Riprendono i lavori del Capitolo provinciale intermedio 26 Giu 2017

Radicalità della fede

Questo fine settimana, sabato 24 e domenica 25 giugno, il Capitolo provinciale intermedio, iniziato lo scorso 18 giugno, ha osservato una breve pausa per dare la possibilità ai frati di unirsi alla festa, celebrata a Santa Maria degli Angeli insieme a S.Em.za il Card. Francesco Montenegro, Arcivescovo Metropolita di Agrigento, per l’Ordinazione di cinque confratelli. Una festa di tutta la Provincia, al termine della quale i frati sono tornati al convento Montesanto di Todi per rientrare nel clima capitolare con la celebrazione dei Secondi Vespri della XII domenica del Tempo Ordinario.

Questa mattina è ripresa con il consueto orario di preghiera: l’Ufficio delle Letture, le Lodi e la celebrazione eucaristica, presieduta da p. Giuseppe Renda rieletto Definitore. “La Parola di oggi ci fa ripercorrere il percorso della fede”, ha detto p. Giuseppe durante l’omelia, specificando che “in Abramo comprendiamo che aver fede vuol dire innanzitutto essere chiamati, in libertà, a scegliere il progetto di Dio. In risposta a quella chiamata, a lui come a noi, è chiesta la radicalità: porre, cioè, le radici di ciò che saremo e faremo nella Parola di Dio”. “Di fronte a questo patto – ha proseguito p. Giuseppe – non conta nulla l’età avanzata di Abramo, non vi sono impedimenti veri, perché la Parola di Dio accolta immette vita nuova nel cuore dell’uomo, una vita libera dai giudizi: come indicato dal Vangelo odierno il giudizio appartiene a Dio, e capace di misericordia: amore che rigenera, mai uccide la speranza e diventa, così, fondamento di vera pace, di vita piena e bella che è santità”.

La prima sessione di lavoro, in Aula capitolare, è stata dedicata all’ambito delle Missioni al popolo. Introdotta da p. Marco Vianelli con alcuni punti tratti dall’Evangelii Gaudium: la necessaria dimensione kerygmatica ed ecclesiale dell’annuncio, fatto da tutto il Popolo e fondato su Cristo morto e risorto, un annuncio semplice da persona a persona, che non si preoccupa necessariamente dei grandi numeri, e che sa calarsi e tradursi in ogni cultura. Fatte queste premesse, p. Marco ha ripresentato sinteticamente quanto emerso dall’Assemblea provinciale sulle Missioni al Popolo celebrata nel novembre 2015: innanzitutto come il tema delle missioni stia a cuore alla nostra Provincia, ma anche alcuni elementi di criticità o di riflessione. Ancora: i modi di far partecipare i frati dalle varie Comunità, la preziosità delle missioni ai giovani e l’auspicato maggior coinvolgimento dei laici, in particolare OFS e Gi.Fra. incontrati sabato scorso qui in Capitolo. È seguito un ampio dialogo in Sala, protratto nella seconda sessione di lavoro. Durante il confronto i capitolari hanno avuto modo di trattare anche altri temi.

Il pomeriggio è stato impiegato totalmente per permettere ai gruppi di lavorare sulle Proposizioni che domattina verranno riportate e discusse in Assemblea. La settima giornata di Capitolo si è conclusa, su suggerimento di uno dei frati capitolari, unendo alla preghiera del Vespro un’ora di adorazione al Santissimo Sacramento, in particolare per chiedere al Signore il dono delle vocazioni, sempre nuove e sempre sante.



Adorazione Fede Giuseppe Renda Missioni al popolo

Articoli correlati

08 Mar 2021

“Egli perdona tutte le tue colpe”

24 ore per il Signore - 12/13 marzo, Santa Maria degli Angeli
17 Feb 2021

Quaresima: tempo per rinnovare fede, speranza e carità

Messaggio di Papa Francesco per la Quaresima 2021
02 Gen 2021

Un nuovo inizio con il Bambino di Betlemme

Capodanno 2021 alla Porziuncola
28 Dic 2020

Adorazione: un “inno di silenzio” a Dio

Alla scuola dei Re Magi per riconoscere Dio “come Dio”
10 Nov 2020

Una preghiera infallibile

Quella dello Spirito Santo in noi
03 Set 2020

Padre Massimo Travascio, nuovo Custode della Porziuncola

Nominato il superiore della fraternità
Leggi altre notizie dallo speciale

19 Lug 2021

“Santa Maria, metti ali ai nostri sogni evangelici”

Il Ministro Generale e il Vicario affidano il loro mandato all'intercessione della Beata Vergine Maria e di San Francesco in Porziuncola