ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Quinta meditazione della Novena dell’Immacolata Concezione 04 Dic 2020

La fedeltà di Dio risplende in Debora e nella Vergine Maria

P. Simone Farci ha posto la sua attenzione su Debora, il giudice di Israele, nella quinta serata della Novena dell’Immacolata Concezione che si sta svolgendo nella Basilica di Santa Maria degli Angeli. (I - II - III - IV serata) I “giudici” sono figure carismatiche che Dio suscita per ristabilire le sorti di Israele. Debora, una donna straordinaria, con una grande personalità, dotata di saggezza e profezia, è giudice e soprattutto “madre di Israele”. Vive in profonda comunione con il Signore ed è una profetessa audace che non teme il giudizio dei potenti.

Un giorno prende l’iniziativa di convocare il generale e gli espone l’oracolo divino: deve arruolare diecimila uomini e affrontare coraggiosamente l’esercito nemico. Il generale avanza un’ardita richiesta: «Se vieni anche tu con me, andrò; ma se non vieni non andrò» (Gdc 4,8). Debora accetta, ma gli annuncia un finale sorprendente, che non gli farà onore: l’uccisione di Sisara, il comandante dell’esercito nemico, sarà gloria di una donna! La battaglia si conclude con una strepitosa vittoria e la nostra profetessa, come già la sorella di Mosè sulle rive del Mar Rosso, intona il canto di lode: «Voglio cantare in onore di Yahweh. Io voglio sciogliere un canto a Yahweh, al Dio d’Israele» (Gdc 5,3).

Ancora una volta il Signore ha capovolto le sorti: il torrente Kison, come un tempo il Mar Rosso, ha travolto i potenti. Questa volta c’è qualcosa che non ha precedenti nella storia d’Israele: Dio ha agito per mano di donna! Debora ha risvegliato le coscienze assopite, ha ristabilito la giustizia, impedendo che le giovani del suo popolo fossero umiliate e spartite come bottino di guerra.

Debora, e in modo più completo, la Vergine Maria ci aiuta a vedere come in ognuno di noi confluiscono tutte le promesse di Dio. Tu sei promessa di Dio! Maria ci ricorda che Dio ha benedetto l’intera creazione affinché tu, a ogni alba e a ogni tramonto, ti sentissi benedetto. Dio ha ascoltato i lamenti e le lacrime del suo popolo in Egitto, per poter ascoltare oggi la tua afflizione e il tuo grido. Dio ha ispirato i profeti affinché oggi non ti manchino le parole di consolazione e di speranza di cui hai bisogno. Dio ha fatto nascere uomo suo Figlio, affinché tu oggi potessi nascere più vicino a Dio. Come ci raggiunge da vicino il cantico di Maria, come ci scruta a fondo!

Il Magnificat è davvero una meravigliosa scuola di sapienza evangelica. Una scuola di conversione continua. “La Scrittura – diceva san Gregorio Magno – cresce a forza di essere letta”. Lo stesso avviene del Magnificat, le sue parole sono arricchite, non consunte, dall’uso. Prima di noi schiere di santi o di semplici credenti hanno pregato con queste parole, ne hanno assaporato la verità, messo in pratica il contenuto. Per la comunione dei santi nel corpo mistico, tutto questo immenso patrimonio aderisce ora al Magnificat. È bene pregarlo così, in coro, con tutti gli oranti della Chiesa e magnificare il Signore per tutte le generazioni perché forte è il suo amore per noi, e la sua fedeltà dura in eterno.  



Immacolata Concezione Madonna Novena Porziuncola Simone Farci Vergine Maria

Articoli correlati

24 Mag 2024

Solennità del Corpus Domini alla Porziuncola

Il Programma 2024 delle Celebrazioni liturgiche in Basilica
20 Mag 2024

Tra fede e bellezza, torna la Notte dei Santuari

Un'iniziativa promossa dal Collegamento nazionale dei Santuari italiani insieme all’Ufficio nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei
17 Mag 2024

In cammino verso il Ben-Essere

A Umbertide, la seconda edizione della manifestazione: Sto coi frati e zappo l’orto. In cammino verso il Ben-Essere
10 Mag 2024

Un Giubileo tutto sulla Speranza

Papa Francesco emana la Bolla di indizione del Giubileo del 2025 Spes non confundit, la speranza non confonde
07 Mag 2024

OFS d’Italia: eletto il nuovo Consiglio nazionale. Luca Piras riconfermato presidente

Ad Assisi, il 4 Maggio, l’Ordine Francescano Secolare d’Italia ha eletto il suo nuovo Consiglio nazionale: a guidare la fraternità dei laici francescani saranno Luca Piras
03 Mag 2024

L’esperienza del Francescout

Sulle orme del Poverello di Assisi, alla sequela di Cristo, cercando di conoscere il segreto della sua gioia
24 Mag 2024

Solennità del Corpus Domini alla Porziuncola

Il Programma 2024 delle Celebrazioni liturgiche in Basilica