ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Ripartire dalla grazia dell'indulgenza di Assisi alla Porziuncola 04 Ago 2021

Rigenerati a vita nuova dal Perdono del Padre

Si sono appena conclusi i giorni del Perdono di Assisi, che hanno portato tante persone a farsi pellegrini presso la piccola cappella della Porziuncola e a sperimentare la trasformazione profonda operata dalla Riconciliazione che ci salva e ci rende nuovamente capaci di operare il bene. Anche tutti coloro che non potevano raggiungere Assisi hanno potuto vivere momenti di grazia e rimanere uniti in preghiera con il santuario attraverso il nuovo sito www.perdonodiassisi.org, che permette non solo di seguire tutte le celebrazioni in diretta, ma anche di inviare richieste di preghiere e ricevere o regalare un santino personalizzato con il proprio nome.

La preparazione al Perdono di Assisi è iniziata la sera del 29 luglio con la prima serata del Triduo, predicato dall’Arcivescovo di Cagliari, mons. Giuseppe Baturi. Il presule nelle 3 meditazioni (I seraII seraIII sera) ci ha aiutato a preparare il cuore, andando a vedere quali sono gli atteggiamenti giusti che ci permettono di incontrare il Signore che perdona. Proprio l’incontro con il Cristo crocifisso cambia la vita del Poverello di Assisi e tutti noi siamo chiamati come lui ad essere “felici viandanti” verso quello sguardo di misericordia.

La giornata di domenica 1 agosto è iniziata con il “Perdono degli assisani”, il pellegrinaggio a piedi ripristinato quest’anno dalla diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino, come da antica tradizione. Il gruppo guidato dal vescovo mons. Domenico Sorrentino è partito dal centro della città ed ha raggiunto la Basilica di Santa Maria degli Angeli dove il vescovo ha presieduto la santa messa. Nella sua omelia, egli ha ricordato come il Perdono regalato da Francesco alla gente di ogni tempo sia una sovrabbondanza di grazia che ci aiuta ad affrontare con rinnovato coraggio i peccati che ci portano a cadere.

Alle ore 11 con la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori, p. Massimo Fusarelli, si è aperto il Perdono di Assisi, rappresentato simbolicamente dall’apertura della porta della Porziuncola, soglia che per 2 giorni diventa immensa perché l’indulgenza è estesa a tutte le chiese parrocchiali e francescane del mondo. Il Ministro ha esortato i fedeli a implorare il dono delle lacrime per i propri peccati e per poter così vivere come un nuovo Battesimo nel sacramento della Riconciliazione.

La giornata è trascorsa in maniera serena grazie all’organizzazione e al coordinamento tra le forze dell’Ordine, i frati e i volontari che ha consentito ai numerosi fedeli di confessarsi negli spazi aperti interni al Convento e di passare in Porziuncola per ricevere l’indulgenza.

Alle ore 19, il Ministro Provinciale, p. Francesco Piloni, e il Custode della Porziuncola, p. Massimo Travascio, hanno accolto in Basilica le autorità civili, giunte per la preghiera dei Primi Vespri. A presiedere il rito, S.E. mons. Sorrentino, che ha sottolineato come il perdono non sia un meccanismo automatico o magico, ma necessiti anche della docilità del cuore e dell’assenso del nostro libero arbitrio.

In serata, la Veglia di preghiera, presieduta da p. Filippo Betzu, Ministro Provinciale dei Frati Minori Cappuccini di Sardegna, ha concluso la prima giornata della festa. Egli ha evidenziato come questa festa sia un giubileo di misericordia dove il nostro cuore si apre e dove ci rallegriamo perché tanti figli perduti son stati ritrovati.

Il 2 agosto alle ore 11.30 S. Em. Card. Mauro Piacenza, Penitenziere Maggiore presso il Tribunale della Penitenzieria Apostolica, ha presieduto la solenne celebrazione eucaristica, cui hanno preso parte anche mons. Gualtiero Sigismondi e mons. Domenico Sorrentino. Il porporato ha indicato come direttrici per l’attuale società, ammalata di “individualismo e narcisistico egoismo”, Cristo, la misericordia e la Chiesa.

P. Francesco Piloni ha concluso i momenti di preghiera di questa solennità, presiedendo i Secondi Vespri in Cappella Papale alle ore 19. Nella sua riflessione, il ministro ha tratteggiato l’azione dello Spirito Santo, che, quando diventa davvero “l’ospite dolce dell’anima”, ci dà la certezza di essere stati perdonati.

In questi giorni la Porziuncola ha accolto tutti, ha raccolto le lacrime, le invocazioni e la gratitudine di ciascun pellegrino. Dai Frati Minori di Umbria-Sardegna, GRAZIE a tutti coloro che sono passati in questi giorni e a chi si è fatto pellegrino col cuore, seguendoci e inviando le intenzioni di preghiera su www.perdonodiassisi.org

Un grazie particolare all'Assemblea legislativa della Regione Umbria e al Comune di Assisi per il loro contributo a sostegno dell'organizzazione del Perdono di Assisi.



Domenico Sorrentino Francesco Piloni Indulgenza Massimo Fusarelli Pellegrini Perdono Perdono di Assisi Porziuncola Riconciliazione SOG Tutti in Paradiso

Articoli correlati

24 Giu 2024

“Tu sei sacerdote per sempre”

Alla Porziuncola l’ordinazione presbiterale di fra Nicola Taddeo Ciccone
22 Giu 2024

«Difatti porto le stimmate di Gesù»

È arrivata la Reliquia Maggiore di San Francesco presso la Basilica di Santa Maria degli Angeli
22 Giu 2024

Chiara: chiaro segno di risurrezione

Nella Basilica romana di San Giovanni in Laterano la Chiusura dell'Inchiesta diocesana sulla Serva di Dio Chiara Corbella Petrillo
21 Giu 2024

Custodi di bellezza accendiamo la speranza

La Sicilia ad Assisi per offrire l’olio sulla tomba di san Francesco
19 Giu 2024

Festa del Voto 2024

Programma delle celebrazioni e degli eventi ad Assisi
18 Giu 2024

Ci siete davvero mancate

Terminata la loro esposizione alla Nazionale di Perugia sono rientrati i gioielli di famiglia
07 Giu 2024

Fra Nicola Taddeo Ciccone sarà sacerdote per sempre

Ordinazione Presbiterale di fra Nicola Taddeo Ciccone



  • 03 Giu 2024

    Bentornata a casa!

    Dopo alcuni mesi di assenza la Pala trecentesca di Prete Ilario ritrova la sua collocazione: più bella e più sicura


  • 30 Mag 2024

    Sant'Antonio: difensore amatissimo

    A Terni 80 anni fa, lo stesso anno, la città fu liberata e l'omonima parrocchia posava la prima pietra: programma degli eventi


  • 25 Apr 2024

    Benedetti... benediciamo!

    Siamo andati a conoscere l’Angolo delle Benedizioni: si tratta di un servizio attivato da qualche anno nel cuore del Santuario di S. Maria degli Angeli