MERCOLEDÌ della III sett. di Pasqua Feria (bianco)
mercoledì, 21 aprile 2021
Una Settimana Con Dio: testimonianza di Chiara 24 Ott 2017

La Verità vi farà liberi

Ho passato un’estate diversa dal solito dedicata al lavoro, all’incontro e all’ascolto del prossimo, sia all’oratorio estivo che ad Amatrice, ma sentivo il desiderio profondo di prendere uno spazio solo per me, cosi dal 28 luglio al 3 agosto ho deciso di trascorrere “una settimana con Dio” in un monastero di clausura a Perugia.

I giorni prima della partenza ero perplessa, non capivo cosa stesse succedendo dentro di me per prendere una decisione del genere, e l’unica risposta che mi sono data è stata il desiderio profondo di un incontro autentico con Dio. Ho sempre pensato che le suore di clausura fossero chiuse e del mondo esterno capissero ben poco … ma stando a contatto con loro, mi sono resa conto che è tutto il contrario, contemplano il mondo cogliendo la bellezza e la profondità del cuore di ogni persona.

In questo luogo mi sono sentita davvero amata e voluta bene, cosa che nella quotidianità non sempre percepisco.

Le giornate erano scandite da diversi momenti di preghiera; meditazione, lodi, terza, sesta, nona, vespri e compieta, abbiamo anche svolto diversi lavori insieme alle monache, un modo per conoscerle meglio e scambiare quattro chiacchiere con loro, abbiamo lavorato il legno, il cuoio e dipinto, un modo semplice per mettere a frutto i talenti ricevuti.

È stata anche una settimana di condivisione fraterna con due ragazze: Claudia di Avellino e Anna di Catania. Non abbiamo avuto problemi a socializzare, entrando subito in sintonia, e condividendo sia gioie che fatiche nel nostro cammino di crescita. Il legame che si è creato è stato profondo e solido, si percepiva che c’era qualcuno a tenerci unite.

Ho apprezzato molto la serata della recita del rosario cantato con le monache e la postulante Bianca, un semplice ma bellissimo momento di comunione. Questa settimana mi ha aiutato a essere costante nella preghiera … coltivando sempre di più il mio rapporto con Gesù, fonte di amore nella mia vita.

Inoltre, ho imparato a fermarmi di più per non perdere di vista me stessa, è stata una carica per vivere al meglio la mia quotidianità nella fatica ma anche nel donarmi con gioia al prossimo anche quando mi costa sudore. Camminare con Gesù non è semplice, ma porta a fare verità di sé stessi.

È stato un viaggio interiore, che mi ha aperto gli orizzonti, ma quello vero è cominciato ora che sono tornata a casa. Ho imparato a lasciare piano piano le paure che ostacolavano il mio cammino, e a trattare con cura i mille interrogativi che porto con me, testimoni della ricerca di una risposta che mi possa soddisfare e rendere felice, e non che mi “accontenti”. Chi torna da un viaggio non è mai la stessa persona che è partita, si scopre sempre qualcosa di sé, e di chi si incontra.

Vedi “Che Cosa Cerco e Che Cosa Desidero?”: ‘Libertà e Festa’, Tre giorni insieme, dal 17 al 19 novembre, per scoprire la fonte del dono dell’amare e dell’essere amati. Per altre info: visita il sito del Monastero Sant’Agnese di Perugia.



Cammino Clarisse Giovani Paura Perugia Preghiera Ritiro Testimonianza Verità

Articoli correlati

19 Apr 2021

I santi della porta accanto

Mostra e incontri sulla santità al convento di Montesanto di Todi
29 Mar 2021

L’audacia della vulnerabilità, la profezia di una visione

La Statio Orbis di Papa Francesco in piazza San Pietro venerdì 27 marzo 2020
12 Mar 2021

Il valore dell'ascesi

Vivere la vocazione di essere custodi dell’opera di Dio è parte essenziale di un’esistenza virtuosa
09 Mar 2021

La contemplazione riconosce Dio nelle altre creature

San Bonaventura e San Giovanni della Croce ci indicano un'altra tappa della conversione
08 Mar 2021

“Egli perdona tutte le tue colpe”

24 ore per il Signore - 12/13 marzo, Santa Maria degli Angeli
05 Mar 2021

Una conversione eucaristica

Unito al Figlio incarnato tutto il cosmo rende grazie a Dio
19 Apr 2021

Festa del Beato Egidio 2021

23-24 aprile al convento di san Francesco al Monte