MERCOLEDÌ della XXIV sett. del T.O. S. FRANCESCO MARIA da CAMPOROSSO, religioso I O. – MEMORIA (bianco)
mercoledì, 19 settembre 2018
Conclusi i lavori del Consiglio Plenario dell'Ordine a Nairobi 03 Lug 2018

Tornare al primo amore e ascoltare con passione la voce dello Spirito

Si sono conclusi in questi giorni a Nairobi i lavori del Consiglio Plenario dell’Ordine. Un momento importante per l’Ordine dei Frati Minori che ha visto i frati confrontarsi su questioni di grande attualità: la migrazione, i giovani e la cura dell’ambiente.

Nel suo messaggio finale, il Ministro Generale fra Michael Perry ha esortato i frati a tornare al primo amore, “non - ha detto - un ritorno nostalgico al passato“ ma “passione al nostro impegno con i nostri fratelli, la Chiesa e il mondo”. “Siamo chiamati - ha aggiunto - a ritornare alla nostra passione originale e ad ascoltare lo Spirito con quella passione”.

Nella Celebrazione Eucaristica conclusiva, fra Michael ha spiegato come “questo momento sacramentale, deve spingere ognuno di noi ad andare e raccontare tutto ciò che lo Spirito del Signore ci ha comunicato, a cominciare dalle significative esperienze di incontro e scambio che abbiamo vissuto”. Due sono le chiavi di lettura della sua omelia: fare memoria e buoni frutti.

Il metodo di lavoro è stato il cosiddetto “World Cafe”, ovvero più gruppi di persone che condividono idee sull’argomento spostandosi periodicamente da un gruppo ad un altro. Un responsabile per gruppo è incaricato di raccogliere e riassumere schemi e argomenti comuni presentati dai diversi partecipanti.

Martedì 19 giugno, col nuovo stile di confronto acquisito, si è discusso su “I giovani”, “Fraternità in missione” e “Migranti, profughi e rifugiati”: con quest’ultimo tema, in particolare, si è voluto esprimere il desiderio dell’Ordine di prendere parte attiva alla discussione globale sulla migrazione nell’occasione della Giornata mondiale dei rifugiati che si sarebbe celebrata all’indomani. “Credo che l’immigrazione debba essere vista come un’opportunità per la Chiesa – ha affermato p. Tosmislav Sanko ofm durante il suo rapporto – : se la Chiesa si ritira corre il rischio di tradire la propria missione, ma se la Chiesa non offre speranza, chi lo farà?”.

Il 20 giugno sono stati quattro i temi trattati: l’“Evangelizzazione nello spirito della Laudato si’”, Un mondo che cambia rapidamente”, “Strumenti di pace di fronte alla violenza contemporanea” e “La vita religiosa e la visione di Papa Francesco”.

A seguire è stato proposto ai consiglieri un documentario su: “Il Sultano e il santo” promosso dalla Università di San Bonaventura di New York per la celebrazione del VIII centenario dell’incontro di san Francesco con il sultano 1219-2019.

Giovedì 21 giugno è continuato il processo di discernimento, arricchito da una revisione dei Mandati dell’ultimo Capitolo Generale 2015, svoltosi presso la “Basilica della Porziuncola” nella bellissima città di Assisi, dove San Francesco è nato, cresciuto e rinato alla vita eterna. Dal 10 maggio al 6 giugno dello stesso anno, i frati di tutto il mondo hanno discusso e celebrato l’identità francescana producendo un documento finale con decisioni e mandati.

Questo e tanto altro, in dettaglio, nella sezione web dedicata dal sito dell’Ordine al Consiglio Plenario 2018.



Ambiente Consiglio Discernimento Giovani Messaggio Michael Perry OFM Omelia Rifugiati

Articoli correlati

16 Set 2018

La chiarezza semplice e limpida di un “si”

Professione Solenne di due frati minori in Porziuncola
11 Set 2018

Figlio, entra nella gioia del tuo Signore

Esequie di p. Gualtiero Bellucci e omelia del Ministro Provinciale
07 Set 2018

Tre isole… in Umbria

una delle realtà naturali più belle dell’intera Umbria
29 Ago 2018

Francesco il misericordioso

La sfida della fraternità
25 Ago 2018

Tutto bontà, pazienza, umiltà e misericordia

S. Messa nel XII anniversario del pio transito di P. Bernardino De Vita
22 Ago 2018

Il dono di vivere come Francesco

Un universo di santità nel più grande universo della Chiesa
03 Set 2018

Fra Roberto Genuin nuovo ministro generale dei frati minori cappuccini

È il bellunese di Falcade, fr. Roberto Genuin, nato il 20 settembre 1961, laureato “in utroque iure” alla Pontificia Università Lateranense, finora guardiano del convento di Rovereto in provincia di Trento, il nuovo ministro generale dei frati minori cappuccini. Dopo 24 anni un italiano torna a ricoprire la guida dell’Ordine. È  stato...