ASSUNZIONE DELLA B. V. MARIA SOLENNITÀ (bianco)
mercoledì, 15 agosto 2018
Nella Dedicazione della Basilica papale di San Francesco 25 Mag 2018

Un frate Elia … da riscoprire

Come ogni anno, il 24 maggio, la Famiglia Francescana – diffusasi in tutto il mondo dopo aver avuto origine in Assisi da Francesco e da un gruppo di amici incamminati con lui sulla Via del Vangelo – celebra la festa della Dedicazione della Basilica voluta dal Papa e costruita sotto la magistrale direzione di frate Elia per accogliere le spoglie mortali del Poverello proclamato santo ad appena due anni dal Transito da questo mondo al Padre.

Da alcuni anni questa è anche l’occasione per i frati delle due Basiliche papali di Assisi di riunirsi, presso la Tomba del Santo, per celebrare e festeggiare insieme: l’analoga occorrenza annuale alla Porziuncola è al 29 novembre in occasione della Festa di Tutti i Santi dell’Ordine Serafico.

La celebrazione di quest’anno, ricorrendo il 2° centenario del rinvenimento del corpo del santo sotto l’altare principale della Basilica inferiore, si è tenuta presso la stessa Basilica papale di San Francesco con maggior solennità e partecipazione.

Ai momenti di preghiera del mattino – la celebrazione dell’Ufficio delle Letture e delle Lodi nella Basilica inferiore, per poi recarsi in processione con le litanie cantate dei santi dalla piazza della Basilica inferiore alla Basilica superiore per la solenne Eucaristia – è seguito un momento culturale per rileggere con maggiore attenzione la controversa figura di frate Elia, compagno di san Francesco e suo successore. Alla Tavola rotondaFrate Elia da compagno a erede di Francesco”, moderata e conclusa dal prof. Giovanni Grado Merlo, hanno preso parte

  • mons. Felice Accrocca, Vescovo di Benevento: Frate Elia nelle Fonti Francescane
  • p. Felice Autieri, OFMConv: Frate Elia e la Basilica di san Francesco
  • p. Pietro Messa, OFM: Lettura storiografica di frate Elia
  • p. Luigi Pellegrini, OFMCapp: Rilettura del generalato di frate Elia

Al compagno, confidente, vicario di Francesco e ministro generale dell’Ordine dei frati minori si deve, tra il 1228 e il 1230, la costruzione della Basilica sepolcrale che custodisce il corpo di san Francesco (cioè la chiesa inferiore) e quella della chiesa superiore tra il 1232 e il 1239.

Ma le questioni legate a frate Elia – sacerdotalizzazione dell’Ordine, rapporto tra le diverse anime interne alla Fraternità, relazione Papato-Impero, tensioni tra frati italiani e d’oltralpe … – meritano di essere affrontate con maggior comprensione di quanto non si sia già fatto. La sua vita attraversò l’impressionante effervescenza delle origini dell’Ordine e, in qualche misura, rimase travolto in una damnatio memoriae che dura fino ai nostri giorni. Sembra, perciò, necessario riscoprire la realtà di Frate Elia, uomo di fiducia di Francesco e di Chiara, e anche dello stesso Papa, ideatore e custode della Basilica che permette a pellegrini di tutto il mondo – ancora dopo otto secoli – di ammirare opere di inestimabile valore artistico e, soprattutto, di entrare in contatto con il mistero di frate Francesco.

È seguita, con la partecipazione delle Famiglie Francescane di Assisi e dei fedeli nella chiesa inferiore, la celebrazione dei Vespri solenni introdotti dall’ingresso processionale di una reliquia di san Francesco. Presieduti da p. Jerzy Norel, Vicario generale dei Frati Minori Conventuali, i Vespri sono terminati con la benedizione – elargita da ciascuno dei quattro lati dell’altare – con la medesima reliquia.

Al termine una rapida cena a buffet per recarsi, alle 20.45, nuovamente nel Salone Papale del Sacro Convento, gremito di frati e non, per la presentazione e la proiezione del docu-film “San Francesco e frate Elia, il suo frate ministro.

Dopo il saluto di p. Mauro Gambetti, Custode del Sacro Convento quasi “erede” di frate Elia, e del Sindaco di Assisi, Stefania Proietti, legata per il proprio cammino personale da assisana e da Sindaco a frate Elia, l’appassionata introduzione di Fabrizio Benincampi, che ha scritto e diretto questo docu-film e i tre precedenti (su frate Bernardo, frate Leone e Santa Chiara): quattro DVD realizzati dall’Associazione Culturale Laurus nell’ambito della collana “La Nascita del Francescanesimo”, un progetto nato nel 2008 per raccontare san Francesco attraverso lo sguardo, la vita e le opere dei suoi primi compagni.

L’opera si è resa possibile grazie alle testimonianze di alcuni tra i maggiori esponenti e studiosi del francescanesimo.

Francesco considerava Elia “una madre” per sé e “un padre” per l’Ordine francescano. Ministro Generale dell’Ordine per molti anni, Elia si prende cura del Santo nella sua malattia e sarà lui ad annunciarne la morte rivelando al mondo intero il miracolo delle Stimmate, ricevute da Francesco due anni prima sul monte della Verna.



Basilica di San Francesco Cappuccini Conventuali Felice Accrocca Frate Elia Giovanni Grado Merlo Luigi Pellegrini Mauro Gambetti OFM Pietro Messa Sacro Convento Stefania Proietti

Articoli correlati

01 Ago 2018

L’indulgenza è raggio di sole che incontra i nostri occhi spenti

Celebrazione dei Primi Vespri della solennità del Perdono d’Assisi
13 Lug 2018

Pontificia Università Antonianum

Annuario Accademico 2018-2019
03 Lug 2018

Tornare al primo amore e ascoltare con passione la voce dello Spirito

Conclusi i lavori del Consiglio Plenario dell'Ordine a Nairobi
26 Giu 2018

Migranti ed evangelizzazione nello spirito della Laudato si’ in un mondo che cambia rapidamente

Proseguono i lavori del Consiglio Plenario dell’Ordine
25 Giu 2018

Al centro della missione la dignità di tutte le persone

Per conoscere Franciscans International
21 Giu 2018

San Giovanni XXIII in Laterano

Un gesto ecumenico significativo
Leggi altre notizie dallo speciale

12 Ago 2018

In onore della “pianticella di Francesco”

L’interno della Basilica, che un tempo doveva essere tutto affrescato, è lineare nella sua struttura gotica a croce latina con una unica navata a quattro campate, con transetti, abside ed un ballatoio perimetrale che gira sotto le monofore. La Basilica è resa ancor più solenne dal moto leggermente ascensionale del pavimento...



  • 11 Ago 2018

    Tu sei bellezza

    Dal 28 al 30 settembre, a Bologna, la decima edizione di Festival Francescano