lunedì, 23 maggio 2022
Omelia del Custode della Porziuncola alla Veglia di Natale 25 Dic 2018

Alla scuola di San Francesco, impariamo dal presepe l'umiltà e la povertà

“Prendiamo ad esempio Francesco d’Assisi che si è lasciato plasmare da Dio, raggiungere dal Suo amore”. Con queste parole, p. Giuseppe Renda, Custode della Porziuncola, ha salutato la Basilica piena di fedeli, accorsi da ogni parte d’Italia.

Alla Festa del Natale ci avevano introdotti i Primi Vespri presieduti da p. Fabio Nardelli (clicca QUI per ascoltare la sua meditazione).

Una Celebrazione luminosa, ricca di segni e suggestiva, dal canto della Kalenda – ovvero l’annuncio della nascita di Gesù nella storia del mondo – alla processione con Gesù Bambino deposto nella mangiatoia. P. Giuseppe ha sottolineato come “Francesco aveva visto in Gesù quella luce di cui parla il profeta Isaia, la luce di Gesù Cristo ha raggiunto le tenebre del suo cuore, lo avevano illuminato e liberato dall’egoismo, dalla schiavitù”. Allora, in quel bambino Francesco incontra il Figlio di Dio.

Francesco a Greccio, tre anni prima della sua morte, nel desiderio di vedere, toccare, sentire il profumo dell’umanità di Dio, nella rappresentazione del presepe fa celebrare una messa “perché – ha continuato p. Giuseppe – aveva compreso che, se anche Gesù aveva lasciato la terra, aveva anche dato l’eucarestia come sua presenza sulla terra”.

“Questa parola ci interroga – ha aggiunto – se questa luce ha illuminato il nostro cuore, se questa parola ci sta cambiando”.

Infine p. Giuseppe ha ricordato che “dal presepe Francesco ha imparato la povertà e umiltà che, come due muraglie che ci difendono dal nostro orgoglio in continua ricerca di una realizzazione di sé senza Dio”.

Alla fine della Celebrazione, il Bambinello è stato deposto nella Cappella del Presepe, in Basilica, per la preghiera e la devozione dei fedeli. Stamane la Celebrazione Eucaristica Solenne, sarà presieduta da Sua Eminenza Card. Agostino Vallini Legato Pontificio per la Basilica di S. Maria degli Angeli.



Bambinelli Fabio Nardelli Gesù Giuseppe Renda Natale Omelia Povertà Presepe Umiltà Veglia

Articoli correlati

22 Apr 2022

Chiara e la bellezza del volto di Cristo Crocifisso

Colui che restaura la nostra immagine sfigurata
19 Apr 2022

Cristo ieri, oggi e sempre

I giorni di Pasqua alla Porziuncola
17 Apr 2022

Tutto ciò che nella nostra vita è fatto “per”, “con” e “nell’ amore” è immortale, non muore più.

Omelia di p.Francesco Piloni nella s.Messa di Pasqua in Porziuncola
17 Apr 2022

È risorto, non è qui!

Veglia pasquale in Porziuncola
24 Feb 2022

Da Assisi si alza al cielo una preghiera per la pace

Veglia di preghiera sabato 26, ore 21 in Porziuncola
28 Dic 2021

Abbracciare Gesù Bambino

Iconografia di Antonio e Francesco
18 Mag 2022

Master di Pastorale Vocazionale 2022-23

I Frati Minori di Assisi desiderano continuare a condividere la pluridecennale esperienza del Servizio Orientamento Giovani (S.O.G.) nel discernimento vocazionale