ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Veglia di Natale alla Porziuncola 25 Dic 2022

La greppia dove Gesù desidera essere adagiato è la nostra storia

«Non temete: ecco, vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia»: l’annuncio dell’angelo ai pastori è risuonato ieri sera per tanti pellegrini giunti nella Basilica di Santa Maria degli Angeli per celebrare con tanta gioia il Natale del Signore. La celebrazione è stata introdotta dall’Ufficio delle Letture e dal canto della Kalenda, eseguito dal maestro p. Matteo Ferraldeschi, che vuole mostrare come Dio abbia scelto di incarnarsi in un tempo preciso della storia per assumerla e redimerla e ancora oggi continua a scegliere di venire a incarnarsi per portare il perdono ad ogni uomo e ad ogni donna.

P. Massimo Travascio, Custode della Porziuncola, ha presieduto la santa messa e, nella sua omelia, ha sottolineato proprio come, nonostante questo nostro mondo è un mondo tenebroso a causa dell’egoismo degli uomini, la luce di Dio giunge ugualmente. Dalla notte di Betlemme nulla di noi è estraneo a Gesù: il nostro passato, presente e futuro sono diventati la greppia dove lui desidera essere adagiato. “Restiamo in silenzio – ha continuato p. Massimo –, in povertà e umiltà di cuore davanti a Lui e adoriamolo con amore e nella gratuità.”

L’Emmanuele ha scelto di vivere la nostra vita, ci vuole incontrare nella vita reale e non dove noi sogniamo di fare un incontro meraviglioso con Lui. La nostra esistenza sarà una nuova Betlemme, in cui Gesù potrà nascere, se noi accogliamo e ci riconciliamo con la nostra situazione concreta, con la nostra storia spesso complessa e contraddittoria. A Natale ciò che illumina il nostro mondo è proprio la grazia di Dio, che reca la salvezza a tutti gli uomini.  “Cari fratelli e sorelle – ha concluso il Custode – ravviviamo la nostra speranza perché Dio ormai è presente nel mondo: abbiamo il “Dio con noi”. Chiediamo a Dio di sperimentare il timore dei pastori davanti alla grazia e di ritrovare fiducia alle parole: “Non temete: ecco vi annuncio una grande gioia!”



Custode della Porziuncola Massimo Travascio Matteo Ferraldeschi Natale Porziuncola Veglia

Articoli correlati

24 Mag 2024

Solennità del Corpus Domini alla Porziuncola

Il Programma 2024 delle Celebrazioni liturgiche in Basilica
20 Mag 2024

Un incantevole incunabolo: per cantare a Dio!

Alla Biblioteca di San Francesco del Monte di Perugia abbiamo partecipato alla presentazione del restauro del grande incunabolo musicale di Francesco de Brugis
20 Mag 2024

Tra fede e bellezza, torna la Notte dei Santuari

Un'iniziativa promossa dal Collegamento nazionale dei Santuari italiani insieme all’Ufficio nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei
17 Mag 2024

In cammino verso il Ben-Essere

A Umbertide, la seconda edizione della manifestazione: Sto coi frati e zappo l’orto. In cammino verso il Ben-Essere
10 Mag 2024

Un Giubileo tutto sulla Speranza

Papa Francesco emana la Bolla di indizione del Giubileo del 2025 Spes non confundit, la speranza non confonde
07 Mag 2024

OFS d’Italia: eletto il nuovo Consiglio nazionale. Luca Piras riconfermato presidente

Ad Assisi, il 4 Maggio, l’Ordine Francescano Secolare d’Italia ha eletto il suo nuovo Consiglio nazionale: a guidare la fraternità dei laici francescani saranno Luca Piras
25 Apr 2024

Benedetti... benediciamo!

Siamo andati a conoscere l’Angolo delle Benedizioni: si tratta di un servizio attivato da qualche anno nel cuore del Santuario di S. Maria degli Angeli



  • 11 Apr 2024

    Pregò e disse: Ave Maria

    Presentazione a Stroncone di quella che si ritiene essere, al momento, la più antica versione dell'Ave Maria: risale al Trecento