ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Piccola guida per capire cosa stai chiedendo. 15 Giu 2023

“Padre Nostro che sei nei cieli”

Gesù ci ha insegnato a rivolgerci a Dio chiamandolo “Padre Nostro che sei nei cieli”. Queste parole esprimono al tempo stesso la vicinanza (Padre Nostro) e l’immensità di Dio (che sei nei cieli), l’affetto verso di lui e la gloria dovuta. Per noi è al tempo stesso vicino (Padre) e immenso (Signore del cielo e della Terra). Dalla coscienza di essere figli di Dio, nasce la nostra pretesa di essere ascoltati.

Lasciamoci guidare da fr. Matteo Munari, professore allo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme, alla scoperta del “Padre nostro”

fonte: cmc-terrasanta.com



Matteo Munari Padre Preghiera Terra Santa

Articoli correlati

20 Mag 2024

Tra fede e bellezza, torna la Notte dei Santuari

Un'iniziativa promossa dal Collegamento nazionale dei Santuari italiani insieme all’Ufficio nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei
10 Mag 2024

Un Giubileo tutto sulla Speranza

Papa Francesco emana la Bolla di indizione del Giubileo del 2025 Spes non confundit, la speranza non confonde
19 Apr 2024

«Creare casa» (Christus vivit, 217)

61ª Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni
01 Feb 2024

Restiamo umani! Grazie di cuore

Ringraziamento da Fra Francesco Piloni per la campagna di raccolta fondi del Natale per la Terra Santa
17 Gen 2024

«Ama il Signore Dio tuo… e ama il prossimo tuo come te stesso»

Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani
15 Dic 2023

È il Medio Oriente il vero paralitico

Omelia del Custode di Terra Santa alla Porziuncola
24 Mag 2024

Solennità del Corpus Domini alla Porziuncola

Il Programma 2024 delle Celebrazioni liturgiche in Basilica