi ancora una volta la Parola: «Ecco, faccio una cosa nuova: proprio ora germoglia, non ve ne accorgete?» (Is. 43, 19).

Grazie Papa Francesco!

p. Massimo Travascio ofm - Custode della Porziuncola.



Custode della Porziuncola Lettera Massimo Travascio Papa Francesco Porziuncola Poveri

Articoli correlati

22 Set 2023

Il creato, un bellissimo mosaico di...

XIII edizione della Festa degli Angeli alla Porziuncola domenica 24 settembre
19 Set 2023

“Per tutti i giorni della mia vita ovvero, per sempre”

Celebrazione solenne delle Professioni perpetue di Fr. Simone, Fr. Francesco Maria e Fr. Emanuele
11 Set 2023

“Abita l’abito con cui oggi sei rivestito!”

Assisi–San Damiano: cinque giovani vestono i panni della prova (sette entrano in Noviziato)
25 Ago 2023

Nulla di voi trattenete per voi

Sabato 16 settembre la Professione solenne di 3 frati minori
21 Ago 2023

La regola di san Francesco

Una regola otto volte centenaria
18 Ago 2023

p. Bernardino De Vita, un uomo fatto perdono

Celebrazione Eucaristica nel XVII anniversario della morte
13 Set 2023

Essere in Regola

Sabato 16 settembre alle ore 11.30 al Sacro Convento di Assisi appuntamento con i Ministri Generali del Primo Ordine per ragionare sulla Regola di Francesco nell’ambito dell’evento del “Cortile di Francesco”