ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Celebrazioni dell’Assunzione delle Vergine Maria 2018 15 Ago 2018

Maria, donna sollecita al bene e alla lode, primizia della vita futura

Nella Solennità dell’Assunzione della Vergine Maria, un “velo di tristezza – ha ricordato Padre Claudio Durighetto, Ministro Provinciale dei Frati Minori, citando la tragedia che ha colpito la città di Genova – avvolge questa giornata”. Ricordando l’accaduto ha espresso solidarietà alle famiglie delle vittime e ricordato come eventi come questi ci mettano davanti il nostro limite e la nostra piccolezza e finitudine.

“Oggi – ha ricordato citando Paolo VI – è la festa del suo (Maria) destino di pienezza e di beatitudine, della piena configurazione a Cristo Risorto”. Maria è “segno di sicura speranza” che nel cammino di ogni giorno ci sostiene nell’opera di bene. “Come Maria – ha ricordato p. Claudio – è stata sollecita nel servizio alla cugina Elisabetta, anche noi dobbiamo avere il coraggio di intraprendere ogni giorno la via del bene”. Maria è anche la donna della lode, del Magnificat e anche questo deve spingerci “alla lode continua di Dio, anche quando apparentemente sembra che sia il male a spuntarla”.

“Oggi – ha concluso il Ministro – è festa di speranza, che ci rassicura sul nostro destino: la morte è stata vinta e a noi è aperto il varco all’eternità. Di questo la Vergine Maria è primizia!”. A questo destino di gloria siamo chiamati come persone, nell’attesa del giorno in cui ogni lacrima sarà asciugata, non ci sarà lamento e affanno e tutti saremo uniti a lui…

La Solennità ha avuto il suo inizio ieri sera con il momento forte dell’accensione del grande fuoco che ha preceduto la Veglia. Il fuoco ha bruciato tutte le intenzioni di preghiera che, dopo essere state pregate, sono state simbolicamente affidate alla Vergine Maria. Con una lunga processione delle Confraternite e dei tanti fedeli, la Veglia è continuata all’interno della Basilica con la preghiera dell’Ufficio delle Letture.

Padre Giuseppe Renda, Custode della Porziuncola, che ha presieduto la Veglia, ha presentato la Vergine Assunta come un “progetto di santità perfettamente compiuto”: opera di Dio e “Si” dell’uomo, per Maria e per noi sono la chiave perché questo progetto si possa realizzare.

La Vergine è “progetto compiuto” perché – ha continuato – “si è lasciata raggiungere da questo progetto d’amore, non vi ha opposto resistenza, dando una risposta di fede”.

Maria è – come dice Sant’Agostino – una “mistica scala” attraverso la quale il Verbo si è incarnato e attraverso la quale possiamo salire al cielo. Ci fa comprendere – ha continuato p. Giuseppe “come attraverso i nostri piccoli grandi “Si” quotidiani anche noi possiamo salire questa scala verso il cielo, verso la santità”

“In fondo – ha concluso – la Vergine Maria non fa altro che riproporci il Vangelo del Signore Gesù. Assumere il Vangelo nella nostra vita ci renderà credibili e per fare questo non serve vivere la vita come una scalata al successo ma come un abbassamento e di questo Maria – alla cui intercessione ci affidiamo – è una strada regale”.     



Assunzione di Maria Claudio Durighetto Giuseppe Renda Omelia Porziuncola Veglia

Articoli correlati

11 Lug 2024

Master di Pastorale Vocazionale 2024-25

Predisporsi a prestare attenzione; 9^ edizione del Master
09 Lug 2024

Tutti in paradiso

Presentiamo il programma delle celebrazioni e degli appuntamenti del Perdono 2024 e le parole indirizzateci dal Ministro generale
04 Lug 2024

Tuo è il giorno e tua è le notte

Sebbene ingombra dl ponteggi e non ancora del tutto fruibile, avviata il 1° luglio l'apertura serale della basilica: fino al 3 ottobre
26 Giu 2024

Tuo è il giorno e tua è la notte

Apertura serale della Porziuncola
24 Giu 2024

“Tu sei sacerdote per sempre”

Alla Porziuncola l’ordinazione presbiterale di fra Nicola Taddeo Ciccone
22 Giu 2024

«Difatti porto le stimmate di Gesù»

È arrivata la Reliquia Maggiore di San Francesco presso la Basilica di Santa Maria degli Angeli
15 Lug 2024

Donagli di esultare nella liturgia del Cielo

All'età di 82 anni e dopo 13 di malattia, è deceduto Pasquale Dettori, Frate minore e Presbitero sardo



  • 03 Giu 2024

    Bentornata a casa!

    Dopo alcuni mesi di assenza la Pala trecentesca di Prete Ilario ritrova la sua collocazione: più bella e più sicura