ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Alle ore 21 a partire da stasera 06 Nov 2021

Signora santa povertà

Uomo libero è chi smette di scappare. C’è un momento esatto in cui il figlio di Pietro di Bernardone diventa Francesco d’Assisi, capostipite di una famiglia che oggi vive in ogni angolo della terra: il momento in cui l’amaro della malattia, della morte, della povertà, del dolore dell’uomo si muta per lui nella dolcezza del servizio, dell’accoglienza, dell’imitazione di Cristo. L’incontro con il lebbroso: il momento in cui Francesco vide il dolore e non lo fuggì.

Il Signore - scrive Francesco al termine della sua vita - concesse a me, frate Francesco, d’incominciare a fare penitenza così: quando ero nei peccati mi sembrava cosa troppo amara vedere i lebbrosi e il Signore stesso mi condusse tra loro e usai con essi misericordia. E allontanandomi da essi, ciò che mi sembrava amaro mi fu cambiato in dolcezza d’animo e di corpo. E di poi, stetti un poco e uscii dal mondo” (FF110). Qui è tutta la ricchezza: non scegliere la povertà per punirsi, ma perché si riconosce quello che basta. E quello che basta è farsi fratello di ogni uomo che soffre.

È su questo totalizzante amore che Papa Francesco, il primo pontefice che abbia scelto per sé il nome del povero d’Assisi, ha voluto impostare la propria visita alla Porziuncola, dove il 12 novembre incontrerà proprio i poveri: perché è il dolore dell’uomo il roveto ardente e mai spento in cui si rivela l’amore di un Dio che per manifestare la propria misericordia non disdegna - anzi desidera - di incarnarsi nelle mani di ogni uomo capace di servire l’altro. Misericordia: il cuore compassionevole di un Dio che sa farsi umile e reietto, perché nessun uomo, nemmeno il più sofferente, possa sentirsi escluso dal cuore grande del Padre suo.

Sulla Misericordia Francesco ha imperniato il suo pontificato, e sulla misericordia i frati - eredi e fratelli del povero di Assisi - della Porziuncola hanno realizzato una serie di 5 riflessioni, tenute dal Ministro provinciale fr. Francesco Piloni. Il percorso, intitolato “Signora santa povertà”, farà ripercorrere i passi del Santo, che nelle ferite degli ultimi ha sentito di edificare la sua cattedra. Cinque appuntamenti, che dal rifiuto all’accettazione svelano il senso di ogni ferita: rivelare, come in uno specchio, la radice unica di ogni umanità, la prossimità, la fratellanza. L’essere uniti, con Dio e in Dio. 

A partire da questa sera e per 5 sere alle ore 21 sulla WebTv porziuncola.org, sui canali social Frati Minori Assisi Facebook, Youtube e Twitter.



Francesco Piloni Giornata Mondiale Papa Francesco Porziuncola Poveri Povertà

Articoli correlati

27 Mag 2024

Padre Dario Pili: da Aritzo al cuore dell’uomo col Vangelo e lo spirito di San Francesco

Convegno in ricordo di padre Dario Pili Sabato 1 giugno 2024 - Aritzo
24 Mag 2024

Solennità del Corpus Domini alla Porziuncola

Il Programma 2024 delle Celebrazioni liturgiche in Basilica
23 Mag 2024

Carlo Acutis presto santo!

Oggi, 23 maggio 2024, Papa Francesco ha promulgato il Decreto in cui è attribuito un miracolo all'intercessione del Beato Carlo
20 Mag 2024

Tra fede e bellezza, torna la Notte dei Santuari

Un'iniziativa promossa dal Collegamento nazionale dei Santuari italiani insieme all’Ufficio nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei
17 Mag 2024

In cammino verso il Ben-Essere

A Umbertide, la seconda edizione della manifestazione: Sto coi frati e zappo l’orto. In cammino verso il Ben-Essere
10 Mag 2024

Un Giubileo tutto sulla Speranza

Papa Francesco emana la Bolla di indizione del Giubileo del 2025 Spes non confundit, la speranza non confonde
24 Mag 2024

Solennità del Corpus Domini alla Porziuncola

Il Programma 2024 delle Celebrazioni liturgiche in Basilica