MERCOLEDÌ della XXIX sett. del T.O. FERIA (verde)
mercoledì, 24 ottobre 2018
Il documento sulla sinodalità in chiave francescana 10 Mag 2018

La sinodalità nell'esperienza di san Francesco

Il recente documento La sinodalità nella vita e nella missione della Chiesa della Commissione Teologica Internazionale, al n. 65 afferma: «La pratica di consultare i fedeli non è nuova nella vita della Chiesa. Nella Chiesa del Medioevo si utilizzava un principio del diritto romano: Quod omnes tangit, ab omibus tractari et approbari debet (ciò che riguarda tutti deve essere trattato e approvato da tutti). Nei tre campi della vita della Chiesa (fede, sacramenti, governo), la tradizione univa a una struttura gerarchica un regime concreto di associazione e di accordo, e si riteneva che fosse una prassi apostolica o una tradizione apostolica. Questo assioma non va inteso nel senso del conciliarismo a livello ecclesiologico né del parlamentarismo a livello politico. Aiuta piuttosto a pensare ed esercitare la sinodalità nel seno della comunione ecclesiale».  (leggi documento integrale)

Il presente testo è stato approvato in forma specifica dalla maggioranza dei membri della Commissione nel corso della Sessione Plenaria del 2017, per mezzo di un voto scritto. É stato, in seguito, sottoposto all’approvazione del suo Presidente, S.E. Luis F. Ladaria, S.I., Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, il quale, dopo aver ricevuto parere favore dal Santo Padre Francesco, in data 2 marzo 2018, ne ha autorizzato la pubblicazione.

Nel 1230 rispondendo ai frati Minori che gli chiedevano se oltre alla Regola dovessero osservare o no anche il Testamento di san Francesco, il papa Gregorio IX nella Quo elongati rafferma che l'Assisiate “non poteva, senza il consenso dei frati e principalmente dei ministri, perché riguardava tutti, obbligare”.

Come si può constatare il Pontefice riprese il principio menzionato anche nel recente documento sulla sinodalità dichiarando che esso ha valore anche nel caso del pensiero di san Francesco d'Assisi. Gregorio IX rispondendo che i frati non erano tenuti a osservare il Testamento affermò uno dei principi della ecclesiologia di comunione richiamato anche dal magistero recente.



Chiesa San Francesco Sinodo Testamento

Articoli correlati

22 Ott 2018

Francesco e la sua umanità realizzata in Dio

Come l'incontro con Dio rende pienamente uomini
18 Ott 2018

Superare gli steccati tra popoli, culture e religioni

VIII centenario incontro di Francesco d’Assisi con il sultano d’Egitto
15 Ott 2018

La bellezza rivela la verità dell’amore 2/2

Cosa ci dice la testimonianza di Francesco d’Assisi
10 Ott 2018

L’ospitalità dell’Egitto

Memoria dell’incontro tra Francesco e il Sultano d’Egitto
08 Ott 2018

San Francesco profeta del giorno dopo

di fra Pietro Messa OFM
03 Ott 2018

Riconoscimento Rosa d’Argento 2018

Alla Sig.ra Azzurra di Spirito il premio “Testimoni della carità”
20 Ott 2018

Stranieri perché uomini. Guardare l’uomo con l’occhio di Dio

 “Spirito di Assisi” in programma dal 26 al 28 ottobre 2018