ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Studio per conoscere il fenomeno della reclusione volontaria 27 Nov 2017

In cella per amor di Dio?

La reclusione volontaria ha radici antiche nella Cristianità e nel xiii e xiv secolo pervenne ad una dimensione mai vista prima e mai più raggiunta. Questa forma di vita religiosa era, infatti, così diffusa che dobbiamo immaginare città medievali disseminate di celle e carceri.

Mentre l’eremita abbandona il mondo per vivere in solitudine con Cristo, ritirandosi di solito in luoghi inaccessibili, come un bosco o un deserto, nel caso della reclusione, invece, l’isolamento viene cercato nella città, chiudendosi in una cella.

Il noto frate Predicatore Giordano da Pisa (xiv sec.) guardava con sospetto tutti coloro che si chiudevano volontariamente in una cella e li riteneva matti: matti perché vivevano lontani dalla direzione spirituale di predicatori e confessori, matti perché si esponevano ai rischi della solitudine. C’era anche chi dubitava della loro vocazione, perché tutto sommato la reclusione poteva essere vista come una ?condizione di vita privilegiata’ che garantiva un modo dignitoso per sopravvivere, un ricovero per la notte e cibo sicuro.

Mercoledì 13 dicembre 2017, alle ore 17.00, presso l’aula A della Pontificia Università Antonianum si terrà il pomeriggio di studio In cella per amor di Dio?, organizzato dalla Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani in collaborazione con l’Institute of Mediaeval Studies della University of St Andrews.

Nel corso dell’incontro, introdotto dal prof. Marco Guida e coordinato dal prof. Attilio Bartoli Langeli, interverranno le prof.sse Eleonora Rava, La reclusione volontaria: questa sconosciuta, e Anna Esposito, La reclusione volontaria nelle basiliche romane.

Scopo del pomeriggio di studio è quello di offrire ai partecipanti una visione di insieme del fenomeno della reclusione volontaria e il caso inedito delle basiliche romane.



Anna Esposito Attilio Bartoli Langeli Clarisse Clausura Eleonora Rava Marco Guida PUA Vita Consacrata

Articoli correlati

23 Mar 2024

La Domenica delle Palme di Santa Chiara di Assisi

Abbracciare per amore di Cristo l’Altissima Povertà
02 Feb 2024

Giornata della vita consacrata: nella Chiesa un carisma e una profezia

Intervista a fra Adriano della comunità della Porziuncola
30 Mag 2023

Evangelizzare con l’arte

Giornata regionale della Vita consacrata a Collevalenza
24 Ago 2022

Madre Terra Sorelle Stelle

Festival di ecologia e astronomia 8-11 settembre 2022 ad Amelia
24 Mag 2022

Comunità energetiche e profezia

Incontro online organizzato da GPIC COMPI e PUA lunedì 30 maggio ore 17
23 Mag 2022

Sognare insieme: sinodalità e accoglienza

I consacrati dell’Umbria si incontrano al Santuario dell’Amore Misericordioso di Collevalenza
13 Giu 2024

Cantemus Domino

Ritorna a luglio il consueto Corso di Canto gregoriano alla Porziuncola