GIOVEDÌ della V sett. di Quaresima Feria (viola)
giovedì, 02 aprile 2020
Uno sguardo che si fa prossimo 01 Mar 2020

Quaresima missionaria...

Nel segno delle ceneri - con le quali abbiamo iniziato il nostro cammino di Quaresima - sono legati insieme la distruzione di un incendio e la fertilità di un terreno cosparso di cenere; la fine insieme alla possibilità di un nuovo inizio; la sofferenza per qualcosa che non esiste più e la sfida di iniziare un nuovo cammino.

Spesso, accade che nelle nostre missioni il punto di partenza sia proprio dalla cenere. Relazioni da ricreare, persone da rimettere in piedi, villaggi da riscostruire…ma infine si scopre che la cenere aveva solo coperto tutto questo. Grazie alle preghiere di tanti ed anche all’aiuto concreto di molte persone generose, la cenere che ricopre molti luoghi missione diventa il punto di partenza per rinascere e non per disperare. Per questo motivo, vogliamo condividere con voi tre cose molto semplici da poter vivere in questa quaresima, preparandoci alla Pasqua.

Innanzitutto la PREGHIERA: preghiamo insieme per le missioni: O Dio, che sei misericordia e provvidenza, abbi cura di tutti i bisognosi in terra di missione. Noi Ti preghiamo, Signore, benedici tutti i Tuoi Figli che in ogni parte del mondo collaborano con i Missionari, e dona a ciascuno la pace la gioia che spetta ai buoni servitori. Anch’io per essi Ti offro la mia giornata. Accetti il mio sacrificio come umile offerta per quella terra dove maggiore è il bisogno.

Poi con il DIGIUNO, come ci ha ricordato il Papa nel suo messaggio per la Quaresima, è operare una conversione, dal “divorare” all’amare, così scrive: “Digiunare, cioè imparare a cambiare il nostro atteggiamento verso gli altri e le creature: dalla tentazione di “divorare” tutto per saziare la nostra ingordigia, alla capacità di soffrire per amore, che può colmare il vuoto del nostro cuore”.

Infine L’ELEMOSINA: prenditi cura, come puoi, in questo tempo di quaresima, di un progetto missionario , visita la sezione “aiutaci” nel nostro sito.

Sempre il Papa ci ricorda e ci sprona ”Abbandoniamo l’egoismo, lo sguardo fisso su noi stessi, e rivolgiamoci alla Pasqua di Gesù; facciamoci prossimi dei fratelli e delle sorelle in difficoltà, condividendo con loro i nostri beni spirituali e materiali”.

Allora questa Quaresima può diventare una occasione sempre più profonda per conoscere un Dio che non dimentica chi sta nella sofferenza, anzi sceglie di prendersi cura dei bisognosi anche attraverso di te.

Per approfondimenti sul tema delle Missioni, visita il sito delle Missioni estere dei Frati Minori dell'Umbria



Aiuto Digiuno Elemosina Missioni estere Preghiera Progetto Quaresima

Articoli correlati

28 Mar 2020

Francesco, uomo illuminato

Terza delle tre Riflessioni sul tema della luce - fra Simone Ceccobao
26 Mar 2020

Accogliere Cristo, luce delle genti

Seconda Riflessione sul tema della luce
24 Mar 2020

La luce splende nelle tenebre

Riflessione sul tema della Luce 1/3
20 Mar 2020

Indulgenza plenaria ai fedeli affetti dal Covid-19, agli operatori sanitari, ai familiari e a chi prega per loro

Decreto della Penitenzieria Apostolica: «Siate lieti nella speranza, costanti nella tribolazione, perseveranti nella preghiera»
05 Mar 2020

Dammi, Signore, un cuore che ascolta

Scuola di preghiera con le Clarisse di S. Agnese tutti i giovedì di Quaresima
05 Mar 2020

Toccare i poveri per incontrare Cristo

I serata delle Catechesi Quaresimali in Porziuncola
31 Mar 2020

Messa senza popolo secondo Paolo VI

Nella loro qualità di ministri della liturgia, e soprattutto nel sacrificio della messa, i presbiteri rappresentano in modo speciale Cristo in persona, il quale si è offerto come vittima per santificare gli uomini...