venerdì, 21 gennaio 2022
VENERDÌ della II sett. del T.O. S. AGNESE, vergine e martire – MEMORIA (rosso)
Celebrazione dei Primi Vespri e Veglia del Transito di San Francesco 04 Ott 2021

Nel Transito del Poverello risplende l’essenziale di Dio

Dopo le celebrazioni del mattino il passaggio dei pellegrini in Basilica si è calmato un poco permettendo alla fraternità della Porziuncola, insieme alle forze dell’ordine, di organizzarsi per vivere al meglio le funzioni del pomeriggio. Nessuna celebrazione eucaristica si è tenuta nella Basilica, ma si è lasciato spazio alla preghiera dei Primi Vespri nel “Transito di san Francesco” presieduta da mons. Giuseppe Baturi, arcivescovo di Cagliari e vicepresidente della Conferenza Episcopale Italiana alle h. 17.30. Come in mattinata era già accaduto, si è creato un lungo corteo civile davanti al palazzetto dei capitani del popolo, formato, tra gli altri, da numerosissimi sindaci della Sardegna. Una volta unitosi alla processione religiosa composta da frati, sacerdoti e vescovi, il corteo è entrato in Basilica accolto da un piccolo gruppo di pellegrini in costumi locali sardi che hanno suonato le tipiche launeddas.

Nella meditazione, mons. Baturi, ha sottolineato come san Francesco incontra il Crocifisso in diverse occasioni e l’ardente passione di nostro signore Gesù Cristo lo invade nell’intimo, infiammandolo di amore. La morte in croce di Gesù lo spinge ad essere a Lui conforme anche in quell’esperienza di morte, a tal punto che riceve i segni della passione di Gesù. La Chiesa è così sempre rigenerata da uomini che amano in questa maniera potente e profonda, e di queste persone ha bisogno la nostra società. “Oggi sono stato crocifisso con Cristo e non vivo più io, ma Cristo vive in me”, diceva san Paolo e il suo invito è rivolto anche a noi oggi, essere cioè immagine di Gesù come lo è stato san Francesco. Così rendiamo visibile l’essenziale di Dio per cui vale la pena di vivere e morire. La preghiera è poi proseguita con la consueta consegna dei doni da parte delle autorità civili di Assisi, Umbria e Sardegna ricevute dal ministro provinciale fr. Francesco Piloni, segno dell’affetto concreto che l’Italia porta al suo Patrono.

La giornata si è infine conclusa con la veglia di preghiera delle h. 21.00 presieduta da fr. Matteo Siro, ministro provinciale della nuova provincia religiosa dell’Immacolata Concezione dei frati minori Cappuccini di Abruzzo, Lazio e Umbria. “Beato chi trova in te la sua forza e decide nel suo cuore il santo viaggio”, siamo riuniti qui come in una veglia pasquale, ha detto fr. Matteo, dove Francesco vive il suo Transito testimoniando la sua fede accogliendo la morte cantando, proprio per vivere le parole del salmo appena cantato nella preghiera. La fatica, le paure e le angosce di questi tempi non possono impedire di incamminarci lungo il “santo viaggio” guidati dallo Spirito Santo. Lo Spirito è bene che trovi spazio nella nostra vita affinché la speranza sia la fiamma che arde nei nostri cuori, speranza che non è banale ottimismo, ma certezza che Dio compie le sue promesse su di noi e che la Sua Parola è l’ultima su ogni cosa, anche sulla morte. 

Al termine quindi di questa ricca giornata di festa, ringraziando ciascuno per l’impegno che ha messo nell’organizzare i vari momenti di preghiera e fraterni, ci affidiamo a san Francesco chiedendogli la grazia di perseverare nella vita religiosa “facendo la nostra parte”, come lui ci ha chiesto.



Assisi Basilica di Santa Maria degli Angeli Convento Annunziata Eremo delle Carceri Matteo Siro Porziuncola Primi Vespri San Damiano San Francesco Sardegna Transito di San Francesco Veglia

Articoli correlati

20 Gen 2022

Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani

Dal 18 al 25 gennaio
17 Gen 2022

“Un’esperienza che cambia la vita e dona libertà”

Alberto racconta i giorni del Capodanno 2022 trascorsi con i frati del SOG
17 Gen 2022

Il vino nuovo della gioia

Inizio del cammino di postulato con i Frati minori per sei giovani
14 Gen 2022

La gioia cosa molto seria

Perché la mia gioia sia in voi
12 Gen 2022

Servire il Signore quale “piccolo resto” fedele

Assemblea della Custodia dei Frati Minori di Sardegna
07 Gen 2022

Giornata Mondiale del Malato: tenere insieme misericordia e medicina

Intervista a fr. Andrea Dovio sul Messaggio di Papa Francesco per la XXX Giornata Mondiale del Malato
17 Gen 2022

Il vino nuovo della gioia

Inizio del cammino di postulato con i Frati minori per sei giovani