MARTEDÌ della XXIX sett. del T.O. Feria (verde)
martedì, 20 ottobre 2020
Speciale Perdono di Assisi 2020 alla Porziuncola 04 Ago 2020

La misericordia che risuscita i morti

I cristiani non vivono di rimpianti ma di memoria, memoria grata. Chi in questi giorni del Perdono di Assisi non ha pensato alle centinaia di marciatori e al loro suggestivo arrivo in Porziuncola accolti da due ali di fedeli lungo l’intera piazza, all’interminabile coda di fedeli che attendevano di attraversare la Porziuncola, ecc…

Ebbene, tutto questo, in un tempo in cui nulla è più come prima a causa degli sconvolgimenti che ci hanno costretti a ripensare la nostra vita e abitudini, è stato vissuto, per grazia di Dio, in una forma ridotta, talvolta con numeri simbolici ma non meno significativi.

La solennità del Perdono di Assisi, Celebrazione del desiderio di Dio di riconciliare a sé ogni uomo, è stata preparata quest’anno dalla predicazione di S.E. Mons. Vittorio VIOLA, Vescovo di Tortona. Il Triduo (I sera – II sera – III sera)ha parlato del Perdono attraverso il parallelo con i tre giorni del Triduo santo della Pasqua, esperienza che ha interamente plasmato la vita di Francesco d’Assisi.

Il Triduo ci ha aperto le porte del cuore ma ha anche portato alla simbolica e suggestiva apertura della Porta della Porziuncola. È stato il Ministro generale dei Frati minori, fr. Michael Perry OFM a presiedere la solenne Celebrazione eucaristica di apertura della Solennità del Perdono (guarda l’omelia integrale).

Come di consueto è stato il Vescovo di Assisi, S.E. Mons. Domenico Sorrentino a presiedere i Primi Vespri del Perdono. Nella sua Riflessione ha voluto spiegare questo straordinario dono di grazie a partire dall’affresco presente in Vescovado, nella Sala cosiddetta della Spogliazione di Francesco.

La sera lunga giornata di celebrazioni dell’1 si è conclusa con la Veglia di preghiera presieduta dal MRP fra Matteo Siro OFM Capp, Ministro provinciale della Provincia dell’Immacolata Concezione di Umbria – Lazio e Abruzzo.

La giornata ha visto, nonostante la capienza ridotta della Basilica, un notevole afflusso di fedeli che hanno riempito la Basilica e occupato il sagrato antistante.

Per tutta la giornata dell’1 e del 2 agosto, oltre 30 confessori, per 12 ore al giorno, hanno confessato le migliaia di fedeli in coda. Quest’anno, a motivo delle restrizioni e per garantire le necessarie norme di sicurezza, si sono utilizzati gli spazi aperti all’interno del Convento della Porziuncola.

La giornata del Perdono, giorno 2 agosto, ha avuto il suo culmine nella solenne celebrazione eucaristica presieduta da S.E. Mons. Vittorio VIOLA. Alla presenza delle autorità civili e militari e di numerosi pellegrini, il frate minore adesso Vescovo di Tortona ha parlato a lungo (ascolta l’omelia) della Porziuncola, icona della Vergine Maria, nella sua piccolezza, scrigno della grazia di Dio e grembo accogliente di Dio stesso.

Parallelamente alle celebrazioni del Perdono, i frati del SOG e del coordinamento nazionale della pastorale giovanile, hanno organizzato due momenti di catechesi e preghiera che simbolicamente hanno visto presenti una delegazione di giovani da ogni parte d’Italia, rappresentanza delle migliaia di marciatori che quest’anno hanno fatto il loro cammino…del cuore! Di come l’esperienza della marcia sia preziosa per la vita dei giovani, riportiamo la testimonianza di una marciatrice che racconta la marcia come metafora del cammino della vita.

A concludere la solennità del perdono 2020 è stato il Ministro provinciale dei Frati minori di Umbria e Sardegna, fra Francesco Piloni. Nella sua Riflessione durante i Secondi Vespri del Perdono, p. Francesco ha ricordato che il perdono “è il frutto maturo dell’incontro con l’Agnello Risorto”. Citando una frase di p. Silvano Fausti, p. Francesco ha ricordato che “se amare è come generare un figlio, perdonare è come risuscitare un morto”. La consapevolezza dell’essere custodi di questo dono è ciò che rende il nostro cuore pieno di gratitudine.

Affidiamo a Dio i tanti frutti belli di questi giorni, i tantissimi pellegrini che hanno visitato la Porziuncola e le centinaia di migliaia che hanno seguito dai vari Canali social “Frati Assisi” le varie celebrazioni. A tutti, da parte dei Frati minori dell’Umbria e Sardegna una speciale preghiera e benedizione.



Domenico Sorrentino Francesco Piloni Giovani Matteo Siro Misericordia Perdono Perdono di Assisi Porziuncola Rodolfo Cetoloni SOG Triduo Triduo pasquale Vittorio Viola

Articoli correlati

18 Ott 2020

Cristo, è lui che cerco e desidero

Ordinazione presbiterale di 5 frati minori in Porziuncola
10 Ott 2020

“L’Eucarestia è la mia autostrada per il cielo”

Omelia del card. Vallini per la Beatificazione del Ven. CARLO ACUTIS
07 Ott 2020

Il Ministro Provinciale eletto Consigliere della COMPI per il triennio 2020-2023

p. Massimo Fusarelli succede come Presidente a p. Claudio Durighetto
05 Ott 2020

“Io ho fatto la mia parte, Cristo vi insegni la vostra”

I giorni della Festa di san Francesco alla Porziuncola
04 Ott 2020

Il Testamento di san Francesco è essere fratelli di tutti

Celebrazione del Transito di san Francesco alla Porziuncola
03 Ott 2020

Testimone di una fede che si fa servizio

La fede operosa di Angela Polselli, Rosa d'argento 2020
18 Ott 2020

Cristo, è lui che cerco e desidero

Ordinazione presbiterale di 5 frati minori in Porziuncola