ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Veglia di preghiera per p. Fabrizio animata dalle famiglie 26 Apr 2014

Ringraziamo e impariamo a lasciarci

“In tristezza dobbiamo lasciarci, ma non nella disperazione”. È il congedo che J.R.R. Tolkien pone sulle labbra di Aragorn, morente, nei confronti della sposa Arwen (cfr. Il Signore degli Anelli).

“Abbiamo il cuore gonfio di lacrime – sembra far eco p. Marco – ma stasera siamo qui perché vogliamo pregare e dire la nostra fede”. Ed è la fede vissuta e condivisa da tante famiglie con p. Fabrizio a guidare una veglia di preghiera dallo stile nuovo, ma anche antico. Nuovo perché la musica ha abitato ogni spazio di silenzio, tanto quanto Dio abita ogni nostra solitudine e tristezza. Antico perché dominato dal canto, nello stesso luogo – la Porziuncola – in cui Francesco d’Assisi ha accolto la morte cantando.

Ed è attorno a un figlio di san Francesco, e Custode di questo luogo santo, che ieri sera ci siamo strinti in preghiera, per rileggere con fede gratitudine la sua vita riaffidandola al Signore. “Nessun panegirico sulla vita o sulle parole di Fabrizio” – assicura p. Marco – ma rendimento di grazie per la vita e la vocazione che il Signore gli ha donato, seguito dalla contemplazione dell’alleanza che Egli ha realizzato anche con lui, per concludere con un congedo, poiché “vogliamo imparare a lasciarci e a lasciare andare Fabrizio”.

La veglia è stata proposta come un percorso, un pellegrinaggio a quattro tappe:

  1. l’Incarnazione: “Non può non affascinarci questo Dio che si fa debole per raggiungerci nella nostra debolezza”
  2. la via di Francesco – Vocazione francescana: “Un Dio che si è donato tutto reca stupore e la possibilità di rispondere donando tutto”
  3. l’Alleanza: “È un’Alleanza anzitutto sponsale … ed è l’Alleanza della Croce, per cui ci chiediamo spesso il perché il Signore abbia scelto questa via e perché questa sia stata anche la via di Fabrizio”
  4. il Congedo: “Si tratta di permettere all’altro di partire … sapendo quello che ci ha lasciato. Abbiamo condiviso, stasera, qualcosa del cammino di fede percorso insieme a Fabrizio”.

La veglia si è conclusa chiedendo per p. Fabrizio il dono più prezioso ottenuto per tutti noi da Francesco d’Assisi qui alla Porziuncola: l’indulgenza plenaria.

Tanti amici hanno fatto sentire la propria vicinanza, presenti in Basilica o collegati alla nostra WebTV, partecipando al momento di preghiera i cui testi, inclusi i link ai canti proposti per l’animazione, trovate in allegato. Inoltre sul sito di Radio Madre Terra (una web radio francescana) è stata predisposta una pagina con la registrazione in mp3 dell’intera veglia.



Fabrizio Migliasso Marco Vianelli Porziuncola Preghiera Ringraziamento

Articoli correlati

24 Giu 2024

“Tu sei sacerdote per sempre”

Alla Porziuncola l’ordinazione presbiterale di fra Nicola Taddeo Ciccone
22 Giu 2024

«Difatti porto le stimmate di Gesù»

È arrivata la Reliquia Maggiore di San Francesco presso la Basilica di Santa Maria degli Angeli
22 Giu 2024

Chiara: chiaro segno di risurrezione

Nella Basilica romana di San Giovanni in Laterano la Chiusura dell'Inchiesta diocesana sulla Serva di Dio Chiara Corbella Petrillo
21 Giu 2024

Custodi di bellezza accendiamo la speranza

La Sicilia ad Assisi per offrire l’olio sulla tomba di san Francesco
18 Giu 2024

Ci siete davvero mancate

Terminata la loro esposizione alla Nazionale di Perugia sono rientrati i gioielli di famiglia
16 Giu 2024

Chiara, grandissima gioia!

Celebrato ad Assisi il 12° anniverasario della morte di Chiara Corbella Petrillo
Leggi altre notizie dallo speciale

24 Giu 2024

“Tu sei sacerdote per sempre”

Alla Porziuncola l’ordinazione presbiterale di fra Nicola Taddeo Ciccone



  • 07 Giu 2024

    Rinnovare. Camminare. Abbracciare.

    Si celebra in questi giorni alla Porziuncola il Capitolo delle Stuoie di quattro provincie di Frati minori del Centro Italia