Solennità di Santa Chiara ad Assisi 12 Ago 2020

Santa Chiara: rimanere in Lui per essere liberi di seguirlo ovunque vada

Archiviati i giorni del Perdono di Assisi, la grazia di un’altra solennità ci raggiunge: santa Chiara. La “pianticella” di san Francesco è oggetto di una profonda devozione in tutto il mondo e di ciò ne sono testimonianza le oltre 70.000 persone che dal Web, dai Canali social “Frati Assisi” hanno assistito alle celebrazioni in diretta dalla Basilica di santa Chiara ad Assisi.

La solennità si è aperta con la celebrazione eucaristica di giorno 10, presieduta da S.E. Mons. Domenico Sorrentino, Vescovo di Assisi – Nocera U. – Gualdo T., la sera, nel suggestivo scenario di san Damiano, la consueta Veglia di preghiera presieduta dal Ministro provinciale dei Frati minori dell’Umbria, p. Francesco Piloni.

Il giorno della memoria di santa Chiara, ha avuto il suo centro nelle due celebrazioni eucaristiche, la prima presieduta da S.E. Mons. Renato Boccardo, Vescovo di Spoleto – Norcia e presiedente della CEU e l’altra dal Ministro provinciale dei Frati minori di Umbria e Sardegna, p. Francesco Piloni.

Il Vescovo Boccardo, nella sua omelia, si è soffermato sul verbo “rimanere” più volte ripetuto nel Vangelo; “verbo della fedeltà, della comunione che si alimenta da una fedeltà e reciprocità. Noi rimaniamo in Lui perché è Lui che ha scelto di rimanere in noi”.

Rimanere in Lui, ha continuato, vuol dire “osservare il Suo comandamento”, proprio questo rimanere innestati nella vita di Cristo “è l’essenza della vita cristiana”. Parlando poi di santa Chiara, Mons. Boccardo ha ricordato che “un nome solo abitava il cuore di Chiara, quello di Gesù, un solo desiderio la muoveva, rimanere in Lui”. È la vita intima, quella dello Spirito “ad aiutare Chiara a scoprire la perla nascosta che ha acceso nel suo cuore il desidero del martirio nella fedeltà di una vita nascosta”.

Anche p. Francesco, nella sua omelia, ha fatto riferimento – citando “Audite poverelle” di san Francesco – al primato della vita nello Spirito, quella interiore, rispetto a quella che cerca il senso nelle cose esteriori.

Riportando il n°24 dell’Esortazione Apostoca Gaudete et exsultate di Papa Francesco: “Voglia il Cielo che tu possa riconoscere qual è quella parola, quel messaggio di Gesù che Dio desidera dire al mondo con la tua vita. Lasciati trasformare, lasciati rinnovare dallo Spirito, affinché ciò sia possibile, e così la tua preziosa missione non andrà perduta. Il Signore la porterà a compimento anche in mezzo ai tuoi errori e ai tuoi momenti negativi, purché tu non abbandoni la via dell’amore e rimanga sempre aperto alla sua azione soprannaturale che purifica e illumina”

Padre Francesco ha ricordato che “nella vita ci sono due date fondamentali: il giorno in cui sei nato e il giorno in cui scopri perché sei nato”.

Riferito alla santità, chiamata universale per tutti i cristiani, “i santi hanno capito questo, che le cose sono importanti ma non hanno un volto, ma solo una forma”. Occorre, ha continuato, innamorarsi di un volto, questo ha fatto Chiara e questo ha fatto nascere in lei il desiderio di seguire l’Agnello ovunque vada.

Seguire rimanendo ferma, rimanendo in clausura, è il miracolo di chi “rimane in Lui”, solo così, ha concluso, si ha la libertà di poter giungere, con l’intercessione, ovunque.

L’esempio dei santi e di Chiara è questa docilità all’azione dello Spirito, che dal giorno del nostro battesimo, non fa altro che desiderare di condurci a questa pienezza.



Battesimo Domenico Sorrentino Festa Francesco Piloni Ministro provinciale Papa Francesco Renato Boccardo San Damiano Santa Chiara Santità Veglia Vocazione

Articoli correlati

21 Gen 2022

Festa dell’Università e del Gran Cancelliere

Alla Pontifica Università Antonianum nei giorni 17-18 gennaio
18 Gen 2022

Esposti al Vangelo prima che agli uomini

Festa dei Protomartiri Francescani a Terni
17 Gen 2022

“Un’esperienza che cambia la vita e dona libertà”

Alberto racconta i giorni del Capodanno 2022 trascorsi con i frati del SOG
17 Gen 2022

Il vino nuovo della gioia

Inizio del cammino di postulato con i Frati minori per sei giovani
14 Gen 2022

La gioia cosa molto seria

Perché la mia gioia sia in voi
10 Gen 2022

Il Ministro Generale ricevuto in udienza da Papa Francesco

Il 7 gennaio nel Palazzo Apostolico
21 Gen 2022

Festa dell’Università e del Gran Cancelliere

Alla Pontifica Università Antonianum nei giorni 17-18 gennaio