VII Serata del Settenario di Natale in Porziuncola 24 Dic 2019

L’Emmanuele viene per insegnarci a diventare più uomini

Si è concluso ieri sera il Settenario in preparazione al Natale del Signore con l’accensione dell’ultima candela recante la lettera “E” di Emmanuele. Dopo averlo invocato attraverso vari titoli, oggi giungiamo al suo Nome: «Emmanuele, Dio con noi» indica una vera e propria realtà, cioè, la divina presenza e dimora di Dio in mezzo al suo popolo. Il diacono p. Rafael Tayyem ci ha guidato in questa riflessione osservando, innanzitutto, come in questo nome sia possibile scorgere allo stesso tempo la sua identità divina e la sua missione che è l’essere con noi. Egli è con noi nella sua incarnazione, è con noi per mezzo della grazia e nell’Eucaristia, nella preghiera e nelle sofferenze, nella morte e nell’eternità.

L’Emmanuele viene per insegnarci a diventare più uomini ed essere un dono gratuito come lui, prima di tutto per coloro che non hanno mai sperimentato attenzione e tenerezza. Come San Francesco a Rivotorto, quando, davanti alla difficoltà manifestata da un frate durante un digiuno, non esitò a mostrare un’umanità e una maternità incredibili, facendo subito preparare la mensa per tutti. Pur essendo un cammino difficile, faticoso e lungo possiamo affrontarlo abbandonandoci fiduciosi nelle mani di Dio e lasciando che sia lui ad agire. L’Emmanuele viene anche per sostenerci e prendere parte alle nostre debolezze e difficoltà. Egli, che ha voluto sperimentare i nostri stessi sentimenti ed emozioni, si è incarnato piccolo come noi, debole come noi, povero come noi, assetato come noi, ferito come noi, deluso come noi. Per questo possiamo accostarci al suo trono, alla sua mangiatoia con fiducia, senza vergognarci di deporre ai suoi piedi le nostre debolezze. Egli comprende e s’interessa di noi.

Infine, Egli viene per salvarci da quel male profondo e radicale che è la nostra separazione da lui. “Verrà per salvarci – ha affermato p. Rafael – nello stabilire un’amicizia che continua nel tempo tramite la sua Chiesa, che nutre ogni nostra attesa e ogni nostra speranza, per un futuro migliore, un mondo nuovo, fatto dei doni reciproci.” E noi saremo pronti ad accoglierlo? “Basta un’apertura minima, estremamente piccola, ma anche microscopica, perché tutto è pronto. Da sempre e per sempre: Dio non si arrende, innamorato di tutti. Anche se la nostra vita è forse destinata ad essere un lungo Avvento, una continua attesa, una domanda la cui risposta tarda a venire. Ma lui verrà.”

Dall’umile grotta di Betlemme, allora, l’Emmanuele inizia il misterioso e faticoso cammino di Messia Salvatore, sino a Gerusalemme dove adempirà la volontà del Padre consumando sulla croce il sacrificio d’amore per la nostra salvezza. “Quella morte non ha ucciso la vita – ha concluso p. Rafael – non ha interrotto la relazione di Dio con noi, ma ha annientato la stessa morte ridonando la vita. «Dio con noi» è il Cristo nella vita della Chiesa e lo sarà sempre, sino alla fine dei secoli come ci ha promesso: «Io sono con voi tutti i giorni sino alla fine dei tempi» (Mt 28,20)”  

Scarica l'audio del canto delle Profezie




Antifone maggiori Natale O Emmanuel Porziuncola Settenario

Articoli correlati

14 Giu 2021

Il chicco di grano fruttificato in Sant’Antonio

Celebrazione presieduta da p. Fortunato Iozzelli della Provincia Toscana di San Francesco Stimmatizzato
14 Giu 2021

Chiara Corbella, meraviglia della Grazia di Dio!

Omelia di p. Francesco Piloni nella Celebrazione del IX anniversario della nascita al cielo della Serva di Dio Chiara Corbella
12 Giu 2021

In cammino con le famiglie

Programma delle attività estive proposte dalla fraternità “Giovanni Paolo II - Pastorale con le famiglie”
11 Giu 2021

San Giuseppe, custode del Verbo di Dio

II serata degli incontri “Nella bottega di Giuseppe”
10 Giu 2021

Ordinazione presbiterale di fra Antonio e fra Emanuele

Sabato 26 giugno alle 16.00 nella Basilica di Santa Maria degli Angeli
09 Giu 2021

800 anni dall’incontro tra san Francesco e sant’Antonio di Padova

Domenica 13 giugno alle 11.30 in Porziuncola solenne celebrazione eucaristica presieduta da p. Fortunato Iozzelli OFM
07 Giu 2021

Triduo di Sant’Antonio da Padova a Terni

11-12-13 giugno presso la Chiesa di Sant’Antonio



  • 22 Mag 2021

    La notte dei santuari

    Martedì 1 giugno alle ore 20.30 alla Porziuncola e in comunione con tutti i santuari d’Italia