ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
I serata del Triduo in preparazione alla solennità di San Francesco 01 Ott 2023

La Vita e la Regola proposta da Francesco

Si è svolta ieri sera alle 21:15, presso la Basilica papale di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola, la prima serata del Triduo in preparazione della solennità di san Francesco. Ha presieduto la liturgia fr. Cesare Vaiani, attuale definitore generale per Italia, Albania, Spagna e Portogallo; appartenente alla Provincia di Sant’Antonio del Nord Italia e studioso appassionato di francescanesimo.

Nell’ottocentenario dell’approvazione della Regola Bollata dei Frati Minori la lettera agli Ebrei (Eb 4, 12-13) e l’incipit della Regola Bollata di s. Francesco hanno fatto da fondamento alla riflessione. Fr. Cesare ha sottolineato come il principio fondamentale della Regola francescana è “osservare il santo Vangelo di Gesù Cristo”, inoltre per san Francesco la Regola si associa con forza alla parola “vita”. Le parole “osservare” e “vita” per il Poverello d’Assisi fanno quindi riferimento al vissuto concreto.

Sono la vita e la pratica che ci permettono di capire meglio il Vangelo, come nell’episodio raccontato dalle Fonti dove san Francesco ascolta il Vangelo della missione agli apostoli, qui alla Porziuncola facendo subito qualcosa, e cioè cambiando il suo abito. Anche se il Vangelo non indica di spogliarsi, Francesco sente la necessità di compiere subito un gesto concreto che poi si caricherà di un forte significato spirituale. O anche quando a san Damiano, dopo l’invito del Crocifisso a riparare la sua casa, Francesco d’Assisi si mette ad accomodare il tetto della chiesina. Partendo da un gesto pratico raggiunge un traguardo spirituale e riuscirà ad andare anche oltre, ma solo con la pratica concreta. Francesco ci insegna che lo “spirituale” non rimane nel campo delle idee, ma entra nella vita reale.

È la cosiddetta “obbedienza della fede”, ha continuato fr. Cesare, cioè partire dall’ascolto della parola di Dio per arrivare alla sua messa in pratica nella vita di tutti i giorni. La Parola di Dio è viva ed efficace, quello che dice fa, è creatrice, trasforma il mio cuore, la mia vita. La Parola è anche criterio di discernimento perché scruta ogni cosa, ha un giudizio infallibile sulla realtà. La Regola francescana ci dice quindi che bisogna porre la Parola di Dio come base per le scelte della vita di ogni giorno.

Accogliamo quindi Gesù, il Vangelo e la Parola di Dio attraverso l’esempio e l’aiuto di san Francesco, come lui desiderava, avendo speso la sua esistenza per indicare il Figlio di Dio come fonte di vita.



Cesare Vaiani Porziuncola San Francesco Transito di San Francesco Triduo

Articoli correlati

24 Mag 2024

Solennità del Corpus Domini alla Porziuncola

Il Programma 2024 delle Celebrazioni liturgiche in Basilica
20 Mag 2024

Tra fede e bellezza, torna la Notte dei Santuari

Un'iniziativa promossa dal Collegamento nazionale dei Santuari italiani insieme all’Ufficio nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei
17 Mag 2024

In cammino verso il Ben-Essere

A Umbertide, la seconda edizione della manifestazione: Sto coi frati e zappo l’orto. In cammino verso il Ben-Essere
10 Mag 2024

Un Giubileo tutto sulla Speranza

Papa Francesco emana la Bolla di indizione del Giubileo del 2025 Spes non confundit, la speranza non confonde
07 Mag 2024

OFS d’Italia: eletto il nuovo Consiglio nazionale. Luca Piras riconfermato presidente

Ad Assisi, il 4 Maggio, l’Ordine Francescano Secolare d’Italia ha eletto il suo nuovo Consiglio nazionale: a guidare la fraternità dei laici francescani saranno Luca Piras
03 Mag 2024

L’esperienza del Francescout

Sulle orme del Poverello di Assisi, alla sequela di Cristo, cercando di conoscere il segreto della sua gioia
24 Mag 2024

Solennità del Corpus Domini alla Porziuncola

Il Programma 2024 delle Celebrazioni liturgiche in Basilica